giovedì 20 novembre 2008

Un altro outsider

Risotto di scorzonera


Continuano i miei esperimenti con ortaggi "outsider". Era un po' che adocchiavo queste radici nere, la scorzonera. Sono bruttine anche loro eh, ma una volta tolto il manto nero, ne esce fuori una radice bianca e delicata. Qui vengono chiamate anche "gli asparagi invernali" ed in effetti assomigliano un po' all'asparago bianco. Non ho ancora provato a mangiarle crude, ma ho letto che si prestano per ottime insalate. Facendo qualche ricerca in Internet ho pensato che un risotto sarebbe stata una preparazione ideale. Il tocco particolare (e assolutamente necessario, altrimenti risulterebbe troppo noioso) è dato dal formaggio mischiato al cren o alla pasta di wasabi. L'idea delle "tagliatelle di scorzonera" caramellate mi è venuta ripensando a quest'altro risotto in cui avevo usato gli asparagi caramellati.
Anche Cat aveva parlato della scorzonera lo scorso inverno. Trovate la sua ricetta qui.

Risotto di scorzonera

Ingredienti per 2 persone
  • 450 gr. ca di scorzonera
  • 1 scalogno
  • 1 limone
  • 250 gr di riso per risotti
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 100 ml di vino bianco
  • 2 cucchiai di formaggio tipo Philadelphia
  • 1 cucchiaio di cren o 1-2 cucchiaini di pasta di wasabi
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • olio, sale e pepe
Preparazione: lavare la scorzonera sotto acqua corrente con una spazzola e sbucciarla usando un pelapatate (consiglio di usare i guanti). Metterle subito in una grande scodella con acqua e limone per evitare che si anneriscano. Tenere due radici a parte per le chips. Tagliare le restanti radici a rondelle e e rimetterle nell'acqua con il limone finchè non verranno prepeparate. Tagliare finemente lo scalogno e farlo rosolare in un tegame con po' d'olio. Aggiungere le rondelle di scorzonera ben scolate ed il riso e lasciare insaporire per qualche minuto. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere il brodo man mano che occorre.
Intanto tagliare finemente le radici di scorzonera messe da parte con il pelapatate per ottenere delle "tagliatelle". Scaldare dell'olio in una padellina e rosolare le tagliatelle di scorzonera finché non saranno croccanti. Aggiungere lo zucchero di canna per caramellare.
Mischiare il formaggio con il cren o il wasabi. Al termine della cottura del riso mantecare con il formaggio. Salare e pepare. Guarnire con le tagliatelle di scorzonera e servire ben caldo.

Scorzonera


Deutsche Ecke

Schwarzwurzel-Risotto


Zutaten für 2 Personen
  • 450 g Schwarzwurzeln
  • 1 Schalotte
  • 1 Zitrone
  • 250 g Risottoreis
  • 1 Liter Gemüsebrühe
  • 100 ml Weißwein
  • 2 EL Frischkäse (z.B. Philadelphia)
  • 1 EL Meerettich oder 1-2 TL Wasabipaste
  • 1 EL Rohrzucker
  • Olivenöl, Salz und Pfeffer
Zubereitung: Zitronensaft mit kaltem Wasser in eine Schüssel geben. Schwarzwurzeln mit einer Gemüsebürste unter fließendem Wasser waschen, schälen (Hände am besten mit Einweghandschuhen schützen) und sofort ins Zitronenwasser legen, damit sie sich nicht verfärben. 2 Schwarzwurzeln ganz lassen, die restlichen in dünne Scheiben schneiden und zurück ins Zitronenwasser geben.
Schalotte schälen und fein würfeln. Öl in einem Topf erhitzen. Die Schalotte zugeben und bei mittlerer Hitze glasig dünsten. Reis und die abgetropftenSchwarzwurzeln zugeben und 2 Min. mitdünsten. Wein zugießen und ganz einkochen lassen. Reis und Schwarzwurzeln mit heißer Brühe auffüllen, bis alles knapp bedeckt ist. Offen bei milder Hitze garen, dabei immer wieder umrühren und nach und nach die restliche Brühe zugießen.
Die 2 restlichen Schwarzwurzeln mit einem Sparschäler in dünne Streifen schneiden. Öl in einer Pfanne erhitzen und die Streifen kross anbraten. Mit Rohrzucker karamellisieren. Den Frischkäse mit dem Meerettich oder Wasabi mischen und kurz vorm Servieren unter den Risotto mischen. Bei Bedarf salzen und pfeffern. Mit den Schwarzwurzelstreifen garnieren und heiss servieren.

