lunedì 27 luglio 2009

Pesto di peperoni gialli al profumo di fiori d'arancio

Pesto di peperoni gialli e acqua di fiori d'arancio

Dopo tutti questi fiori è ora di tornare in cucina. Ma rimaniamo sul giallo :-)
Durante il corso di cucina dedicato interamente all'aceto abbiamo preparato un pesto di peperoni gialli come condimento per delle triglie. L'insalatina di contorno è stata condita con un aceto ai fiori d'arancio. Mi è piaciuto quell'accostamento, tanto da voler provare ad aggiungere dell'acqua di fiori d'arancio nel pesto per condirci la pasta. Ne è uscito fuori un pesto delicato e profumato con cui ho condito un bel piatto di linguine, mio formato di pasta preferito.

Ingredienti:
  • 2 peperoni gialli
  • 80 gr ca. di parmigiano grattugiato
  • 1 manciata di foglie di basilico
  • 50 gr di pinoli tostati
  • 3 cucchiai di acqua di fiori d'arancio
  • sale e pepe
  • 100 ml di olio di oliva
Preparazione: in una portare ad ebollizione dell'acqua, salarla. Mondare i peperoni e tagliarle ogni peperone in quattro pezzi. Metterli a bollire per circa 15-20 minuti finché non saranno morbidi. Scolarli e farli raffreddare. Togliere la pelle dai pezzi di peperone.
Mettere i peperoni ed il resto degli ingredienti in un recipiente alto e frullare il tutto con il minipimer. Aggiustare di sale e pepe se necessario. Conservare in frigo in un barattolo ermetico. Si conserva per 3-4 giorni.

Pesto di peperoni gialli e acqua di fiori d'arancio

Deutsche Ecke

Paprikapesto mit Orangenblütenwasser

Nach all diesen Blumen, ist es an der Zeit, wieder zu kochen. Ich bleibe aber beim Farbthema Gelb! Beim "Essig-Kochkurs" haben wir ein Pesto von der gelben Paprika zubereitet, das zu gebratenen Rotbarben und einem Salat mit Orangenblütenessig serviert wurde. Da ich den Essig damals nicht gekauft habe, habe ich versucht, Paprikapesto und Orangenblütenwasser zu einem neuen Rezept zu verbinden. Das Pesto ist sehr fein und paßt wunderbar zu Nudeln.

Zutaten:
  • 2 gelbe Paprika
  • ca. 80 g geriebener Parmesankäse
  • 1 Handvoll Basilikumblätter
  • 50 gr geröstete Pinienkerne
  • 3 EL Orangenblütenwasser
  • Salz und Pfeffer
  • ca. 100 ml Olivenöl
Zubereitung: Wasser in einem Topf zum Kochen bringen und salzen. Die Paprika entkernen und vierteln. Die Paprikastücke ca. 15-20 Minuten im Salzwasser blanchieren. Danach erkalten lassen und die Haut abziehen.
Paprika und alle übrigen Zutaten in einem hohen Gefäß mit dem Stabmixer zu einer Creme pürieren. Eventuell mit Salz und Pfeffer zusätzlich abschmecken. In einem geschlossenen Gefäß im Kühlschrank aufbewahren. Hält sich ca. 3-4 Tage.

Postato da Alex

58 commenti:

genny ha detto...

mi paice moltissio..si potrà conservare?come??

Virginia ha detto...

Il pesto di peperoni lo faccio molto simile a te...e questa variante ai fiori (sempre di fiori si parla qui!!) d'arancio mi ispira tantissimo...

Ciboulette ha detto...

Alex mi fai svenire, e sono solo le 6 di pomeriggio!

PEr me che amo tantisimo i peperoni rossi, questa sarebbe la riscossa dei gialli!! Una solaita' che sembra combaciare con il profumo dei fiori d'arancio :))
Un bacio!

fantasie ha detto...

Voglio provarlosubito questo pesto profumatissimo, ho puro l'acqua ai fiori d'arancio!

Claudia ha detto...

nooooo! troppo invitante!!!
:)
*
cla

tartina ha detto...

Ricetta esaltante, emozionante e conturbante.
Da provare assolutamente!

*

GràGrà ha detto...

Prova ad aggiungere un cucchiaio, due di panna densa. Ingentilisce molto di piu'.

lamiacucina ha detto...

schon wieder etwas zum Nachkochen. Langsam, ich komm kaum mehr nach !!

genny ha detto...

alex..guarda che ho fatto per cena:D
http://farm3.static.flickr.com/2586/3762969158_ba74cacdfe.jpg?v=0 incomune solo i peperoni ma mi ci hai fatto venire la voglia!:DD

Fiordilatte ha detto...

