sabato 14 marzo 2009

Un classico da riproporre: lemon poppy seed cake

Cake limone e semi di papavero

In questo ultimo periodo mi capita spesso di essere presa da una voglia irrefrenabile di fare un cake veloce proprio mentre lavoro (meno male che lavoro a casa e ho il forno a portata di mano, altrimenti sarebbe un bel problema soddisfare queste voglie!) Coem al solito devo arrangiarmi con gli ingredienti che ho in casa e stavolta è toccato al cake della copertina dell'ormai conosciutissimo libro di Ilona Chovancova edito da Guido Tommasi. Il lemon poppy seed cake è un classico, proposto da tantissimi blogger. Ma è così delizioso che voglio ripoporlo anche io ... magari c'è qualcuno che ancora non lo conosce (vero Sister?? Questo è alla tua portata!)
Altri abbinamenti limone-semi di papavero li trovate ad esempio da Dandoliva in versione muffin (Danda, dove sei? Tutto bene?). La stessa della Chovancova l'hanno presentata in versione quadrata i cari Calycanti. Una versione simile, ma con la glassa al limone, ce la presenta Sigrid. Mentre Sandra ne ha fatto dei deliziosi minicake. E chissà quante altre versioni ce ne sono. Vabbè, avete l'imbarazzo della scelta, ma provate l'abbinamento perché è davvero buono.
Ah, dimenticavo: secondo me è più buono il giorno dopo. Appena sfornato la consistenza è eccessivamente soffice e sbriciolosa, mentro dopo una notte si compatta e diventa bello succoso.

Ingredienti
  • 180 gr di farina
  • 3 uova
  • 170 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • il succo di 2 limoni
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiai di semi di papavero
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • una presa di sale
  • zucchero a velo per decorare
Preparazione: scaldare il forno a 180°C. Fare sciogliere il burro in un pentolino o nel forno a microonde. Lavare i limoni e grattugiarne la buccia di uno. Spremere entrambi i limoni.
In una scodella capiente, sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e bianco. Aggiungere quindi la farina setacciata, il sale, il burro fuso, i semi di papavero, la buccia ed il succo di limone. Incorporare delicatamente il lievito e versare l'impasto nello stampo precedentemente imburrato e infarinato. Infornare e far cuocere per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare il cake prima di toglierlo dallo stampo. Decorare con zucchero a velo.

Cake limone e semi di papavero

Deutsche Ecke

Zitronen-Mohn-Cake

Ein beliebter Klassiker, der immer und immer wieder schmeckt. Der Zitronensaft gibt dem Kuchen eine besonders frische und spritzige Note. Der Kuchen schmeckt am besten am zweiten Tag, da ist er schön kompakt und saftig. Wenn man ihn sofort nach dem Backen aufschneiden will, ist die Konsistenz noch relativ bröselig.

Zutaten
  • 180 g Mehl
  • 3 Eier
  • 170 g Zucker
  • 150 g Butter
  • Saft von 2 Zitronen
  • geriebene Schale von 1 Zitrone
  • 2 EL Mohnsamen
  • 1/2 Pck. Backpulver
  • 1 Prise Salz
  • Puderzucker
Zubereitung: Den Ofen auf 180°C vorheizen. Die Butter in einem kleinen Topf oder in der Mikrowelle schmelzen. Die Zitronen waschen. Die Schale von einer Zitrone reiben und beide Zitronen auspressen.
In einer großen Schüssel di Eier mit dem Zucker mit dem Rührgerät schaumig schlagen. Das gesiebte Mehl, Salz, Butter, Mohnsamen, Zitronenschale und Zitronensaft hinzugeben und vermischen. Das Backpulver vorsichtig unterheben.
Den Teig in eine gebutterte und gemehlte Kastenform geben und ca. 40 Minuten backen. Den Kuchen erkalten lassen, bevor man ihn aus der Form nimmt. Mit Puderzucker bestäuben.

Fonte/Quelle: Cakes dolci e salati, Ilona Chovancova, Guido Tommasi Editore

39 commenti:

astrofiammante ha detto...

io sono fra quelli che non lo conoscevo...e non mi era capitato di vederla..quindi ben venga la riproposta.....ma quella piega al centro si fa da sola o la si fa?

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Astrofiammante, la piega vien da sola .. non chiedermi perchè e percome, ma mi sono meravigliata anche io :-))
Alex

elisabetta ha detto...

Questo libro sta diventando la mia persecuzione... va a finire che stamattina esco e lo compro.
Oltre al periodo carnivoro vedo che ci accomuna pure quello della cakes-dipendenza... d'altra parte son così veloci da preparare... buon we, baci

k ha detto...