Leicht verändert nach Essen und Trinken.

Postato da Alex

53 commenti:

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Ciao Alex! Quanti ortaggi ancora da scoprire :-) la varietà sulla tavola è allegra e salutare. Soprattutto se ci sono ricette collaudate, viene voglia di uscire da routine! Baci

manu e silvia ha detto...

sinceramente la scorzonera non l'abbiamo mai assaggiata, però questo risotto non sembra niente male!!
per la serie...bissogna provare tutto eh?!
bacioni

Ciboulette ha detto...

Buongiorno Alex!!!

Grazie per aver postato la foto(bellissima, anche se la scorzonera esteticamente se la gioca col sedano rapa!!! ), conosco questo ortaggio da anni ma solo di nome, non l'ho mai trovato in vendita...

Una ricetta davvero interessante, e non solo per l'ortaggio inedito :))
Un abbraccio e buona giornata!

Sere ha detto...

Quando sento parlare di scorzonera e radici mi viene sempre in mente la nonna...
Io le ho assaggiate un paio di volte ed anche semplicemente bollite mi piacciono molto. Proverò il tuo risotto ed il tocco di classe delle fettuccine caramellate.
Un bacione sweet alex!

Castagna e Albicocca ha detto...

Io non l'ho mai sentito...ma mi metterò alla ricerca!!
Però ho finalmente trovato il sedano rapa....Appena riesco ci faccio qualcosa!

BACIO CASTAGNA

Wennycara ha detto...

Leggiucchiando qua e là vedo che queste radici si estraggono in ottobre, dunque è proprio di stagione... chissà magari in un negozietto "un pò alternativo" o al mercato centrale si riesce a pescarla. Una domanda: tu l'hai trovata in un comunissimo super? Quanto sono forniti quanto a frutta e verdura in germania? Privilegiano i raccolti di stagione o no?
Ti lascio con questa pioggia di domande, sorry:P è che mi hai proprio incuriosita!
buona giornata,
wenny

Onde99 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Onde99 ha detto...

Ma che cosa inedita!!! Sai che non ho mai visto questa cosa in vendita? Forse è una specialità da mercato agricolo? (Scusa, avevo eliminato involontariamente il commento precedente, che era lo stesso)

Carla ha detto...

Ma quante cose ci sono da conoscere?
Mai visto e sentito parlare!
Ogni volta che vengo da te scopro sempre ricette nuove...sei propio una scienziata ehhhh:D
Bellissimo risotto e mi sa pure che era buono vero?
Carla

Nepitella ha detto...

Ciao Alex! Oddio anche questo ortaggio è brutterello... però mi sa che potrebbe appartenere alla cattegoria brutti ma buoni no? Un bacione
p.s. hai capito bene la mia sorellina è chef pasticcera:D

Giorgia ha detto...

avevo anch'io alcune ricette con la scorzonera, ma non ho mai osato... mi piace questo risotto. se ben ricordo nelle mie ricette era un accompagnamento per il pesce, ti suona bene?
buona giornata

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Twostella, è proprio grazie al blog che sono diventata più coraggiosa e curiosa negli acquisti. Di radici strane qui ce ne sono tante e vale la pena provarle tutte

*Manu e Silvia, sicuramente non é un ortaggio facilmente reperibile in Italia, ma se lo trovate provatelo

*Ciboulette, eh eh, queste lo battono pure il sedano rapa!

*Sere, mia nonna invece le faceva sempre in una specie di bechamel. Qui si trovano anche in barattolo già belle pulite. Ma preferisco sempre l'ortaggio fresco

*Castagna, mi raccomando, fammi sapere come ti sei trovata con il sedano rapa

*Wenny, allora, qui sono abbastanza ben forniti, anche nei supermercati. Tuberi e radici vanno alla grande e si trovano moltissime varietà. Ho invece difficoltà a trovare degli ortaggi tipicamente meridionali come le cime di rapa, la cicoria, gli agretti (introvabili), i pomodori quelli veri ... bitorzoluti e pieni di pieghe (si trovano piuttosto quelli di serra). Anche con i carciofi siamo messi maluccio. Quando sono fortunata trovo alcuni di questi ortaggi nei negozi turchi.
La scorzonera l'ho trovata in un normalissimo supermercato. Si trova anche in barattolo

*Onde99, si credo proprio che sia cosa da mercato agricolo.