Non avrei mai pensato di usare l'acqua di fiori d'arancio abbinata ai peperoni! Davvero intrigante questo pesto.

Eva ha detto...

Das ist ja ganz was Tolles - danke für die Idee!

lenny ha detto...

Ho preparato domenica questo pesto, ma senza il profumo di fiori d'arancio: immagino che questo dia freschezza alla dolcezza dei peperoni :))

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

E pensare che io una volta non sopportavo il giallo: prima mi perdo nei girasoli e ora mi immagino questo pesto ... slurp!
Che dici se si fanno arrostire i peperoni al forno il sapore è troppo forte (tanto da coprire il profumo dei fiori di arancio)?

Mamina ha detto...

Penso anché si farlo questi giorni. Che belle inspirazione!
Grazie.

Fico e Uva ha detto...

Ummhh questo pesto ha un aspetto ottimo...e l'accostamento con i fiori d'arancio ci incuriosisce molto!

nina ha detto...

mammamia machebuono machebelloooo!

Isafragola ha detto...

il tuo pesto è sempre magnifico... ricetta rubata!

Ciboulette ha detto...

niente peperoni gialli dal fruttivendolo, proprio stavolta che li cercavo!!! :DD

Fiammetta ha detto...

ciao care, graie per essere passate da me, voi vi seguo di tanto in tanto già da un po' e vedo che la luce nelle foto é una caratteristica comune ! un saluto ciao ciao

Lydia ha detto...

Tu usi il peperone a crudo, io invece lo arrostisco e poi lo spello.
Devo provare il tuo metodo

Giò ha detto...

questo sughetto lo provo in tempo reale!

mika ha detto...

Per tutti i numi che idea strepitosa!!!!
Non l'ho ancora provato e già lo adoro...

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Genny, io l'ho conservato per circa 3-4 giorni in frigo, in un contenitore ermetico.

*Virginia, hai ragione ... mi ero fissata sul giallo non rendendomi conto che stavo continuando a parlare di fiori :-)

*Ciboulette, per la pasta uso sempre solo quelli gialli. I rossi per la carne. Non so perchè ...

*Fantasie, il profumo è molto delicato

*Claudia, sarebbe bello mangiare questa pasta tutte insieme riunite ad una bella tavolata

*Tartina, conturbante - bella descrizione

*GràGrà, proverò!

*La mia cucina, man bräuchte mindestens 3 Leben, um alles nachzukochen, was man in den Blogs so entdeckt :-)

*Genny, nooooo con la vaniglia!! Fantastica!

*Fiordilatte, senza quel corso di cucina non ci sarei arrivata mai neanche io

*Eva, ;-)

*Lenny, sì, dà un tocco fresco e profumato

*Twostella, anche io non sono una grande amante del giallo di solito, ma ora mi ritrovo in questa fase gialla senza volerlo :-)
Credo che i peperoni arrostiti ammazzino il profoumo dell'acqua di fiori d'arancio. Quando li faccio arrosto non resisto: conditi solo con un filo d'olio e sale e poi mi abbuffo di pane e peperoni!!

*Mamina, fammi sapere se ti piace

*Fico e Uva, strano accostamento, ma abbastanza riuscito

*Nina, visto? Fiori nel piatto :-)))

*Isafragola, il pesto è una gran bella invenzione

*Ciboulette, :-(((

*Fiammetta, :-)

*Lydia, non è a crudo il peperone. Ma invece di arrostirlo lo faccio bollire nell'acqua salata e poi lo spello.

*Giò, fra un po' manca solo la webcam e facciamo le ricette in tempo reale :-))

Buona giornata
Alex

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Mika, amore a prima vista?

FrancescaV ha detto...

un abbinamento nuovo quello del peperone con l'arancio che confesso non riesco ad immaginare, però mi ispira, mi sembra che l'arancio dia una nora rinfrescante al sapore di peperone, confermi? Pesto da copiare sicuramente. Una domanda: risulta molto liquido? Buona giornata Alex!

hanna ha detto...

hört sich ausserordentlich lecker an, werde ich versuchen.

SiLviA ha detto...

che meraviglia! Anche un bellissimo colore! È da provare! Se ti va, potresti anche partecipare alla raccolta di Kostantina sui peperoni, io non ho ancora trovato una ricetta con cui partecipare! ciao! S.

