martedì 27 gennaio 2009

La pasta alla russa di Nonna Loreta

Pasta alla russa

Nonostante i miei tanti esperimenti con spezie di mondi lontani ed ingredienti insoliti, i sapori di casa sono quelli che più mi piacciono e che non sostituirei con nessun'altra cucina del mondo. Dopo tutte queste ricette strane che vi ho proposto negli ultimi giorni, credo che sia arrivata l'ora di tornare ad una cucina più "terra terra".
Questo sugo è per me uno dei sughi di mia nonna, il sugo dei miei anni '80, uno di quei sughi che riesce sempre e che è sempre buono uguale. Altro non è che la classica pasta alla vodka, solo che noi non abbiamo mai usato la vodka perchè è un alcolico che non abbiamo mai in casa.
Era una vita che non lo facevo. Durante le vacanze natalizie avevo comprato in Abruzzo degli ottimi spaghetti alla chitarra freschi e mi sono ricordata che mia nonna abbinava spesso questo tipo di pasta (che io adooooooooooooro) al sugo alla russa. L'ho cucinato a pranzo, tra Natale e Capodanno, doveva essere una cosa molto sbrigativa. Ma quando poi mia sorella, mia madre ed io ci siamo sedute a tavola e abbiamo provato la prima forchettata, sono tornati su i ricordi. Il ricordo è il miglior ingrediente, tant'è che perfino mia madre - che solitamente non mangia pasta - ha fatto il bis.

Chi è profondamente nemico della panna può subito passare oltre e tornare un altro giorno :-)

Ingredienti per 4 persone:
  • 4o0 gr di spaghetti alla chitarra
  • 2 barattoli di conserva di pomodori a pezzetti
  • 200 gr di pancetta leggermente affumicata (tagliata a cubetti)
  • mezzo bicchierino di cognac
  • 200 ml di panna fresca
  • 1 cucchiaino di paprica piccante
  • olio d'oliva
  • sale
Preparazione: scaldare un po' d'olio in un tegame e rosolare la pancetta. Aggiungere il cognac e accenderlo in superficie con un accendino (facendo attenzione a non bruciare casa). Una volta evaporato l'alcool, unire il pomodoro e la paprica. Salare. Lasciar cuocere a fuoco basso per 10 minuti. Aggiungere quindi la panna e cuocere per altri 15-20 minuti.
Condire la pasta cotta al dente con il sugo ben caldo. Condire, se volete, con parmigiano.

Pasta alla russa

Deutsche Ecke

Frische Nudeln mit dem Sugo meiner Nonna

Diese Tomatensauce verbinde ich mit meinen '80er Jahren. Sie ist nichts Besonderes, aber Erinnerungen sind eine tolle Zutat und mir schmecken die Nudel immer sehr gut. Sahne ist in Italien eine typische Zutat der 80er und heute meist verpönt. Aber für diese Sauce ist sie unerlässlich. Am besten schmeckt sie zu frischen Nudeln.

Zutaten für 4 Personen:
  • 4o0 g frische Nudeln
  • 2 Dosen gestückelte Tomaten
  • 200 g geräucherter Speck
  • 1/2 Gläschen Cognac
  • 200 ml Sahne
  • 1 TL scharfes Paprikapulver
  • Olivenöl
  • Sale
Zubereitung: Etwas Olivenöl in einem Topf erhitzen und den gewürfelten Speck darin anbraten. Mit Cognac ablöschen und den Cognac flambieren (Vorsicht!). Die Tomaten und das Paprikapulver hinzugeben und ca. 10 Minuten köcheln lassen. Salzen. Dann die Sahne hinzufügen und weitere 20 Minuten köcheln.
Die Nudeln al dente in Salzwasser garen und mit der Sauce servieren. Nach Belieben mit Parmesan bestreuen.

Postato da Alex

50 commenti:

Lydia ha detto...

Io di una pasta così ne mengerei almeno 2 piatti, panna compresa.
Sono una grande pastaiola, la mangerei anche 2 volte al giorno

Cianfresca ha detto...

Eh la nonna è sempre la nonna.. e questa pasta ha davvero un aspetto incredibile!

Snooky doodle ha detto...

a me questa mi fa venire una fame! bel piatto di pasta. facile e veloce. questo e da provare. complimenti !

lenny ha detto...

Io salterò la fase "accensione-in-superficie-del-cognac" ... non si sa mai ...
E' bello sperimentare nuovi sapori, ma quelli della tradizione, legati ai nostri ricordi hanno un'intensità diversa perchè raccontano di noi!
Baci

Arietta ha detto...

