domenica 30 novembre 2008

Primo Avvento

Linzertorte natalizia

Per questo primo Avvento 2008 non può mancare un buon dolce. Oggi si accende la prima candelina della tradizionale corona d'avvento. Inizia il countdown di Natale. Ho scelto una torta austriaca per quest'occasione, la classica Linzertorte rivisitata in versione natalizia. Le mie stelle si sono tutte un po' spatasciate - mi serve un po' più di esercizio. Se sarete più accurati di me, questa è un'idea regalo molto carina. Confezionata in una bella scatola natalizia con un bel fiocco fa la sua bella figura. Inoltre è un dolce che si conserva a lungo, sempre se conservato in una scatola ermetica. Io ho un buffo ricordo di questo dolce. Tantissimi anni fa, avrò avuto 19 anni, mi invaghii proprio l'ultimo giorno della vacanza in un maestro di sci di Linz (il classico!). Anche io non sembravo dispiacergli e così, una volta ripartita, iniziò uno scambio di lettere per rimanere in contatto. Con ogni lettera persi di più la testa. Secondo me aveva subito capito che ero di buona forchetta e prima di Natale arrivò un pacco dall'Austria. C'era dentro un chilo di briciole che erano partite dall'Austria sotto forma di Linzertorte. La mangiai col cucchiaino, sbriciolosa come era ... con ogni cucchiaino sempre più innamorata.
Arrivò il giorno dell'incontro ... non se ne fece nulla. Troppo diversi, troppo lontani. Ma il sapore di quella torta lo ricordo ancora oggi.

Questa ricetta partecipa alla raccolta del blog Fragole & Cioccolato "Un regalo dalla cucina - i foodbloggers a Natale".

Ingredienti per uno stampo grande (26 cm) o per 2 piccoli (16 cm)
  • 170 gr di farina di mandorle
  • 150 gr di nocciole tritate finemente
  • 300 gr di farina
  • 300 gr di burro freddo
  • 200 gr di zucchero semolato finissimo
  • 1 uovo
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 2 cucchiaini di spezie miste (zenzero in polvere, chiodi di garofano, noce moscata)
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1 cl di Kirsch (acquavite di ciliegie)
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 20 gr di pasta di mandorle
  • marmellata di lamponi o di altra frutta qb
Preparazione: tostare le mandorle e le nocciole in una padella antiaderente e lasciarle raffreddare. Setacciare la farina sul piano di lavoro o in una scodella. Tagliare il burro a pezzetti e distribuirlo sulla farina. Aggiungere mandorle, nocciole, zucchero, uovo, zucchero vanigliato, spezie, acquavite, lievito e marzapane. Impastare tutto velocemente con le mani fredde fino ad ottenere un impasto liscio. Avvolgere nella pellicola e mettere in frigo per almeno 1 ora.
Imburrare lo stampo (gli stampi) e rivestirlo/li con due terzi dell'impasto. Distribuire la marmellata sull'impasto. Stendere con il mattarello il resto dell'impasto e ritagliare con delle formine delle stelle (o altre forme a piacere). Distribuire le stelle sulla torta. Cuocere nel forno preriscaldato a 160°C per circa 35 minuti (se usate gli stampi piccoli 25 minuti, se usate degli stampi da tartelettes ancora meno). Far raffreddare completamente prima di togliere la torta dallo stampo.

Linzertortine

Deutsche Ecke

Weihnachtliche Lintertorte


Zutaten für 1 große (26 cm) oder 2 kleine (16 cm) Springformen
  • 170 g gemahlene Mandeln
  • 150 g gemahlene Haselnüsse
  • 300 g Mehl
  • 300 g kalte Butter
  • 200 g feinster Zucker
  • 1 Ei
  • 1 Pck. Bourbon-Vanillezucker
  • 2 TL Lebkuchengewürz
  • 1/2 TL Zimtpulver
  • 1 cl Kirschwasser
  • 2 TL Backpulver
  • 20 g Honigmarzipan
  • Konfitüre (Himbeer o. Ä)
Zubereitung: Die gemahlenen Mandeln und Haselnüsse in einer beschichteten Pfanne ohne Fett unter Rühren anrösten und abkühlen lassen. Das Mehl auf die Arbeitsfläche oder in eine große Schüssel sieben. Die Butter in kleine Stücke schneiden und mit Mandeln, Nüssen, Zucker, Ei, Vanillezucker, Gewürzen, Kirschwasser, Backpulver und Marzipan zum Mehl geben. Alles rasch mit kühlen Händen zu einem Teig verkneten und zu einer Kugel formen. In Frischhaltefolie wickeln und mindestens 1 Stunde kühl stellen.
Eine große oder 2 kleine Springformen (oder Tarteletteförmchen) einfetten. Zwei Drittel des Teiges in die Form(en) verteilen und die Formen damit auskleiden. Dabei einen halbhohen Rand formen. Die Konfitüre auf dem Teig verteilen.
Den Backofen auf 160°C vorheizen. Den restlichen Teig verkneten, ausrollen und mit verschiedenen Formen (Sterne, Schneeflocken), ausstechen. Die Torte(n) mit dem Teig verzieren und im Ofen etwa 35 Minuten (kleine Torten 25 Minuten, Tartelettes noch weniger) backen. Herausnehmen und vollständig abkühlen lassen.

