martedì 11 agosto 2009

Pollo con bacche di crespino

Pollo con bacche di crespino

Tempo fa la mia amica Nina mi ha regalato un sacchetto di bacche di crespino. Ne avevo già sentito parlare e sapevo che sono delle bacche molto usate nella cucina persiana. Il loro sapore è piacevolmente acidulo. Finora le avevo usate solo nello yogurt, non sapendo esattamente cosa farne. La settimana scorsa, al mercato coperto di Francoforte, un ragazzo che vendeva frutta secca di tutti i tipi me le voleva vendere. Quando gli ho detto che già le avevo, ma che non avevo idea di come usarle, mi ha svelato una ricetta. La ricetta era lunga e la mia memoria è molto corta. Fatto sta che non me la ricordo tutta. Sicuramente ho dimenticato qualche passaggio, ma ho cercato di improvvisare e ne è uscito fuori un piattino niente male. Ricordo però una cosa detta dal ragazzo: non far mai rosolare troppo le bacche e farle diventare troppo scure perchè poi diventano amarissime. E poi mi ha detto che le bacche sono ottime anche nell'insalata.
Allora, la scarsa memoria ha dato questo risultato:

Ingredienti per 2 persone
  • 2 petti di pollo
  • 1 lime (il succo)
  • 2 cucchiai di bacche di crespino
  • 1 bicchiere di brodo
  • 1 cucchiaio di sciroppo di melograno
  • sale e pepe
  • farina qp
  • olio o ghee
Per il riso
  • 100 gr di riso basmati
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cucchiaio di bacche di crespino
  • sale
Preparazione: lavare il riso e metterlo a cuocere in acqua salata unitamente allo zafferano e alle bacche di crespino. Qui trovate la descrizione della cottura ottimale del riso basmati.

Salare i petti di pollo e infarinarli. Scaldare dell'olio o del ghee (burro chiarificato) in una padella capiente. Rosolare i petti di pollo da entrambi i lati. Aggiungere le bacche di crespino e lasciarle insaporire per qualche minuto, facendo attenzione a non bruciarle. Versare il succo di lime, lo sciroppo di melagrana e man mano il brodo. Far sobbollire a fuoco basso finchè il sughino non si sarà addensato. Salare e pepare se necessario. Servire insieme al riso.

Berberitzen

Deutsche Ecke

Meine Freundin Nina hat mir letztens eine Packung Berberitzen aus dem KaDeWe mitgebracht. Ich hatte schon öfter davon gehört, daß diese angenehm sauer schmeckende Beeren in der persischen Küche große Verwendung finden. Bis jetzt habe ich sie einfach in den Yogurt untergemischt, wußte nicht so recht, wie ich sie zubereiten sollte. Letzte Woche wollte mir dann ein netter Verkäufer in der Kleinmarkthalle in
Frankfurt Berberitzen verkaufen. Da sagte ich ihm, daß ich schon welche habe, aber nicht wisse, was ich damit anstellen kann. Er gab mir dann ein tolles Hähnchenrezept. Allerdings war das Rezept sehr lang und mein Erinnerungsvermögen hat mich zum Zeitpunkt der Zubereitung im Stich gelassen. So habe ich improvisiert und es ist Folgendes dabei rausgekommen. Ach so, wichtig ist, daß man die Berberitzen nicht zu lange anbraten lässt, ansonsten werden sie ungenießbar. Gut schmecken sie angeblich auch im Salat.