Lo faccio spessissimo da quando l'ho scoperto da Sigrid. E, visto che sono una fan della glassa (i miei denti meno, certo...) lo faccio pure con la glassa. Ottima anche la variante con l'arancia!
baci e buon we!

Babs ha detto...

mi piaceeeeee!!!! è un cake che adoro, anni fa, per la cresima di mio figlio, ordinai presso una pasticceria/panetteria americana a milano, una poppy lemon cake.... era favolosa.... l'ho poi provata in tutte le versioni che citi, mica posso perdermi la tua!!!!
ps: ieri siete state nominate su chez babs per il vs riso alla lavanda..... buonissimo!
buona giornata
babs

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Elisabetta, il libro è perfetto per le ricette veloci. Anche se devo dire che non sempre sono rimasta soddisfatta. Per alcune ricette ci vuole un minimo di correzione.

*K, ma sai che proprio mentre postavo pensavo che potrei provarla anche in versione arancia? Ora che mi dici che l'hai già provata e approvata la rifaccio di sicuro.

*Babs, ho appena visto. Quel risotto è davvero buono, uno dei miei preferiti, nonostante molti storcano il naso.

Baci
Alex

Virginia ha detto...

Alex!!!
Oddio, è da u po' che non ho avuto modo di passare e mi sono persa tantissime cose...il tuo compleanno in primis!
Mi cospargo il capo di cenere e ti faccio davvero i miei migliori auguri in ritardo.
E poi, che figata la raccolta delle ciofeche! Davvero geniale...
Avrei sicuramente dei bocconcini di pollo in crosta di sale da riesumare...
In ultimo, sai che cosa ho preparato l'altro ieri? Questo stesso cake in versione monoporzione (ultimamente sembra che io abbia la fissa per le ricette di copertina!), solo che, siccome ho dei problemi di collegamento tra la macchina e il PC (grrrrr!!!) non sono ancora riuscita a scaricare le foto.

Virginia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lydia ha detto...

Ecco, già mi vedo ad infornare decine di cake per cercare di far venire quella piega!!!
Sai che ti dico? In casa ho tutto, vado a farlo anch'io, e se poi me lo faccio tutto fuori mi hai sulla coscienza ;-))))

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Virginia, grazie per gli auguri, sempre graditissimi! Credo che la crosta di sale abbia un gran "ciofeca-potenziale" :-)))))
Sicuramente lo rifarò anche io in versione monoporzione.

*Lydia, non ti preoccupare, quella piega vien da sola. Poi dovrò chiedere a mia sorella (il chimico in famiglia) quale sia il motivo chimico o fisico che fa venire sta piega.
Non lo mangiare tutto subito!!!! Ricorda che il giorno dopo è più buono :-))

Ciao
Alex

Virginia ha detto...

Nella versione mignon la piega non viene...
Ah, io però ho smesso di montare troppo le uova. Secondo me non è così corretto...crea un composto un po' spugnoso.
Al contrario, di recente cerco di procedere nel classico 'ingredienti secchi+ingredienti umidi' e il risultato mi piace di più, rimane più umidino.

Elga ha detto...

Che bella forma e che bel raggio di sole!!!! Buon fine settimana, un abbraccio

Magnolia Wedding Planner ha detto...

meraviglioso alex! e poi che belli tutti quei semini :-D

golosissima

bacio
Silvia

Snooky doodle ha detto...

che meraviglia. Adoro questo cake.

Isafragola ha detto...

ehm... sono doppiamente imperdonabile, non conoscevo 'sta delizia e non ho semi di papavero in casa. In compenso ho degli ottimi limoni non trattati che mi hanno appena regalato...Mi sa che lunedì mi tocca! Grazie Alex

tartina ha detto...

Ho postato un cake simile con l'aggiunta di pistacchi :]

Ma è bellissimo con questa piega soprannaturale :DDD

*

Vanessa ha detto...

limoni e semi di papavero....che abbinamento io questo dolce non l'avevo mai visto...una bella idea molto semplice ...proprio per tutti! ah beata te che puoi fare i dolci nel mezzo dell'orario di lavoro! come ti invidio!!!!

lenny ha detto...

Da qualche giorno ero alla ricerca di un dolce al limone, ma ora posso porre fine alla mia ricerca, anche se al momento sono sprovvista di semi di papavero ...
Ciao

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Virginia, proverò anche il tuo metodo, anche se devo dire che questo cake era umido abbastanza

*Elga, finalmente il sole!

*Silvia e Snooky, grazie care!