Hai fatto bene a specificare che a chi non piace la panna può tranquillamente andare avanti...in questi giorni circolano commenti un po' troppo "so-tutto-io" e sinceramente sono un po' amareggiata. Meglio mettere le mani avanti ;-)
e siccome io non temo la panna una tantum, mi fermo eccome, mi gusto la pasta con gli occhi e segno la ricetta in attesa di gustarla...realmente!!
un bacione!

Simo ha detto...

Alex, sono appena le 09:19 e leggendo la tua ricetta mi si sono attivati i succhi gastrici. Me ne farei subito un piattino! Gustosa e facile a prepararsi. Ottima idea per una di queste sere. Grazie!
Simo

Fra ha detto...

Le tue foto sono sempre così belle e invitanti che mi viene voglia di inforchettare lo schermo! Questa pasta è una vera tentazione
Un bacio e buona giornata
fra

Eva ha detto...

Gerichte, die man mit der Kindheit verbindet, sind oft - auch wenn sie einfach scheinen - die besten; dieses schöne Pastagericht werde ich sicher testen! Vielen Dank dafür, dass du meine Bitte nach einem deutschen Kommentar zu deinen Gerichten mit aufgenommen hast! :-)Ich hoffe, es macht dir nicht zu viel Mühe!

elisabetta ha detto...

Questo sughetto mi fa impazzire, io lo faccio con la ricotta o con il formaggio cremoso, ma la sostanza non cambia.. una vera delizia! baci *_*

FrancescaV ha detto...

che cosa saggia scrivi; il miglior ingrediente spesso è il ricordo. Nemico della panna? E perchè mai, io proprio ieri pensavo che avevo voglia di farmi pasta panna e piselli :-P La pasta di nonna Loreta mi fa gola solo a pensarci, questi sono i sughi perfetti, veloci e sempre buoni che risolvono pranzi di ogni tipo. GNAMMISSIMO :-P

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Lydia, allora siamo in due!

*Cianfresca, le ricette delle nonne non si toccano, sono le migliori!

*Snooky, grazie :-)

*Lenny, lo sguardo di mia madre quando ha visto la fiamma era alquanto preoccupato. Bisogna fare solo un po' di attenzione e non esare con le quantità di alcool

*Arietta, non mi sono accorta dei commenti che circolano, ma penso che vadano ignorati. Ognuno è libero di cucinare come vuole. Il "de gustibus" vale illimitatamente. Poi c'è sempre l'estremista della panna o della ricetta ultratradizionale a cui sarebbe un sacrilegio cambiare anche solo mezzo ingrediente.
Per me vale: ognuno a modo suo :-)
E a me la panna piace :-))

*Simo, questa ti piace di sicuro! E pure alla piccola, vedrai! Tanto l'alcool evapora :-)

*Fra, un bacio anche a te

*Eva, absolut keine Mühe, im Gegenteil.

*Elisabetta, buono con la ricotta!!!

Ciao
Alex

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Francesca, io poi sono una di quelle che adora la pasta col salmone e la panna!
Come procede? Tout va bien? Un bacio

sweetcook ha detto...

Oh mamma!! ma che bontà deve essere? Quanto la vorrei assaggiare...

comidademama ha detto...

Se non avessi una riunione me ne mangerei un piatto intero. E' stuzzicante!

Saretta ha detto...

Io penso che con moderazine vada bene qualsiasi ingrediente no?!Nulla va demonizzato!
Questa pasta è una guduria x gli occhi, figuriamoci per il palato...ahhhhhhhh!Ne rubo vitualmente una forchettata!gnam!
Bacione
saretta

nina ha detto...

che sapori saporiti sanno tenerti sveglia solo per aspettar lora di pranzo :)
bacio*

Ciboulette ha detto...

Che buoni gli spaghetti alla chitarra, a casa mia non mancano mai, trovo abbastanza facilmente quelli della Garofalo....be' io ammetto di amare tutti i sughi rosa, una volta "rubammo" da un pub la ricetta di sugo rosa molto simile a questo, con la pancetta e la salvia, ma la variante della paprica mi piace proprio assai! :))
Be', se ci pensi, forse per tua nonna questo era un piatto davvero esotico! :)
Un bacione :)

Ady ha detto...

Che dici la possiamo definire un confort food? Un di quei piatti che quando sei triste e sconsolata ti rimettono al mondo?
Io direi di si e me ne farei un piattino proprio adesso, come vedi anche la panna ha un suo perchè!
Baci cara

Onde99 ha detto...

