domenica 10 maggio 2009

Gnocchi verdi di ricotta con asparagi bianchi

Gnocchi e asparagi

Siiiiii, ancora asparagi (e non sarà l'ultima ricetta!)
Questa simpatica signorina, altra italiana ora trapiantata in Germania, mi ha fatto venire una voglia matta di pesto all'aglio orsino. La sua ricetta la trovate qui. Io invece ho preparato questo pesto di aglio orsino e rucola, sostituendo le noci con i classici pinoli. Dell'aglio orsino vi avevo parlato già l'anno scorso quando lo usai per un risotto con gli asparagi verdi. Stella ha appena pubblicato delle bellissime foto della sua passeggiata nel verde dove ha trovato tantissimo aglio orsino che ha usato anche lei per un buon pesto.
Se vi mettete anche voi alla ricerca di questa particolare erba, assicuratevi di non scambiare le foglie con quelle del mughetto che sono tossiche.
Chi invece non trova l'aglio orsino può usare ovviamente qualsiasi altro tipo di pesto per l'impasto di questi gnocchi. L'importante è che non sia eccessivamente liquido.
Gli gnocchi di ricotta ormai sono diventati un pasto ricorrente in casa mia, sono talmente veloci da preparare. Il tempo di sbollentare gli asparagi e già son fatti gli gnocchi.

Ingredienti per 4 persone
  • 250 gr di ricotta
  • 2 tuorli
  • 2-3 cucchiaini di pesto di aglio orsino e rucola (o altro pesto)
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 100 gr di farina
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • sale e pepe
  • ca. 700 gr di asparagi bianchi
  • burro e parmigiano per il condimento
Preparazione: pelare gli asparagi e cuocerli in acqua salata per circa 6-8 minuti. Scolarli, farli raffreddare leggermente e tagliarli a pezzi della lunghezza di circa 2-3 cm.
Per gli gnocchi mischiare la ricotta, il pesto, i due tuorli, il parmigiano, la farina, il pangrattato, sale e pepe fino ad ottenere un impasto liscio e ben malleabile . A seconda dell'umidità della ricotta o della grandezza dei tuorli potrebbe essere necessario aggiungere altra farina o pangrattato. Dividere l'impasto in quattro porzioni e formare dei rotoli. Tagliare degli gnocchi di circa 2 cm. Cuocere gli gnocchi in acqua salata per circa 5 minuti. Scolarli e rosolarli insieme agli asparagi in una padella con del burro fuso. Cospargere di parmigiano e servire ben caldi.

Gnocchi e asparagi

Deutsche Ecke

Grüne Ricotta-Gnocchi mit gebratenem weißen Spargel

Ich habe vor einigen Tagen ein leckeres Rucola-Bärlauch-Pesto zubereitet (ganz klassisch mit Parmesan, Pinienkernen und Olivenöl). Statt damit nur die Nudeln anzumachen, habe ich es diesmal im Gnocchiteig verwendet. Dass Spargel und Bärlauch eine leckere Kombination sind, hatte ich bereits mit meinem Risotto letztes Jahr gemerkt. Dieses Gericht geht unheimlich schnell. Während der Spargel kocht, hat man schnell den Gnocchiteig geknetet und ausgerollt. Werde ich sicherlich in dieser Spargelzeit nochmal zubereiten.

Zutaten für 4 Personen

  • 250 g Ricotta
  • 2 Eigelbe
  • 2-3 TL Bärlauch-Rucola-Pesto (oder anderes Pesto)
  • 50 g geriebener Parmesan
  • 100 g Mehl
  • 2 EL Paniermehl
  • Salz und Pfeffer
  • ca. 700 g weißer Spargel
  • Butter und Parmesan
Zubereitung: Die Spargelstangen schälen und in kochendem Salzwasser ca. 6-8 Minuten kochen. Abseien, kurz kalt werden lassen und in ca. 2-3 cm breite Stücke schneiden.
Den Ricottakäse mit Pesto, Eigelben, Parmesan, Mehl, Paniermehl, Salz und Pfeffer zu einem glatten Teig verkneten. Je nach Feuchtigkeitsgehalt des Ricotta oder Größe der Eigelbe könnte es notwendig sein, etwas Mehl oder Paniermehl hinzuzugeben. Den Teig in vier Portionen teilenn und diese auf einer bemehlten Arbeitsfläche rollen. Aus den Rollen ca. 2 cm lange Stücke schneiden. Die Gnochi in leicht kochendem Salzwasser ca. 5 Minuten garen. Abseien und zusammen mit dem Spargelstücken in einer großen Pfanne in der zerlassenen Butter anbraten.
Mit frisch geriebenem Parmesan bestreuen und heiß servieren.