Quelle: Weihnachten wie wir es lieben, M. Drexel - V. Witzigmann, Zabert Sandmann Verlag, S. 15

Postato da Alex

54 commenti:

Adrenalina ha detto...

Ma bellissimo il ricordo di questa torta tutta sbriciolosa avrà avuto il sapore dell'ammmore!!! A me l'unico insegnante di sci che è capitato nella mia breve storia di sciatrice è stato un vecchio bavoso, sarà per quello che non ho più sciato? La tua torta è bellissima e le stelle sono bellissime!

JAJO ha detto...

Carina la torta con le stelle "cadenti" hahahahahaha
Hai capito la sòra Alex che te rimorchia er maestro de sci... hehehehe
Io non mi ero innamorato del maestro di sci di fondo ma della "coallieva": Kay Rush !!! Bellissima !!! :-D

Twinky ha detto...

beh dai...ma che storia carina!!! e la tortina mi sembra buonissima, in pieno stile natalizio

Ilaria ha detto...

Ciao Alex mi hai fatto venire tanta voglia di iniziare a decorare la casetta! La torta sembra buonissima..hai provato a metterla in frezzer prima di andare in forno? Per mantenere la forma certe volte aiuta!
Un abbraccio,
Ilaria

fedeccino ha detto...

La mia insegnante di sci era una nazista altoatesina, che mi ha terrorizzata al punto da farmi arare una pista col naso fino a valle, e da togliermi la voglia di calzare gli sci per l'eternita' :P
Il dolce austriaco rivisitato mi fa venire l'acquolina, pero' !

petunia ha detto...

buona la linzentorte..io ci sono andata a linzen, ( mi hanno fatto fare toccata e fuga.... ma ci sono stata).

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Adre, anche io non ho più sciato da allora :-))))

*Jajo, e ti dico pure un'altra cosa ... non è stato l'unico maestro da sci nella mia vita :-)))))))) Ma all'altro non associo nessuna torta

*Twinky, non è altro che una crostata speziata. Molto buona

*Ilaria, io solitamente non decoro molto casa perchè non sono mai qui a Natale, bensì dalla mia famiglia a Roma. Un po' mi dispiace perchè adoro le decorazioni natalizie. Ottimo consiglio quello del freezer. Proverò sicuramente

*Fedeccino, ahahaa ;-)))

*Petunia, io invece non ci ho mai messo piede :-)

Ciao
Alex

JAJO ha detto...

Aaaahhh, ma allora sei recidiva !!!
Hahahahahaha

nina ha detto...

machebelracconto-memoria! divertenti le briciole che arrivano e tu cucchiaio a cucchiaio sempre piu persa! non la scorderò facilmente mi sa ;)
un bacio
F

Anonimo ha detto...

ma la linzer torte non va fatta con la farina di grano saraceno? o mi confondo con un altro dolce austriaco?

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Jajo, e non me ne pento :-))

*Nina, persa è proprio il termine adatto! E con quel sorrisino da ebbete mentre affondavo il cucchiaio nelle briciole ...

*Anonimo, come per tutte le ricette tradizionali ci sono varie versioni. Non so se quella originale sia esclusivamente con la farina di grano saraceno. Io ho trovato varie ricette con farina normale. Poi ci sono le versioni con il cacao nell'impasto. Credo si trovi di tutto.

Ciao
Alex

VerA ha detto...

Che romantico gustoso ricordo :)

giucat ha detto...