Che buffo, anch'io a volte faccio questa pasta e anch'io sostituisco la vodka con il cognac, perché in casa nostra la vodka non c'è :-) Bellissimi gli spaghetti che hai usato!

Staximo ha detto...

Buona questa pasta! Da quando mi sono sposata non l'ho mai fatta, che errore!
Io sono ampiamente a favore della panna, che non vuol dire che la metterei ovunque, ma che è un ingrediente con un suo sapore caratteristico e mi piace anche in alcune preparazioni salate oltre che nelle ganache e sulla cioccola in tazza. Mitica e confortante la pasta 3P, prosciutto, panna e piselli!

JAJO ha detto...

GRANDIOSI gli anni '80 !!! ^_^
Adesso ho capito da chi hanno preso le mie "Kessler": VIVA NONNA LORETA !!!!!!
Questa me la rifaccio nel fine settimana: ho giusto giusto un pacco di spaghetti alla chitarra in dispensa :-D

Ely ha detto...

buonissima!!!!!!questo sugo lo facio spesso ma senz ala vodka, ma proverò :-))))) grazie! baci Ely

FrancescaV ha detto...

@staximo: bello l'appellativo di pasta alle 3 p, io oggi vado compro e stasera mangio :-P

Alex, anche a me piace la versione della psata con salmone e panna, ma mi chiedo...ma cos'è che non mi pace?! Bah ;-) Ho cominciato ieri le lezioni di francese, livello debuttante eheh devo fare una marea di esercizi per oggi. Devo smettere di girovagare per blog e mi devo mettere sotto a studia'.

giucat ha detto...

Hai ragione, Alex, i ricordi sono sempre gli ingredienti migliori che fanno diventare il cibo non solamente un nutrimento per il corpo... Ti abbraccio, Cat

Erborina ha detto...

Che buona!! questa mi manca, non l'ho mai mangiata! :P

Aiuolik ha detto...

Certo, poi torno anche domani, ma io una forchettata di questa pasta me la pappo subito :-)

Ciaoooo

Elga ha detto...

Il miglior ingrediente il ricordo...mi fai emozionare sai? E' vero, verissimo e ti ringrazio per questa verità che mi hai offerto insieme a questo primo piatto sublime. Nemica della panna?? Nemmeno in punto d morte:)

la frenk ha detto...

ci sono piatti che vivono, grazie al ricordo, in una sorta di Olimpo del piacere cibesco... con gli anni il gusto può anche cambiare, ma nel ricordo quel piatto rimane insuperabile... mi vengono in mente certi tortellini alla panna della mia infanzia :-)))
smack

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Sweetcook, a volte si vorrebbe che si materalizzasse lo schermo, vero?

*Comida, se non fosse per la dieta io anche due :-))

*Saretta, stessa mia convinzione! Mai demonizzare nulla in cucina.

*Nina, fossero solo i sapori a tenermi sveglia :-))
Bacio

*Ciboulette, davvero, se ci penso mia nonna era molto all'avanguardia in cucina. Sono sicura che le sarebbe piaciuta anche la pasta di curry con il latte di cocco!!

*Ady, quando poi la panna te la ritrovi montata accanto a un pezzo di torta, allora sai che la panna ha davvero motivo di esistere!

*Onde99, ma infatti, chi ce l'ha la vodka in casa se non i russi? :-P

*Staximo, e vogliamo parlare della maionese?? :-))) Tutto confort food!

*Jajo, oggi entrambi abbiamo postato una ricetta dei nostri nonni! Evviva

*Ely, anche la mia era senza vodka :-))

*Francesca, salmone, panna e un po' di porro tagliato finemente! Che delizia. Ora torna a studiare però!

*Cat, anche la ricetta più semplice, se condita col ricordo, diventa una delizia

*Erborina, un sughino veloce veloce

*Aiuolik, allora ti aspetto domani :-)

*Elga, :-) Un bacio grande

*La frenk, a quando la ricetta?

Baci
Alex

cocozza ha detto...

Ecco questo piatto che tu dici terra terra(io non lo direi!)è più vicino alle mie corde,lo posso anche fare tranne che incendiare il cognac che poi di sicuro brucio la casa :D
bacioni cocozza

dolci a ...gogo!!! ha detto...

troppo invitante questo piatto anchre piccantino come piace a me:)bacioni grandi imma

giulia ha detto...