@nn@ ha detto...

buonissima e bellissima, come sempre le tue ricette!

toglimi un dubbio, Alex, dopo la bollitura i peperoni si spellano meglio di quelli arrostiti? la pallicina viene via tutta intera?

Scribacchini ha detto...

Notevole questo matrimonio !
Il mio maestro (indiano) di pranoterapia, quando ci insegnò la (sua)simbolica dei colori disse che il giallo rappresenta l'intuito, lo nutre e lo stimola. Che il giallo sia con te ;-)
Un bacio. Kat

manu e silvia ha detto...

Ciao! questo ancora ci mancava! ma sembra davvero molto buono! poi con il profumo dei fiori d'arancio...elegantissimo!
bacioni

astrofiammante ha detto...

ma che belloooo finalmente un pesto giallo
originale, oltre con il gusto io mangio anche con i colori ^_______^ ciao!

Claudia ha detto...

Alex sarebbe meraviglioso :*

iLa ha detto...

Questo pesto giallo é fantastico!!
I peperoni gialli quelli li trovo! L'acqua d'arancia non sono sicura, e per le linguine (anche mie preferite) non c'é speranza, mai viste qui in 6 anni.
Proveró lo stesso!
iLa

enrico ha detto...

Io adoro i peperoni e oggi mi metto all'opera, speriamo bene!Se volete sapere se è possibile abbinare il pesto di peperoni ad un ottimo vino visitate http://parliamodivino.blogspot.com

Ciao e a presto

Enrico

Camomilla ha detto...

Potrebbe essere una scusa per provare l'acqua di fiori d'arancio che ho acquistato durante le vacanze in Sardegna, tra l'altro non l'ho mai fatto quindi... ;)
Un bacione

michela ha detto...

Buono...faccio anche io il pesto di peperoni..ma senza profumo di fiori di arancio..la prossima volta provo.
Grazie
ciao

Onde99 ha detto...

Davvero una felice, solare trovata: non so se riuscirei a far accettare un condimento del genere per la pasta, ma credo che sul pesce o sul pollo sarebbe molto gradito, grazie dell'idea!

Erborina ha detto...

come resistere ad uno delle tue ricette di pesto!!! sempre una più buona dell'altra. Adoro i peperoni gialli ti farò sapere :)

giulia ha detto...

Mi piace mooooolto!!!!! L'unico dubbio è trovare i fiori d'arancio... Però la base mi piace tanto!!!
Un bacione giulia

Aiuolik ha detto...

Con quella forchettata che io ho visto solo ora (ovvero alle 13.16 prima ancora di aver mangiato) mi hai ucciso! Ora vado a pranzo :-)

Arietta ha detto...

La pasta alla crema di peperoni è una di quelle che preferisco: minimo sforzo, massimo risultato. Certo che il tuo pesto è molto più ricco di sfumature e dev'essere davvero particolare! Urge munirsi di vasetti....veloce, veloce! :-)

pinguil ha detto...

semplicemente geniale.. peccato che convivo con una assurda intolleranza/allergia ai peperoni: è sufficiente che un cibo venga affettato sul tagliere sul quale poco prima è stato appoggiato il "malefico" peperone che io divento un mostriciattolo e sto male per 2 giorni!!! c'est la vie

papavero di campo ha detto...

lasciarsi sorprendere è una risorsa, anche in cucina,
è combinare elementi noti in una versione inedita,
è aggiungere l'acqua di fiori d'arancio,
è farsi sedurre da una crema di peperoni gialli,
Alex tu sai fare magie, come anche noi del resto sappiamo farne
ma ora è il momento di rendere omaggio a te!!

FrancescaV ha detto...

mi è venuta in mente una cosa mentre pensavo al tuo pesto al super: perchè non ci hai messo anche un po' della tua poverina d'arancia? Uhmm come ce la vedo bene :-P

dada ha detto...

Ah ecco dov'erano i fiori ;-)
Pura poesia solare e golosa!

enza ha detto...

alex e stufare i peperoni o arrostirli anzichè lessarli? forse forse ci aggiungerei un mordente in più tipo mix pecorino e parmigiano chissà come ci sta.
non posso leggere tutti i 45 commenti precedenti e so che mi perdonerai se ti tocca ripetere la risposta.
un abbraccio.
ps ti sto per girare la mail e la passera sta benone peso massimo come al solito.

SABINA ha detto...

quest'abbinamento è davvero originale, mi piacerebbe assaggiarlo subito per capire.... :D
a me in generale le salse ai peperoni piaciono moltissimo! ce n'è una, tradizionalissima, sul mio blog....
http://castagnamatta.blogspot.com/2009/05/soddisfazioni-in-cucina.html

a presto!