*Carla, si era molto buono, soprattutto per quel tocco piccantello che gli da il cren. Da solo sarebbe un po' noioso.

Ciao
Alex

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Nepitella, una sorella pasticcera - fantastico. Si, è proprio brutterella questa radice, ma tanto buona, porella :-)

*Giorgia, osa osa!! Ce lo vedo bene con il pesce. È un ortaggio delicato, il sapore non è particolarmente forte quindi ti consiglio di condirlo bene.

Ciao
Alex

Saretta ha detto...

Caspita mi ricordo del post di cat!Ma sto risotto...è superlativo!
Alex grazie per promuovere questi prodotti!
bacioni
saretta

ciciuzza ha detto...

ecco qua.. un altro ortaggio che non conosco molto e che non trovo ma che mi incuriosisce tantissimo. grazie per l'ennesimo input! :) ... dovrò fare qualche ordine su internet! ;)

Dolcetto ha detto...

Grazie a te imparo sempre qualcosa di nuovo!!
Un bacione

a.o. ha detto...

che bella consistenza ha questo risotto, Alex, così cremoso. E poibn è così stimolante conoscere nuovi ingredienti.
Sei l'avanguardia del food e del blog.
Bacio

Giovanna ha detto...

Ovviamente, qui niente scorzonera.
L'ho assaggiata una volta su una nave; ricordo di aver messo in crisi il cameriere chiedendogli: "Questa cos'è? Scorzonera?". Lui prima mi rispose: "Patate". Poi, di fronte alla mia insistenza e al mio scetticismo andò a chiedere in cucina.
Però non ricordo proprio che sapore avesse.
La scelta del cren o del wasabi è molto particolare: complimenti, creativa come sempre!

Francesca ha detto...

Quanto ci dà la Natura, e io neanche sapevo! ;)
un bacio fumante.

berny ha detto...

Hummmmmmm, con i risotti mi inviti a nozze...!!! :)

Eva ha detto...

Schwarzwurzel-Risotto - schöön! Ich liebe zum einen Risotto in allen Variationen und zum anderen auch Schwarzwurzeln (hab' neulich eine Suppe daraus gemacht), so kommt mir dein Rezept gerade recht - danke! :-)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Saretta, la prossima volta voglio proprio provarla come contorno

*Ciciuzza, sicuramente non sei la sola a non conoscerlo. Prima che arrivassi in Germania io non l'avevo mai visto

*Dolcetto, credo che dalle tue parti potresti trovarla

*A.o., grazie, ma non sono affatto all'avanguardia. Mi limito solo a provare gli ingredienti che trovo.

*Giovanna, immagino quel povero cameriere in crisi! E come era preparata? Come contorno?

*Francesca, credo che nessuno di noi immagini quanto ci possa davvero regalare la natura

*Berny, :-)))

*Eva, es war mein erstes Experiment mit Schwarzwurzeln. So langsam fange ich an, alle Gemüsesorten auszuprobieren, die mir aus Italien völlig fremd sind. Dieses Risotto ist durch den Meerettich-Touch besonders lecker

Ciao
Alex

Elga ha detto...

Mi piace molto questo tuo viaggio tra gli ortaggi desueti, questa scorzonera però sono sicura che anche nel mio angolo di mondo la posso provare e rifare quel tuo splendido risotto.
P.S Scusa per le troppe calorie che ti voglio far ingurgitare:)
Elga

Fra ha detto...

Sono sinceramente ammirata...questo viaggio nel mondo degli ortaggi meno conosciuti è avvincente e incredibilmente gustosa...peccato che le materie di cui parli non siano proprio di facilissima reperibilità, ma la ricerca darà più gusto al piatto ;D
Un bacio e buona giornata

cuochetta ha detto...

che donna ispirata! mi piace un sacco che ci fotografi anche l'ingrediente principale... anche perchè mi sento così ignorante a volte! :)

Un bacione e grazie x i pensieri!
Anna

brii ha detto...

buon giorno alex!!
tutti in cerca della scorzanera. :)
anche a me piace moltissimo che fai i primi piani degli ortaggi.
fa venire voglia consocerli da vicini...mangiandoli!!
mi incuriosisce il gusto da crudo.

sai che non avevo mai pensato al kren insieme alla phildelphia...deve essere buonissimo.
quello lo posso provare al volo! :)))
buonissima giornata.
baciusss

JAJO ha detto...

