venerdì 14 settembre 2007

Risotto ai funghi pleurotus con prosciutto croccante

Risotto ai funghi pleurotus con chips di prosciutto

Era tanto che non facevo un risotto e ieri ne avevo proprio voglia. In frigo dei freschissimi funghi pleurotus. Il nome di questi funghi l'ho imparato solo da poco e ogni volta devo ricontrollare come si scrive o si pronuncia!! A casa li chiamavamo "orecchie d'elefante". In tedesco invece si chiamano "funghi ostrica" (dal latino Pleurotus ostreatus) perchè il colore grigiolino e la forma del cappello ricorda un'ostrica.
Perchè non farne un risotto, mi son detta. Trovo solo che questi funghi siano leggermente insipidi ed esaltano il loro gusto soprattutto se fatti al forno. Ecco perchè ho cotto solo una parte dei funghi insieme al risotto, gli altri li ho abbrustoliti e conditi per bene al forno per poi aggiungerli alla fine come decorazione gustosa. Visto che c'ero ho messo sulla stessa placca da forno anche qualche fetta di prosciutto e ne sono uscite fuori delle vere e proprie chips croccantissime da adagiare sul riso. E per di più decorative. Consiglio poi a tutti di fare come me: sbriciolare il prosciutto e mischiarlo con il risotto. Quel croccantino ci sta proprio bene.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di riso per risotti
  • 300 g di funghi pleurotus (al netto dei gambi)
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiaini di timo fresco tritato
  • 1 litro di brodo vegetale (o se preferite di carne)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 4 fette di prosciutto di Parma
  • 1 pezzetto di burro e parmigiano grattugiato qb per mantecare
  • olio evo, sale e pepe
Preparazione

Pulire i funghi e tagliare i gambi più grossi. Mettere un terzo dei funghi (interi) su un lato di una placca rivestita di carta da forno e condirli con un filo d'olio, sale e abbondante pepe. Sull'altro lato della placca mettere le fette intere di prosciutto crudo. Infornare (200°C) e cuocere finchè sia i funghi sia il prosciutto non saranno croccanti. Il prosciutto deve essere praticamente "essiccato".
Nel mentre preparare il risotto: soffriggere lo scalogno in un filo d'olio e aggiungere il resto dei funghi tagliati a pezzetti. Far rosolare bene i funghi in modo che si insaporiscano. Aggiungere quindi il riso e farlo tostare. Sfumare con il vino bianco e aggiungere il timo tritato finemente. Pepare e salare se necessario. Aggiungere man mano il brodo fino a cottura ultimata. Mantecare con il burro ed il parmigiano. Impiattare e decorare con i funghi croccanti e le chips di prosciutto.


Deutsche Ecke

Austernpilz-Risotto mit Parmaschinken-Chips

Zutaten für 2 Personen:
  • 200 gr Risottoreis
  • 300 gr Austernpilze (ohne Stiel)
  • 1 Schalotte
  • 2 TL frischer Thymian, fein gehackt
  • 1l Gemüse- oder Hühnerbrühe
  • 1/2 Glas Weisswein
  • 4 Scheiben Parmaschinken
  • 1 Stückchen Butter und etwas geriebener Parmesankäse
  • Olivenöl, Salz und Pfeffer
Zubereitung:

Die Austernpilze säubern und die grossen Stiele abschneiden. 1/3 der Pilze auf eine Seite eines Backblech mit Backpapier legen und mit etwas Olivenöl beträufeln, salzen und gut pfeffern. Auf die andere Seite die Scheiben Parmaschinken legen und dann das Blech in den vorgeheizten Ofen (2oo°C) schieben, bis Pilze und Schinken schön kross sind. Der Schinken muss praktisch komplett getrocknet sein und die Scheiben nicht mehr beweglich.
In der Zwischenzeit den Reis zubereiten: die Schalotte in etwas Öl glasig andünsten und dann die restilichen kleingeschnittenen Austernpilze hinzugeben. Anbraten, bis die Pilze ihren Geschmack entfalten. Den Reis hinzugeben und glasig werden lassen. Mit dem Weisswein ablöschen, Thymian hinzugeben. Evlt. nachsalzen und pfeffern. Nach und nach die Brühe hinzugeben, bis der Reis bissfest gegart ist und die Flüssigkeit aufgesogen ist. Die Butter und den Parmesan untermischen. Auf die Teller verteilen und mit den krossen restilichen Pilzen und dem krossen Schinken garnieren.

Postato da ALEX

16 commenti:

Lalla ha detto...

ciao cara
sai che nn ho mai provato a fare il risotto con questi funghi e dire che a casa mia ne mangiamo a quintali grigliati e intinti nell olio aromatiz. buonissimi....
voglio proprio provarlo
baci baci lalla

Giovanna ha detto...

anche a me i pleurotos piacciono alla griglia, interessante però questo risotto!
Ps: buona idea quella di specificare chi delle due posta.... stavo cominciando a confondermi!!

k ha detto...