Alex, sei davvero una ragazza romantica! Il tuo racconto mi ha fatto sorridere, soprattutto la scena della torta mangiata con il cucchiaio :) Hai gli stampini a forma di fiocco di neve? Sono davvero carini! Ti abbraccio forte, Cat

Castagna e Albicocca ha detto...

Ahahahah che storiella romantica!!Mi immagino te piccolina, che mangi a cucchiaiate le briciole austriache,....
però era stasto davvero un pensiero carino!!!

SiLviA ha detto...

bellissime tortine e soprattutto bellissimo racconto... saranno state buonissime quelle briciole! :) a presto! Silvia

Viviana ha detto...

il chilo di briciole da mangiare col cucchiaio con gli occhietti sognanti mi ha fatto sciogliere..
io non ho mai indossato un paio di sci... abituata com'ero alle pinne... però queste tortine le vorrei proprio assaggiare!!
sono bellissime, e le stelle non mi sembrano spatasciate :)
ora corro a fare la zuppa!!
smaaackkkkkkkk

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Con questo ricordo lo spirito natalizio si moltiplica!!! Conservare questi piccoli pezzetti di sogno rende più dolce il quotidiano (anche la linzertorte :-P)
Bacione

brii ha detto...

sei dolcissima!
che bei ricordi...
buon primo advent, mia cara..
anche qui abbiamo acceso la prima candela.
fra poco è natale...
un fortissimo abbraccio
baciuss

k ha detto...

Non ho mai ricevuto una torta da un innamorato, ma sicuramente avrei perso la testa pure io... Per il resto, sto cominciando a ripigliarmi - culinariamente parlando - e stavo giusto pensando ai dolci di natale. Questa torta la voglio assolutamente provare!
baci
k

Elga ha detto...

Che bella atmosfera mi hai fatto trovare, dall'inizio alla fine:) Ti abbraccio Elga

SERE ha detto...

Alex, sei stata colpita dal fascino del maestro di sci eh?!
Quante storie che ho sentito raccontare dal mio amico maestro di sci! :-)
La linzer invece, è uno dei miei pensieri...prima o poi gli darò forma... un bacione...
Sere - CUCINAILOVEYOU.COM

comidademama ha detto...

le stelle sono bellissime!
noi abbiamo iniziato a sgranocchiare il calendario dell'avvento di ctm

sally ha detto...

Che meraviglia questa torta, sai ne ho sempre sentito parlare ma non l'ho mai fatta. Un'amica austriaca mi dice sempre che è il suo dolce preferito, dovro' decidermi a provarla, magari questo natale. Che carino il tuo racconto, davvero dolce, è bello avere dei ricordi legati ad una ricetta. Tutto molto bello Alex, ciao sally

sariti ha detto...

bellissima questa torta! :.)

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Ma che bel ricordo e che voglia di tornare su in Austria !!!! Anche se per Natale mi sa che una capatina la farò! Buonissima la torta! Baci Laura

Castagna e Albicocca ha detto...

mmmmm....molto meglio del maestro di sci...la linzentorte te la prepari tutte le volte che ne hai voglia ed è sempre come la vuoi tu!
bacio! Albicocca

Lory ha detto...

IL mio primo maestro di sci,bellissimo peccato avessi solo 9 anni ;-)
Bel regalo davvero grande idea Alex!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Vera, è da allora che non mangiavo questa torta !

*Cat, gli stampini me li ha regalati l'anno scorso una carissima amica e li trovo meravigliosi

*Castagna, e tutta la famiglia intorno a me che mi prendeva in giro ;-)

*Silvia, quelle briciole avevano un ingrediente speciale, irreperibile

*Viviana, io invece le pinne le ho messe una volta sola e per poco non faccio uno di quei voli!!

*Twostella, era un ricordo che avevo rimosso per tanti anni, ma appena ho riprovato questo dolce era vivo nella mia mente, come se fosse stato ieri

*Brii, che bello che deve essere nella vostra famiglia - tradizioni tedesche, svedesi e italiane :-)

*K, che bello saperti di nuovo ai fornelli. Ci manchi in rete

*Elga, un po' di kitsch ci vuole di questi tempi

*Sere, beh, il maestro da sci ha un suo fascino ... un po' come il marinaio

*Comida, ma come, non avete resistito fino al 1° dicembre ;-))

*Sally, è un po' come la nostra crostata, solo molto più speziata. Credo sia la sua semplicità a renderla così buona

*Sariti, grazie

*Laura, è una vita che non ci vado ... mi sono spostata in Svizzera

*Albicocca, hai ragione!!