Hähnchenbrust mit Berberitzensoße und -reis


Zutaten für 2 Personen
  • 2 Hähnchenbrüste
  • 1 Limette (Saft)
  • 2 EL Berberitzen
  • 1 Glas Brühe
  • 1 EL Granatapfelsirup
  • Salz und Pfeffer
  • etwas Mehl
  • Öl oder Ghee
Für den Reis
  • 100 g Basmatireis
  • 1/4 TL Safranpulver
  • Salz
  • 1 EL Berberitzen
Zubereitung: Den Reis waschen und zusammen mit dem Safranpulver und den Berberitzen in Salzwasser garen. Die beste Garmethode ist die Wassergarung. Die Hähnchenbrüste salzen und in Mehl wenden. Etwas Öl oder Ghee in einer Pfanne erhitzen, die Hähnchenbrüste von beiden Seiten darin anbraten. Die Berberitzen hinzugeben und unter Rühren kurz Geschmack annehmen lassen (Vorsicht, nicht anbrennen lassen!). Limettensaft, Grenadinesirup und Brühe hinzugeben und bei schwacher Hitze köcheln lassen, bis die Soße eingedickt ist. Salzen und Pfeffern. Mit dem Reis servieren.

Postato da Alex

27 commenti:

Erborina ha detto...

ma dici che si possono sostituire con dell'uva sultanina?? o forse si possono trovare anche in Italia?? :) questo piatto ha un aspetto veramente invitante!

JAJO ha detto...

Ma dimmi tu, adesso anche il crespino....
Sei unica !!! :-D

Fra ha detto...

Ok ora dovrò avviar un'altra ricerca per soddisfare la mia curiosità!!! Questo piatto ha un aspetto meraviglioso, sei sempre un passo avanti tesoro!
Un bacione
fra

lamiacucina ha detto...

traumhaftes bokeh mit den Berberitzen auf dem Olivenholzbrett. Eine Frucht, die ich überhaupt nicht kenne, macht mich direkt an, sie zu probieren, falls ich welche finde.

Alex ha detto...

Ne imparo sempre una da te!!! Crespino?? davvero sconosciuto...
e la curiosità aumenta!!!

genny ha detto...

ora tutti alla ricerca di questa becche per provare sapori nuovi! a me ispiara moltissim anche quel bel riso là dietro....

Mamina ha detto...

Mi puo dire che sono queste bacche di crespino... anche con la fotografia, non capisco!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Erborina, sicuramente le puoi sostituire, anche se l'uva sultanina è molto più dolce e corposa. Queste bacche sono molto acidule.

*Jajo, ogni tanto ne tiro fuori una :-))

*Fra, qui le ho sempre viste sui banchi della frutta secca. O nei negozi di prodotti etnici

*La mia cucina, ich habe sie auch zum ersten Mal probiert. Sie schmecken sehr schön sauer

*Alex, il nome italiano non lo avevo mai sentito prima, mentre Berberitzen in tedesco si sente spesso. Ma era un grande sconosciuto anche per me

*Genny, il riso lo puoi fare anche con l'uvetta e lo zafferano. Molto delicato

*Mamina, le mie ricerche mi danno questo risultato in francese:
épine vinette. Si usano nella cucina medio-orientale

Ciao
Alex

Elga ha detto...

Oramai sei la mia fornitrice ufficilae di ingredienti strani e introvabili, almeno qui! Questo pollo ha un aspetto delizioso!

Saruk ha detto...

WOW, questo pollo sembra proprio buono, e poi d'estate il pollo mi piace un sacco!
Purtroppo temo che le bacche di crespino siano assai difficili da trovare da queste parti... ma tentar non nuoce! Anche il riso non sembra niente male!!!!

Saretta ha detto...

Sei insuperabile Alex, la cuoca delle meraviglie sei!
baci baci

Buntköchin ha detto...

Ich habe zwar keine Berberitzen und hatte auch noch nie welche, aber das Foto macht auch so viel Spaß anzuschauen. Vom Schauen hat doch noch nie jemand zugenommen oder habe ich da was verpasst? ;-)

sciopina ha detto...

A volte capita anche a me di ricordare in parte le ricette che mi danno..poi il cervellino frulla e ne esce sempre qualcosa di gradevole. Nn conoscevo queste bacche, e mi sembra che il pollo ti sia venuto veramente bene. Bellissime tutte le foto di Frankfurt
ciao
sciopina

francesca ha detto...