Bellissima la foto del logo di oggi. Per un attimo ho pensato fossero ostriche!
Interessante questo risotto, anche se dovrò omettere il prosciutto. A volte mi sorge il dubbio che a non mangiare più carne mi perdo qualcosa... ma non so se dopo 10 anni ce la farei a ricominciare. Vabbè, riflessioni a caso :P
baci

franci ha detto...

Questo risotto farebbe impazzire marco (mio marito)! mi appunto la ricetta...
un abbraccio

Aiuolik ha detto...

Anche io i pleurotos solitamente li mangio arrosto. Nel risotto non li ho mai provati. Ma essendo carnivora le chips di prosciutto sono l'ingrediente che mi piace di più :-)
Buon weekend,
Aiuolik

Gourmet ha detto...

le orecchie di elefante ( non oso nemmeno scrivere il loro nome.. ;-))) ) non le ho mai provate!!! Che sapore hanno???
Se le trovo al mercato provo a fare un assaggio.. bellissime foto brava!
:-) e buon week!
untoccodizenzero

Lory ha detto...

Io adoro i risotti,meravigliso Ale...Senti se vuoi la lavanda fai un fischio,anzi forse è meglio una mail,sei un pò troppo lontanina ;-)))

fabdo ha detto...

Allora cuginettaleggi questa:
oesterzwam O_O, che sarebbe la stessa cosa di fungo ostrica, solo che a dirlo è una parolaaaaa! ^_^
Sono una bontà, io adoro quel sapore ricco e soprattutto la corposità che hanno. Il risotto che hai preparato è buonissimo, l'ho fatto anche io parecchie volte, però senza il tocco assolutamente delizioso del prosciutto croccante...slurpi slurpi :p
La prossima volta che lo faccio non mancherà!

baci8 ^.^

Alex e Mari ha detto...

*Lalla, per me è stata la stessa cosa. Ne mangio davvero tanti, ma non mi era mai venuta l'idea di farci un risotto.

*Giovanna, dopo un tentativo di fare di noi due utenti separati per non confondervi le idee, abbiamo deciso di specificarlo così ... troppo complicato spiegare, cmq per noi questa è la soluzione più pratica :-)

*K, allora vedi che il nome dei funghi ostrica non è a caso? Dopo un anno da vegetariana il prosciutto mi ha fatto capitolare :-)

*Franci, fammi sapere se poi tuo marito è impazzito ;-)

*Aiuolik, le chips infatti me le mangerei anche senza risotto ;-)

*Sandra, ma dai, mai provati? Figurati se non li trovi a Eataly. Provali prima arrosto, belli croccantelli. Meritano. Grazie per le foto :-)

*Lory, ma sei gentilissima, grazie. Qui fortunatamente la lavanda si trova a quintali. Se finisce la tua fammi sapere che inizio a distribuire anch'io ;-))

*Fabdo, eh tra cuginette ci si capisce ;-) Io finora ci ho fatto solo la pasta e sono davvero slurpi sti funghetti.
Baci anche a te ;-)

Buon we a tutte voi, Alex

The Food Traveller ha detto...

Lekker! Ops, buono. Io adoro questi funghi. Faccio un risotto simile as tuo ma con pancetta affumicata e vino rosso.

Sandra ha detto...

Allora cara cuoca dell'altro mondo tedesco... ;) nicht recetten oggi???
;-***
iltoccodizenzero

Alex e Mari ha detto...

*Francesco, echt lecker ;-) Cuginetto linguistico pure tu!

*Sandra, aspetten aspetten che arriven ricettinen ;-) Baci
Alex

Marika ha detto...

Probabilmente lo saprai già ma qualcuno ti ha proposto per il premio di Squisito!
Beh, te lo meriti! Soprattutto per queste ricettini ...a doro i funghiiiiiiiiiiiii!
MArika

Alex e Mari ha detto...

Marika, non ho ancora visto, corro subito a guardare. Grazie, sei carinissima!

Gaia ha detto...

risotto!!!!
evviva inizia la stagione ufficiale di questo primo che secondo me è uno dei più buoni che ci possa essere...ma io sono tremendamente di parte arrivando diretta dalla patria del risotto allo zafferano e dalle terre delle risaie in generale per cui non posso che votare pro riso in ogni sua forma!!!
Sto aspettando con ansia che al mercato arrivino anche i bei porcini per farne uno con quelli di funghi...

Anonimo ha detto...

noi ci proviamo,speriamo ,che i bimbi che sono tre,lo gradiscono.
saluti,michele rosa
castiglione d'adda lodi