Leicht verändert nach: Spargel, A. Neubauer und Michael Wissing, AT Verlag

40 commenti:

FrancescaV ha detto...

mi ricordo l'aglio orsino che abbiamo comprato insieme l'anno scorso qui a Strasburgo, e anche vicino da te. IO questi gnocchi di ricotta li devo proprio provare allora, visto che dici che son così veloci da fare, e buoni. Appena torno a Roma mi cimenterò con ricotta romana doc. Baci e buona domenica!

Cianfresca ha detto...

Adesso vado a rivedermi questo aglio orsino che mi sono persa, evviva questa ricettina di asparagi dai quali mi sto facendo rapire! Domani sera ho un corso di cucina sull'asparago poi vi aggiornerò, intanto proviamo questi gnocchetti eh!

Snooky doodle ha detto...

che belli questi gnocchi. saranno buonissimi. voglio provarli anche io questi. pero' con pesto normale perche l aglio orsino non lo trovo qua :(

Ciboulette ha detto...

ho la primavera in testa stamattina, e quelle margherite mi hanno fatto sciogliere!!

Sai che non ho mai fatto gli gnocchi di ricotta....mi hai dato una buona idea per il we prossimo, ormai, userò ii rimasugli di pesto congelato del'anno scorso, in attesa di una pianta di basilico come si deve! Buona domenica!

Castagna e Albicocca ha detto...

Anch'io trovo fantastici gli gnocchi di ricotta..non metto neanche le uova, son pronti in un attimo.
E così siete tutte alle prese con questo aglio orsino,eh? E io non ho la + pallida idea di dove trovarlo...Il tuo pesto ha un aspetto così invitante...e poi ho scoperto di essermi persa anche il risotto che hai posatto lo scorso anno...slurp!
Castagna

Aiuolik ha detto...

Per evitare di intossicarci con il mughetto useremo qualcos'altro :-) Bella ricetta e w gli asparagi!

Domani parto, ci si sente al mio rientro!
Aiuolik

Barbara ha detto...

Adoro gli asparagi e mi sono copiata anche questa! Grazie e buona domenica!

stelladisale ha detto...

li ho fatti ieri i gnocchi di ricotta, per la prima volta in vita mia, non li ho ancora mangiati però... e ci ho messo l'aglio orsino! oggi invece ci mangiamo le lasagne col pesto di ortica :-)

Adrenalina ha detto...

Questi gnocchi li devo proprio provare...per l'aglio orsino dubito di trovarlo, ma forse potrei condirlo con del pesto che mi hanno portato da Borgdighera che dici?
Foto stupende!!!

Eva ha detto...

Tolles Rezept...vielleicht traue ich mich damit mal eher an Gnocchi?!

Sandy ha detto...

Aglio orsino?Vado a studiare :)

Buona Festa della mamma!!!!

Oggi ho imparato una cosa nuova..non si festeggia in tutto il mondo oggi la festa della mamma....per esempio nella Penisola Balcanica (tranne la Grecia) e' 8 Marzo...guardate sul wikipedia Mother's Day

Baci e auguri di nuovo!

Simona ha detto...

Siamo sulla stessa lunghezza d'onda, come vedrai tra qualche giorno. Questi gnocchi sono molto ma molto appetitosi.

giulia ha detto...

mmmmmhhh.... un altro gustoso modo per fare gli gnocchi di ricotta!!! ne approfitterò!!!!
baci giulia

Nanny ha detto...

Fantastico piatto,meravigliosa presentazione!!

Fra ha detto...

Mamma che bontà! e le tue foto sono sempre più belle viene voglia di prendere la forchetta e assaggiare uno dei tuoi gnocchi :D
Un bacione
fra

Elisa ha detto...