*Isafragola, i semi sono un gradito optional, la sono certa che il cake è buono anche senza. Quindi non ti resta che provare

*Tartina, ce li vedo molto bene i pistacchi

*Vanessa, il problema è che avendo il frigo a portata di mano, le tentazioni sono in agguato dalla mattina alla sera!!

*Lenny, come dicevo a Isafragola sono certa che la torta viene buona anche senza semini.

Buona domenica
Alex

v@le ha detto...

che idea simpatica-- e anche l'aroma deve esser ottimo!
baci
vale

Artemisia Comina ha detto...

niente di più bello che lavorare e cucinare. anni fa non avevo scrivania e lavoravo sul tavolo di cucina. provai una quantità di deliziose ricette a fuoco lento che con il loro calore pippiolante mi facevano comagnia e mi davano un motivo per alzami quando mi prendeva l'irrequietezza; quando ne rifarò una per postarla te la dedico :)

e poi ti darò soddisfazione. non conosco questo dolce.

FairySkull ha detto...

Ma dai e' bellissimo e anche l'abbinamento mi piace! Pensa che io non l'avevo ancora visto ! Buona domenica Lisa

a.o. ha detto...

Hai fatto benissimo a riproporlo, cara Alex, mi piace un sacco già solo a guardarlo.
Lo introduco subito nelle Baking-Therapy Recipes, mi sembra adeguatissimo, non credi?

un bacione e buona domenica
a.o.

mika ha detto...

Ode a chi ha inventato il lemon poppy seed cake... ^_^

nina ha detto...

cercherò di fare una versione gluten free allora io :D! ma anche tu da casa? e che lavoro fai se posso sapere? un bacio buona domenica limoncina papaverina!

Fiordilatte ha detto...

Così classico questo dolce...che non l'avevo ancora visto :) va beh, succede di perdersi qualcosa ogni tanto. Credo che utilizzerò al più presto i semini di papavero bio appena comprati!

comidademama ha detto...

Anche io le avevo fatte, nel lontano 2007, erano Tortine allo yogurt, limone e semi di papavero. Dopo avere buttato via una porzione seguendo una ricetta ero arrivata a queste tortine.

Ma proverò il tuo cake, dato che ho 2 Kg di semini di papavero, reduci da un evento organizzato tempo fa. Diciamo che posso sfamare un esercito!

VerA ha detto...

Io non la conosco ancora, ma devo provarla assolutamente, che vogliaaaaaa!!!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Sìììììì, mi hai ricordato dei buonissimi muffin che avevo assaggiato l'estate scorsa :-) Copio! Baci

papavero di campo ha detto...

ho questo libro, davvero ricoo di spunti,
i semi di papavero non vorrei sembrasse pleonastico ma mi piacciono un casino!
ciao alex!

Giovanna ha detto...

l'aspetto è quello di un cake perfetto, morbido come piace a me... non ce la farei a resistere fino al giorno dopo :)

Danda ha detto...

Ciao Alex, ogni tanto mi rifaccio viva anch'io, soprattutto quando c'è da commentare un tortino invitante come questo :-)
Per quanto mi diverta cimentarmi in dolci elaborati i miei preferiti restano sempre le torte rustiche alla frutta, le crostate e i cake. Questo in particolare deve essere delizioso. Sento già il profumo del limone e i semini che scricchiolano sotto i denti...
un abbraccio!

brii ha detto...

mi piace l'idea dell'abbinamento limone-papvero...
mmmmmmmmmmmmmmm
proviamo!!!

ti auguro una bellissima nuova settimana, alex!
baciusss tanti :)

Jelly ha detto...

QUesto libro per me è ormai un must! Però non ho ancora provato questo cake. Ma come si fa ad aspettare il giorno dopo per mangiarlo??? :-)))

fiore_labs ha detto...

Se vai sul mio blog ho pubblicato un post in onore di questo cake.... l'ho fatto anche io ieri e tutti hanno gradito!!! Locamente al giorno dopo non è nemmeno arrivato!!!!
baciotti
fiore

Claudia ha detto...

mi segno anch'io tra quelle che non lo conosceva, adesso si però :)
grazie Alex
bacetti
cla

cocozza ha detto...

Non l'ho mi fatto ma m'intriga tantissimo che buono che deve essere
un bacione cocozza

Mariù ha detto...

Eccolo di nuovo, questo dolce mi perseguita!
Ho copiato la ricetta da Sigrid tantissimo tempo fa, mi sono ripromessa di farlo per una vita e ancora eccomi qua che sbavo!
Questa é la volta buona, lo sai che tu hai il potere di farmi provare a cucinare di tutto...
Baci, buona giornata!!

Nina ha detto...

Lo proverò sicuramente...