Carmine Volpe ha detto...

una ricetta decisamente particolare e originale l'abbianmento peperoni gialli e firi d'arancio conquista

Carla ha detto...

Ciao Alex,

un pesto originalissimo...perchè non partecipi al concorso di sandra?

http://www.untoccodizenzero.it/index.php/eventi/piu-pesto-per-tutti-ovvero-il-contest-estivo/

Baci

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Francesca, l'acqua di fiori d'arancio è un po' diversa dal sapore dell'arancio stesso. Dovrei provare con la polvere d'arancio come dici tu. Sicuramente una spolverata ci sta bene. Non è molto liquido, ma neanche denso come un classico pesto. Il peperone rilascia comunque la sua acquetta

*Hanna, lass mich wissen, ob es dir geschmeckt hat

*Silvia, è vero, me ne sono scordata. Anche se volevo partecipare con una ricetta a base di peperoncini. Vediamo se riesco

*Anna, sì, si spellano molto facilmente e il peperone rimane intero, senza spappolarsi come fa spesso se arrostito.

*Kat, grazie cara! Interessante questa cosa del giallo. Spero che il mio intuito non si sbagli nei prossimi mesi.

*Manu e Silvia, :-)

*Astrofiammante, anche io faccio molto caso ai colori in cucina e cerco di abbinare determinati colori

*Claudia, ehehe

*Enrico, benvenuto! Io purtroppo sono astemia (per via di un'allergia) e non mi intendo assolutamente di vini. Vengo a fare un giretto da te

*Camomilla, anche io la uso poco, stavolta mi sono buttata

*Michela, fammi sapere se ti piace

*Onde99, credo che con il pollo sarebbe buonissimo

*Erborina, mi sono comprata anche un libricino di ricette sul pesto e ancora non li ho provati tutti. Ce ne è per tutti i gusti

*Giulia, io qui l'ho trovata in farmacia

*Aiuolik, mai girar per blog a stomaco vuoto!

*Arietta, minimo sforzo ... il mio motto!

*Pinguil, noooo!

*Papavero, ogni tuo commento è come una carezza, grazie

*Dada, eheh, non riesco proprio a staccarmi dai fiori

*Enza, secondo me arrostiti ammazzerebbero troppo il sapore dell'acqua di fiori d'arancio che è troppo delicata e ha bisogno di essere abbinata a sapori dolci. Per un pesto di peperoni normale li farei arrostiti, proprio per dare un sapore più deciso.
Grazie per la mail e baciotto alla pupazza (e alle altre 3)

*Sabina, ora vengo a vedere

*Carmine, grazie :-)

*Carla, credo che il concorso di Sandra preveda l'uso del pesto genovese classico in preparazioni particolari e non variazioni di pesto. Almeno io l'ho capita così.

Baci e buona giornata
Alex

Marina ha detto...

fatto....i peperoni però li ho arrostiti, scusa ma l'idea di farli lessare mi metteva tristezza! l'acqua di fiori d'arancio, va a capire come ho fatto, l'ho letetralmente dimenticata, ma era buono assai lo stesso, questo tuo pesto. alla prossima però ce la metto, promesso....

niko sinisgalli chef ha detto...

che trionfo d'estate!!! per rendere il pesto unpò più dolce nel gusto, non usare il peperone crudo, mettetlo invece in forno finche la pelle è bruciata, spellare sotto acqua corrente!!

brii ha detto...

interessantissimo questo pesto.
mai provato farlo con i peperoni!
:)

baciussss

Srivalli ha detto...

Beautiful pictures!

Kja ha detto...

Buonissimo! Ho arrostito i peperoni invece che lessarli e rivisto un po' le dosi di parmigiano e pinoli: una pasta favolosa, grazie mille Alex :)

eleonora ha detto...

Stu-pen-do! I peperoni erano pressocchè l'unico ortaggio con cui non avevo mai provato a fare... pesto!
Due consigli:
1.Che succede se si lascia la pelle? 2. Priva d'acqua dei fiori,ci grattugerei un pò di scorza dell'arancia, che dici, troppo forte?
Grazie ;)) !
Lilly

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Lilly, la buccia del peperone toglila in ogni caso. A parte che risulta poi meno digeribile, hai tutti i pezzetti duri di buccia nel pesto e non è molto gradevole. La buccia d'arancia invece ce la vedo molto bene.

Ciao
Alex

viagra cialis levitra ha detto...

viagra online pharmacy