Bellissime le foto, complimenti!

cat ha detto...

è tempo di pesti! con aglio orsino pinoli e menta-fragola ci ho condito il risotto con le fave, a breve le foto;
ah non vi ho ancora fatto gli auguri per i blogcompleanno, i titoli tuttiunodifilaallaltro sono da collezione!
saluti golosi e basi un po' distanti - sai com'è - con tutto 'sto aglio orsino ;O) cat

manu e silvia ha detto...

Ciao! cpmplimenti questi gnocchetti sono davvero bellissimi e chissà che buoni!!
bacioni

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Pura poesia ... le foto delle margheritine mi rapiscono, e ritorna la filastrocca che tanto mi piaceva da piccola: m'ama, non m'ama, m'ama, non m'ama ...
Buona settimana!

Gialla ha detto...

Gli gnocchi così conditi non li avevo fatti mai... e poi gli asparagi bianchi li adoro... peccato che qui a Palermo non li trovo mai!
A presto
Gialla

brigida ha detto...

buon giornooo mia cara e buon lunedì!
un bacio al volo e poi si inizia la giornata.
non c'è pericolo di scambiare l'aglio orsino con il mughetto..
le goglie sembrano simili ma quelli del mughetto sono più spesse, più larghe..e poi...li senti lontani lontani. :)
i migliori gnocchi di ricotta si mangiano....qui! :)))
in malga "baito dei santi" in Prada che naturalmente ha sotto i suoi piedi il lago più bello d'Italia :)))
ti aspetto? ;)
buonissimo lunedì
baciusss

per sandy...non dirlo a me...
ho chiamato mia mamma solo per sapere che da loro in svezia si festeggia il 30 maggio! :))))
che figuraaaaaaa!!

lamiacucina ha detto...

Bärlauch ist bei uns leider schon vorbei, aber mit Basilikumpesto sollte es auch schmecken.

Lydia ha detto...

Gli gnocchi di ricotta sono stati una fantastica scoperta di questo inverno, li preferisco quasi a quelli di patate.
Bella ricetta.

Un abbraccio

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Buon giorno a tutti!

*Francesca, ricordi anche quel vasetto di aglio orsino che ho comprato al mercato? Beh, faceva schifo :-)))) Meglio farselo in casa il pesto

*Ciboulette, per me gli gnocchi di ricotta sono stata una piacevolissima scoperta, soprattutto per la velocità della realizzazione ... fattore mooooolto importante per me :-)
Io qui non trovo una ricotta particolarmente buona, figuriamoci quanto sono buoni con la ricotta vostra!

*Castagna, nell'ultima ricetta di gnocchi alla ricotta non ho usato neanche io l'uovo. Stavolta mi sono attenuta ad un'altra ricetta e devo dire che mi sono piaciuti di più con l'uovo.

*Stella, ma gli gnocchi poi li congeli o si conservano anche così in frigo?

*Adre, il pesto di Bordighera? Sounds gooooood!

*Eva, die sind wirklich suuuuuuper leicht und schnell zu machen

*Sandy, qui invece è il giorno del papà ad essere diverso da quello italiano

*Cat, aspetto le foto del tuo pesto! Con le fragole???? Bbbbuono

*Brii, sono certa che tu ormai sai riconoscere ogni tipo di pianta! Ma una come me che non sa distinguere neanche una cipollina da un bulbo da fiore figurati se non va a cogliere le foglie di mughetto!!

*La mia cucina, schon vorbei? Hier findet man zum Glück in den Geschäften noch Bärlauch

*Lydia, per la velocità nel prepararli preferisco sicuramente questi di ricotta. In fondo sono una gran pigrona in cucina.

Ciao
Alex

AranciOnissimA ha detto...

MA che belle foto e che buono e che belle margherite!!!
Baci

Dada ha detto...

Una bell'idea molto primaverile e appetitosa mmm. Il problema è che non so' dove trovare l'aglio orsino...Anche da me i gnocchi di ricotta sono diventati un classico: facili e deliziosi. Buona giornata!