*Lory, questi maestri da sci che ci fanno perdere la testa ....

Buona giornata
Alex

sandra ha detto...

Ma sono bellissimeeee! E quelle stelline mi par di conoscerle.... :)))))
Maestri di sci? Mi ha fatto morir dal ridere Adrenalina, eh eh eh! Credo che il tuo fosse molto fascinoso cara Alex!
Per me, che ho iniziato a sciare solo 3 anni fa, una maestra bravissima, dolce come lo zucchero filato!
Iniziato il count down, -24!
BACIIIIIIII

Jelly ha detto...

Grazie mille per aver partecipato!!! Inserisco subito la tua ricetta.
Le stelle sono bellissime, altro che spatasciate...:-)))

Arietta ha detto...

alex adorata, aspetto trepidante le tue ricette e i tuoi scatti natalizi come una bambina aspetta il regalo di babbo natale...per me rivestono la stessa magia della strenna natalizia sai?
la Linzertorte è nei miei elenchi del "to do" già da qualche tempo e volevo farla proprio per questo periodo, la tua è bellissima e non ti preoccupare per le stelle perchè una piccola imperfezione come quella non mina il sapore e la magia di questo dolce e del ricordo che vi sta dietro, splendido e tenero :)
ps.per me, come per adrenalina, solo un vecchio bavoso :( e in più pure sclerotico! mi fece piangere e ci vollero 2 anni prima di rimettermi un paio di sci :-/ carriera ridotta a 5 sporadici episodi :P

un abbraccio grande!

Ciboulette ha detto...

mi avevi accennato al tuo ricordo amoroso legato alla Linzer torte quando la postai io....e' stato bello leggere la tua storia, a volte ci si innamora del lontano e impossibile proprio perche' e' tale! :))

Provero' anche la tua ricetta, con le nocciole e' piu' ricca ed interessante! Un bacio e buona settimana :)

la frenk ha detto...

Alex!!! la linzer!!! il maestro di sci!!! che meraviglia .-))) ma vieni a Roma per Natale??? ci scappa un caffè insieme??? buona giornata :-)

Onde99 ha detto...

Alex, sei fortissima!!! Le storie con i maestri di sci (o animatori o bagnini o istruttori di spinning) fanno indiscutibilmente parte del CV di ogni donna che si rispetti, così come le relative delusioni! E grazie per l'idea della linzertorte, se mi assicuri che si conserva a lungo userò l'impasto per fare i biscotti da regalare!

elisabetta ha detto...

bellissime le mini linzer! *_*

Cobrizoperla ha detto...

bellissimo!
...per risparmiarmi inutili sofferenze, però, io ho scelto per maestro di sci un signore che avrà avuto sessant'anni ;-))

Virginia ha detto...

Alex, mi fai morire! Ti ci vedo raccogliere le briciole a cucchiaiate!!!
Anche noi ieri abbiamo acceso la nostra prima candela (con corona dell'Avvento fatta da me, of course!).
Sapessi quanto desisro un tagliabiscotti di quella forma! Mannaggia! Qui in Italia non riesco a trovarlo, soprattutto adesso che sono zoppa!
Ti mando un bacio e buon inizio settimana!

NIGHTFAIRY ha detto...

Dolci ricordi..buonissima questa torta, grazie per avercela mostrata :)
Un bacio!

Saretta ha detto...

Che racconto dolcissimo Alex!
Adoro la Linzer, e la tua è ancora più bbuona!
Un bacio grande
saretta

Fra ha detto...

Sarebbe davvero un bel regalo da spacchettare la notte di natale...delizioso!
Un bacio e buon lunedì
FRa

michela ha detto...

Adoro la linzer torte..come la sacher e le torte di mele ne avrò migliaia di ricette..però mi segno anche questa stupenda.
ciao

Aiuolik ha detto...

Questo dolce proprio non lo conosco...però ti ci vedo lì che mangi briciola per briciola il dolce del suo maestro di sci :-) Ah l'amore :-))))
Scherzi a parte, è da provare!