Ciao incuriosita dalla tua ricetta ho fatto una piccola ricerca ed ho letto che il crespino puo essere leggermente tossico!
Per cui penso che sei davvero impavida ad usarlo complimenti!!
francesca

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Elga, quasi quasi apro un import-export :-)

*Saruk, intanto memorizza il nome delle bacche. Il giorno che le troverai saprai cosa farne

*Saretta, bentornata cara!

*Buntköchin, ich sollte nur noch schauen!!

*Sciopina, così comunque ne escono fuori delle ricette tutte nuove ed è anche bello inventare

*Francesca, mi ha preso un colpo! Ma poi ho fatto altre ricerche: tutte le altre parti della pianta di crespino sono leggermente tossiche ECCETTO le bacche mature. Meno male :-)

Ciao
Alex

Claudia ha detto...

...crespino? mai sentito nominare ma non mi stupisco sono qua per imparare :)
immagino che la tua memoria corta ti abbia fatto ricordare solo ciò che era veramente importante il resto mi sa che si colora di una fantastica improvvisazione
*
favolosa anche l'ultima foto **
baciuzzi
cla

Anonimo ha detto...

Ciao Alex, secondo te potrebbe assomigliare al sapore del cranberry ?
Carola

Mimmi ha detto...

Bel piatto, sia il contenitore che soprattutto il contenuto!!
Bacioni, Mik

Fico e Uva ha detto...

Hanno un colore splendido! Ma chi le aveva mai sentite nominare?? Sei un'inesauribile fonte di spunti interessanti!! Grande Alex!

hanna ha detto...

wusste nicht, dass beberitzen am besten in wasser gegart werden, man lernt halt immer dazu.
ich habe sie mal mit zu fleisch in den backofen gegeben, da kamen sie dann schwarz und ungeniessbar heraus. danke für den tip

mika ha detto...

Un'altra cosa che non conoscevo...stanno diventando troppe per i miei gusti, in dispensa non ci sta più nulla...

peppinella ha detto...

das sieht so schön aus, cara. und trotz der trockenfrüchte (die mich eher an weihnachten erinnern) finde ich, dass du damit ein tolles sommerliches gericht gezaubert hast. (ich mußte erts mal googeln, was berberitzen genau sind.....)

Isafragola ha detto...

mi hai proprio incuriosita! Spero di trovare queste bacche prima o poi

Ciboulette ha detto...

le bacche di crespino!
Che bello venire qui e resoirare sempre aria nuova :)

Ho fatto un mini post sulle moo mini cards...fantastiche!!

Grazie ancora per la segnalazione! Ti abbraccio :))

mammafelice ha detto...

Alex, leggerti e guardare le tue foto è sempre un'esperienza, direi... immensa.
Grazie.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Claudia, sinceramente mi ricordavo solo succo di lime e bacche di crespino :-) E lui ha parlato per mezzora :-DDDD

*Carola, i cranberries sono molto più grandi e più dolci, ma si potrebbe fare :-)

*Mimmi, tu ti ricordi cos'altro aveva detto il tipo?

*Fico e Uva, in italiano non le avevo mai sentite neanche io.

*Hanna, nicht nur in Wasser (die Wassergarung bezog sich auf den Reis). Der Verkäufer meinte aber, es sei ganz wichtig, die Berberitzen nicht zu lange anzubraten, denn dann sind sie ungenießbar. Warscheinlich sind sie im Ofen zu schwarz geworden. Im Salat sollen sie auch gut schmecken

*Mika, a chi lo dici!

*Peppinella, ich Weihnachten im August ... Du Ostern :-))

*Isafragola, tieni gli occhi aperti

*Ciboulette, le ho viste!!! Belle. E anche il postino stavolta è stato bravo

*Mammafelice, un grande grazie a te

Ciao
Alex

Marilì di GustoShop ha detto...

Non ne avevo mai sentito parlare, ora mi sguinzaglio nella caccia al tesoro ! Grazie!!!