Nirvana77 ha detto...

alex, qui gli aspargi bianchi o non si trovano o costano un sacchissimo.... Posso usare quelli verdi? :o)

Buon lunedì!!!!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

questi gnocchi sono uno spettacolo per nn parlare delle foto che fanno da cornice ad una ricetta fantastica!!!baci imma

Saretta ha detto...

Sono commuoventi tanto sono belli!!!!
Li proverò, sperando di trovarlo quest'aglio!
bacione

Anonimo ha detto...

Ciao! Ho visitato il tuo blog e mi è sembrato molto carino e ben curato!
Volevo informarti che abbiamo lanciato una nuova piattaforma che offre ai blogger la possibilità di guadagnare online, pubblicando recensioni sui propri blog oppure semplicemente scrivendo articoli per altri siti Publisher. se può interessarti, ti lascio qui il link: www.articlemarket.it

Per il momento stiamo facendo iscrivere tutti i blogger, il mese prossimo invece ci sarà il lancio ufficiale del sito e faremo iscrivere numerose aziende che commissioneranno i lavori. Sperando di aver fatto cosa gradita, ti lascio i miei saluti!

Mariù ha detto...

Wow Alex, non posso crederci!
Essere citata da te su questo blog é un grande grande grande onore, danke!
Sai che da quando mi hai detto che le foglie di aglio orsino si possono congelare non l'ho piú trovato?
Un po' perseguitata dalla sfiga culinaria quest'anno?
Gli gnocchi di ricotta invece -aglio orsino o no- sono sul podio delle prossime ricette da provare.
Non ho mai avuto coraggio di imbarcarmi nell'impresa, pensandola indicibilmente ardua; ma da come li descrivi sembrano cosí semplici da fare che forse riusciró a non fallire.
E per una gnocchi-addicted come me questi sono l'ideale!
Ancora mi ricordo quelli tuoi coi porcini di qualche tempo fa -a trovarli qua i porcini!- e il relativo header -giusto per tornare un attimo al discorso header, eheh-... ogni volta che mi tornano alla mente mi ritrovo affamatissima, no matter where and when.
Un bacio grande!
m.

Erborina ha detto...

dici?? velocissimi? non sono mai riuscita a fare i gnocchi con resultati accettabili... provo a fare i tuoi e ti faccio sapere ;)
buona settimana!!
ps. bellissima la foto con il fiorellino!!

Onde99 ha detto...

Chissà se l'aglio orsino potrei mangiarlo anch'io, senza rischiare lo shock anafilattico? Mi incuriosisce molto... nel dubbio, penso che ti copierò gli gnocchi, ma userò un pesto normale, ovviamente senz'aglio...

Alex ha detto...

In Germania l'aglio orsino (Bärlauch appunto) c'era ovunque...qui non lo trovo per niente...buonissimi gli gnocchi di ricotta, specie in estate li preparo spesso, con il caldo poi, vuoi mettere? piuttosto che bollire patate, non so che fare

elisabetta ha detto...

fantastica sei, per tutto quello che fai! ricette, foto... io ogni volta che passo di qua... mi sento bene!!!

Acilia ha detto...

Prima di ogni altra cosa, carissimi auguri per il secondo anniversario di Cuoche dell'altro mondo.
Queste foto sono bellissime, le margherite sono tra i fiori che più amo. Mi sembra di sentire il profumo dell'aglio orsino :-)

Isafragola ha detto...

Meravigliosi! Te li copio subito! Anch'io sono aglio orsino dipendente e ho fatto gli gnocchi al pesto (appena postati). Peccato che lo trovo poco poco e anche nei boschi per ora niente...

Buoni erano buoni, ma non sono belli la metà dei tuoi :-)

stelladisale ha detto...

si, gli gnocchi li congelo immediatamente appena fatti e poi li butto congelati in pentola, faccio così con tutto, ravioli, tagliatelle... comodissimo e non si spatasciano

Elga ha detto...

Una necessaria ventata di freschezza aleggia in questo primo piatto delicato e primaverile!

Staximo ha detto...

Sono stata un po' in giro e mi era sfuggita questa ricetta. Davvero da provare, devo decisamente mettermi alla ricerca degli asparagi bianchi.