LIEBES: tu non sei normale !!
A parte tutte 'ste cose strambe: ma con la salute vacillante ti sgranocchi cren, formaggi e wasabi ?!?! :-)
Ah, la razza ariana..... io sarei già stecchito hehehehe

essenza di vaniglia ha detto...

ho letto qualche volta il nome della scorzonera su qualche libro di cucina, ma non l'ho mai trovata in commercio!
hai ragione è davvero bruttina, ma il risotto sembra divino!

Lory ha detto...

Ciao Alex , a me piace da morire fritta tipo chip's per intenderci ,però sai una cosa?
Qui in italia nn l'ho mai vista così nera ,sempre gia "sbianchita"
Il risotto è semplicemente fantastico complimenti!!

Giovanna ha detto...

Sì, Alex: era servita come contorno ad un arrosto, ma francamente non ricordo come fosse preparata. Non in modo memorabile, come si evince dalla chiarezza delle mie memorie.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Elga, non ti devi scusare ... sono io che sono una golosastra tremenda

*Fra, infatti mi dispiace anche un po' presentarvi degli ortaggi difficilmente reperibili da voi in Italia. Ma non si sa mai ... e se mai doveste vederli da qualche parte, almeno sapete già cosa farci

*Cuochetta, anche gli ingredienti nudi e crudi hanno il loro fascino ... per quanto siano brutti a volte :-)

*Brii, anche per me l'abbinamento Philadelphia e cren era nuovo, ma sicuramente lo rifarò anche per altre preparazioni. A Natale dell'anno scorso feci i bignè del cavoletto con formaggio e salmone ... secondo me ci sta benissimo anche il formaggio al cren

*Jajo, tranquiiii, sto solo già preparando i miei organi digerenti ai filetti di baccalà :-) Diciamo che è training. La settimana prossima cmq mi faccio dare un'occhiata dallo specialista :-(( (Che probabilmente mi vieterà marmellate di zucchine e risotti al cren!)

*Essenza, il risotto è tanto buono quanto brutta è la scorzonera

*Lory, infatti di tutto il risotto ho preferito le fettuccine caramellate :-) Le chips devono essere divine. Io qui invece le ho sempre solo trovate così nere ... perciò non ho mai avuto il coraggio di farle prima

*Giovanna, presumevo ;-)

Ciao
Alex

Wennycara ha detto...

grazie Alex, chiara e esaustiva come sempre :)
wenny

sally ha detto...

Brutte da vedere un po' si, ma presentate e cucinate come le hai fatte tu sono tutta un'altra cosa, assaggerei volentieri questo bel risotto,ciao sally

Erborina ha detto...

mai visto!! ci sono ancora tante cose da scoprire!!
Bellissime le foto. Mi viene l'acquolina in bocca con questo risotto :P

brii ha detto...

alex cara!!
favoloso!!
oggi a pranzo, soia spadellata con verdure, knäckebröd e...fette di prosciutto arrotolati con philadelphia e cren dentro.
flo ringrazia..io anche!!
:))
buonissima serata
baciuss

Scribacchini ha detto...

Se questo è un erstes experiment, chissà cosa combinerai in seguito!!! Spettacolare sia la ricetta che la foto. Ho un ricordo tenerissimo legato alle scorzonere, la piccolissima e ormai anzianissima tàta Joséphine che imprecava come uno scaricatore di porto mentre le sbucciava. C'è da dire che gli orti del Delfinato conservano tutte le pietre di una morena glaciale quindi le radici che da te sono perfettamente diritte, da me crescono a zigzag ;-)Un bacio. Kat

la frenk ha detto...

Dai Alex!!! Sei una fucina di idee sempre stimolanti... e poi le foto... sono sempre così eleganti e intense... forse nei prox giorni avrò bisogno di contattarti... dove posso scriverti?
un caro saluto

SiLviA ha detto...

ciao alex, che strani questi ortaggi! ma sanno di asparago?? ultimamente ci stai mostraqndo dei piatti davvero particolari! brava!!! A presto! S.

enza ha detto...

eh no eh!
non faccio a tempo ad abituarmi al sedano rapa che fortunatamente vendono al super sotto casa che te ne esci con queste altre....vabbè vabbè smetto di brontolare e cerco!!!

elisa ha detto...