Adoro gli spaghetti, li mangerei in tutti i modi!!!!
Mi prenoto per un piatto!!!! Un abbraccio giulia *______*

Artemisia Comina ha detto...

alex, ;)

PS: l'anticonformismo della panna :))

peppinella ha detto...

brava alex! cosi mi piace. cucina tradizionale. die einfachsten sachen, die man als kind quasi "eingeimpft" bekam , sind oftmals die besten. das gibt mir das gefühl "zu hause" zu sein

SiLviA ha detto...

sembra davvero appetitosa...e adesso che non ho ancora cenato, mi viene una fame! Non ho mai mangiato la pasta alla vodka o al cognac! ciao! a presto! S.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Molto appetitosa: per il flambè lascio carta bianca al marito ... io ho "paura" delle fiamme libere :-) baci

Giovanna ha detto...

è un'ingrediente difficile lo so, ma a me la panna piace!!! ciao ragazze

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

*Cocozza, allora meglio non rischiare :-)

*Imma, il piccante piace molto anche a me e in questo sugo ci sta bene

*Giulia, prenotazione annotata! Ti aspetto

*Artemisia, quando ce vo' ce vo'!

*Peppinella, ich springe zur Zeit von einer tradizionellen Küche zur experimentellen, aber die einfachen Dinge sind doch immer die Besten.

*Silvia, mai girare per blog a stomaco vuoto ... per me è fatale

*Twostella, a volte mi spavento anche io, ma basta non farsi prendere dal panico. Prima o poi si spegne ... sempre che non si sia esagerato con l'alcool :-)) Ma meglio lasciar fare al marito

*Giovanna, eh, piace tanto anche a me, purtroppo :-)

Ciao
Alex

bocetta ha detto...

WoW! I sughi delle nonne sono geniali! Un abbraccio e a presto!

Acilia ha detto...

Mia mamma ogni tanto preparava questo sughetto quando ero bambina, con la variante pennette rigate.
Chissà se si può definire sintonia, abbiamo scritto nella stessa settimana un post dedicato alle tradizioni russe :-)

FairySkull ha detto...

Mi piace la pasta alla russa !! Complimenti e' splendida a vedersi !! Ciao !!

Lisa ha detto...

che aspetto invitante, è incredibile pensare come un cibo possa farci vivere emozioni così grandi!

Mi è venuta voglia di provarla!

Kja ha detto...

Ma perche` essere nemici della panna? Cosi` buona e versatile! Io sono profondamente nemica di quella a lunga conservazione che trovo cattiva di sapore. Sei in una fase pomodorosa vedo :)

Ilaria ha detto...

Mi stuzzica parecchio... Chiedevoa mia mamma quale fosse la ricetta per le penne alla vodka proprio la scorsa settimana. Lei non si ricordava di averle mai fatte a casa...e alla fine ho fatto una ricerchina sul web e qui la ricetta che ho seguito: http://www.williams-sonoma.com/recipe/recipedetail.cfm?objectid=AB3B33EB%2D6E0A%2D4871%2D9324D90B96F42638

La tua pero` mi intriga di piu` per la pancetta. La faro`presto!

Susina strega del tè ha detto...

Ciao!!! ho appena lanciato una raccolta a tema insalate, non potete mancare!!!!! vi aspetto!! ^_^

elisa ha detto...

come sempre le ricette del cuore sono sempre le più buone..complimenti per questo piatto Alex..buonissimo!!

Pippi ha detto...

non ci crederai..ma questo piatto fumante mi ha messo una fame immensa! Senti come sono ignorante......ignoravo appunto l'esistenza di una pasta alla russa..... la tua versione con il cognac credo sia anche più profumata io non amo la vodka..... quasi quasi la propongo al maritino domani.....;-)

adina ha detto...

...i sapori di casa sono quelli che più mi piacciono e che non sostituirei con nessun'altra cucina del mondo.. sottoscrivo!

Giovanna ha detto...

Non essendo una nemica della panna, ti ringrazio per avermi ricordato questo piatto così anni '80 (è verissimo!) che facevo anch'io, con la vodka, e mi piaceva pure tanto.
Altra faccenda è ficcare la panna ovunque, pure nell'aglio, olio e peperoncino. Non è il tuo caso.
Ciao, Alex!

Nina ha detto...

Und wie die Käse-Lauch-Suppe ein Rezept, das auch in die 90er und unsere WG-Zeit gehört! Was haben wir nicht oft Pasta alla russa und Spaghetti alla Norma gefuttert :-)
Leckerleckerleckerlecker!!! Wenn bloß der Speck und die Sahne wären...