Ciaooooo

cat ha detto...

anche in versione biscotto farcito verrebbero buonissimi...mannaggialazzozzazozzona!
mi rifaccio un po' gli occhi qui da te! strato di zucchero a velo sotto la pasta, finestra spalancata - o per lo meno lontani dal forno - e formina lasciata in freezer qualche minuto= stampini perfetti, ;O) saluti golosi, cat

Vanessa ha detto...

in quanto atea sono ignorante riguardo all'argomento avvento ma conosco la Linzertorte e ucciderei per una fetta soprattutto per una delle tue crostatine deliziose davvero!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Sandra, quanto mi piacerebbe tornare a sciare (con o senza maestro di sci :-))

*Jelly, grazie a te per la bella raccolta

*Arietta, che dolce che sei, mi lusinghi.
Mah, io devo dire che ho sempre avuto dei maestri di sci proprio bonazzi :-))

*Ciboulette, già, l'impossibile ha il suo fascino

*La frenk, ti scrivo in privato :-)

*Onde99, vero!! Almeno uno nel CV ci vuole :-)) La torta si conserva a lungo, presumo anche i biscotti.

*Elisabetta, quelle me le sono pappate a colazione!

*Cobrizoperla, ahhahh, infatti io ho sofferto proprio tanto

*Virginia, a me quegli stampini li ha regalati proprio un'amica che li ha presi in Italia

*Nightfairy, anche se avrei avuto bisogno della tua perfezione ... i vari trucchetti per non far spatasciare le stelle non li conoscevo

*Saretta, quando si dice "dolce ricordo" :-))

*Fra, secondo me è proprio carina confezionata in una bella scatola rossa

*Michela, di ricette ce ne saranno innumerevoli

*Aiuolik, sono certa che a voi questa crostata piacerebbe. Ecco, magari non con la confettura di lamponi

*Cat, guarda, se potessi ti manderei dell'impasto già bello steso in modo da fare i biscotti con una mano sola.
Grazie per la dritta, la prossima volta cerco di non far spatasciare nulla

*Vanessa, non c'è bisogno di uccidere nessuno :-)) Gli ingredienti sono tutti reperibilissimi :-))

Ciao
Alex

Anicestellato... ha detto...

Pur non essendoci stato il lieto fine la storia e cmq bella e la torta gustosissima, complimenti

Ilaria ha detto...

EEHEHHE.. anche noi siamo in partenza... o almeno se scendono i prezzi dei biglietti forse partiamo :p La casa pero`l'ho sempre decorata.. rientrando subito dopo il primo dell'anno, trovare la casa vuota mi mette tristezza e nostalgia di casa!

Dolcetto ha detto...

E' una goduria la Linzertorte, l'ho fatta una paio di anni fa e me la sogno ancora, però mi sono ripromessa di farla solo per qualcun altro perchè è un po' pesantuccia... quindi l'idea di regalarla (e tenermene una mini - tortina per me ;) non mi dispiace affatto.... Non è vero che si sono spatasciate, sono bellissime le stelle!

Viviana B. ha detto...

Ma allora non sono l'unica che come inizia l'Avvento è già tutta natalosa e progetta biscottini, calze fatte in casa e ricamate a mano, decorazioni e luminarie assortite! Evviva!
A casa mi prendono sempre un po' per pazza con tutti questi preparativi che fervono appena il calendario viene girato sul mese di dicembre...
Io trovo deliziosa la tua torta! Mi permetto di rubarti l'idea di regalarla. Un presente davvero originale e... gustoso!
Bravissima, come sempre!

a.o. ha detto...

Adorabili e preziosi: come gli amaryllis bianchi.
Un bacio
a.o.

anna ha detto...

Crumble di Linz....potrebbe essere un idea per un nuovo dolce, magari con dei frutti di bosco! Anche io come Adre becco sempre insegnanti vecchi e bavosi, sono un po' sfigatella. Ma pensiamo alle torte, quando me ne mandi un paio? Scherzo!!! Un abbraccio forte...
Ps: per il problema della foto ci ha pensato Stella...non so se ricordi?

Kja ha detto...

ma che bello il tuo racconto, mi ha fatto molta tenerezza che tu l'abbia condiviso con noi. E povera torta sbriciolata, sono quelle cose che mi fanno rimanere male, anche se sembra assurdo.
Le tue stelle sono bellissime comunque, sara` che io non riesco a modellare bene nemmeno dei bei biscotti a pallina :(

Antonella ha detto...

La torta è più che bella e per le stelle non ti preoccupare, se non sono venute proprio perfette la colpa è del maestro di sci! :)

CoCò ha detto...

Avevo un'idea simile per la tavola di Natale poi vedrete, il pane al peperoncino stuzzica il mio appetito