Ma quanto mi siete mancate..e sporattutto le tue scoperte culinarie cara Alex!!Bacio

comidademama ha detto...

La scorzonera l'ho scoperta in Olanda, me l'hanno messa in una biocesta e l'ho cucinata con un'amica olandese, ma mia nonna aveva una passione per le radici e mi ricordo di averla categoricamente rifiutata di assaggiarla.
mia nonna aveva una parte di orto sperimentale dove piantava tutto quello che la incuriosiva. Mi sa che la scorzonera arrivava da lì.
la tua ricetta mi sembra ottima!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Wenny, ;-)

*Sally, il cuore è tenero

*Erborina, ho visto tante altre radici ieri al mercato ... ma devo prima documentarmi, poi magari provo anche quelle

*Brii, tu sei incredibile!!

*Kat, immagino la tua tata come impreca con le radici tutte storte in mano. In effetti sono noiose da pulire già da dritte, figuriamoci storte!!

*La frenk, mi puoi scrivere all'indirizzo cuochedellaltromondo@yahoo.it

*Silvia, no non sa molto di asparago, è più la consistenza che gli somiglia

*Enza, stavolta l'incarico di ricerca ortaggi è difficile :-))

*Elisaaaaaaaaa, bentornataaaaaa

*Comida, allora la curiosità in cucina l'hai ereditata da tua nonna?
Hai ragione, anche qui è un ortaggio molto amato per le Biokisten

Buona giornata
Alex

sandra ha detto...

mi piacciono molto e nel risotto non le ho mai provate! ;-P slurps!!
Appena le addocchio al mercato ci faccio un pensierino.
Brava bellissima la foto 'in nero', ha una luce bellissima!
baci e buon w.e.

giucat ha detto...

Carissima Alex, rimango sempre affascinata quando scopro un ingrediente nuovo, per me sconosciuto (e tu me ne hai fatti scoprire molti!). Bellissima la foto della scorzonera. Un abbraccio, Cat

Camomilla ha detto...

Io la scorzonera non l'ho mai assaggiata, però l'ho vista comparire in svariate ricette dell'enciclopedia della cucina italiana... ti ringrazio per aver messo la foto della radice "al naturale" così se per caso la dovessi vedere in qualche negozio la saprò riconoscere... anche se credo che non sia facilmente reperibile in Italia vero?
Comunque complimenti per il risotto, deve essere sublime!
Un abbraccio e buon fine settimana!

a.o. ha detto...

Ma come no, Alex, provare ciò che non si conosce è audacia: la tua nuova impronta, è quella ad essere avant-garde.
baci

Cosmopolita ha detto...

Questa scorzonera mi mancava e mi ha incuriosito. Non l'ho mai vista al banco frutta, proverò al mercato di piazza Vittorio...chissà che non abbiano anche questa.

giulia ha detto...

mmmh, mi sa che sono proprio messa male... Non conosco la scorzonera e manco il cren... Il wasabi si però! (mi salvo in calcio d'angolo?)
Bellissima l'idea delle tagliatelle caramellate e bella la foto alle scorzonere su fondo blu!
Un bacione giulia

Anicestellato... ha detto...

Quante cose devo ancora imparare inquanto a cibo, la scorzonera non la conoscevo assolutamente, grazie e complimenti

Mariluna ha detto...

Ciao Alex, anche tu non scherzi con novità ed esperimenti, vedo questa radice sempre al mercato, qui é molto usata, ma a dire il vero io non l'ho mai comprata. Il tuo utilizzo é molto interessante sarà la volta buona??? credo che prendo nota nella lista perché ora mi incuriosisce ancora di più.

Mariluna

sciopina ha detto...

mi sa che l'ho mangiato una volta ma nn ne ricordo affatto il sapore. Il tuo risotto però sembra proprio buono buono..aspetto altre ricette con qsta radice..

Aiuolik ha detto...

Ciao carissima! Non riuscirò mai a recuperare il tempo perduto...per oggi ti mando un salutone, riprenderò a leggerti dai prox giorni!
Un abbraccio,
Aiuolik
PS Estate 2009 in Sardegna da MuVarA :-)

cat ha detto...

ciao alex, grazie per la citazione, enonèvalidoperò! la tua ricetta è moolto più golosa, la mia risulta quasi da monastero buddista ;O),
saluti golosi e un po' outseider, ohhhhhm, cat