mercoledì 30 gennaio 2008

Finger food turco

Sigara böregi


Ho già scritto molte volte che dove abito è pieno di negozi e supermercati turchi dove trovo ingredienti altrimenti introvabili nei negozi tedeschi. Da poco ha aperto un ipermercato turco che è la mia fortuna! Entrando sembra di immergersi in un altro mondo. Si viene accolti con una tazza di tè caldo che si può bere mangiucchiando un pezzetto di baklava. L'unico pane che ancora compro lo prendo lì, quelle ciambelle con i semi di sesamo che mi fanno impazzire. Il banco della carne è per me il paese delle meraviglie. Agnello e vitello a volontà - tipi di carne che invece nelle macellerie tedesche bisogna ordinare giorni prima.
E poi il formaggio feta! Feta di tutti i tipi, magro, grasso, duro, morbido, in scatola, sotto vuoto, fresco in salamoia. Lo adoro!
Oggi vi presento questo banalissimo finger food turco fatto con la pasta phillo (yufka). La forma e la grandezza è quella di un sigaro, da cui il nome. Vi assicuro che non riuscirete a mangiarne solo due! Se poi vi avanza della pasta phillo vi consiglio di provare lo strudel che ho appena scoperto passando da Cat.

Ingredienti (per le dosi fate voi):
  • Triangoli di pasta phillo
  • Formaggio feta
  • Prezzemolo
  • Pepe
  • Olio evo
Preparazione:
Schiacciare il formaggio feta con la forchetta e mischiarlo con il prezzemolo tritato ed un po' di pepe. Bagnare con acqua il triangolo di pasta phillo, disporre 2 cucchiaini di feta sulla parte lunga del triangolo, ripiegare i lati verso l'interno in modo che il formaggio non possa uscire durante la cottura e arrotolare il tutto come un sigaro (in direzione della punta del triangolo). Friggere i böregi in olio finché saranno dorati. Asciugare su carta da cucina. Si possono servire sia caldi che freddi.

Preparazione böregi


Deutsche Ecke

Sigara börek

Zutaten:
  • Yufka-Teigblätter
  • Schafskäse
  • Glatte Petersilie
  • Pfeffer
  • Öl
Zubereitung:
Den Fetakäse mit einer Gabel zerdrücken und mit gehackter Petersilie mischen. Mit frisch gemahlenem Pfeffer würzen. Dreieckige Yufka-Teigblätter mit Wasser anfeuchten, 2 TL Käsemasse auf die breite Seite legen, die Seiten nach innen umschlagen und das Ganze in Richtung Spitze wie eine Zigarre fest aufrollen. Öl in einer Pfanne erhitzen und die Börek darin von beiden Seiten goldgelb anbraten. Auf Küchenpapier abtropfen lassen. Warm oder kalt servieren.

Sigara böregi

Postato da ALEX

53 commenti:

Grissino ha detto...

Anche qui é pieno di turchi. A parte le dovute eccezioni (ci sono brave persone ovunque), non é che contribuiscano molto al lato multiculturale di Vienna: hanno i loro negozi, le loro panetterie, le loro donne col foulard e la sottana o addirittura il vestito tutto nero e via dicendo ma non si mischiano con gli altri. E se non sei "dei loro" é facile prendersi delle fregature come é giá successo a me...
:-(
Ad ogni modo vedró di approfondire e di guardare qualcosa qui, ho ancora tanto da scoprire. Un supermercato che ti offre il thé e il pasticcino non l'ho ancora trovato :-P
Comunque non credo che il supermercato turco sia fonte di entusiasmo come te a parte per il Feta che piace moltissimo pure a me. Ma il resto:agnello, vitello, per non parlare del pane non mi dice nulla. Non so come sei messa tu a pane ,ma fra il pane turco davvero semplice (e secondo me di bassa qualitá ma é un'opinione personale) e il pane viennese (con la soia, la zucca, coi semi vari, ce ne saranno almeno una decina di tipi) non c'é proprio paragone. Ho preso il pane turco (diversi tipi) alcune volte ma non ha il sapore, la fragranza di quello delle panetterie viennesi.

Sere ha detto...

ai ai ai ai Alex... e la dieta??? Questi meravigliosi rotolini sono fritti e non va mica tanto bene!!! Secondo te, se li passassimo al forno???
UN bacione grande!

Viviana ha detto...

Eeeee va beh, dai, ma non si può mica fare così! Per la miseria, non sono nemmeno le 9 del mattino e mi hai già fatto venire l'acquolina in bocca!!! :D
Ciao!

Alex e Mari ha detto...

*Grissino, bentornato. Forse dal blog si è capito che mi piace la multiculturalità in genere - e non solo in cucina. Nonostante sia consapevole dei problemi di integrazione, io posso (e voglio) parlare delle mie esperienze positive fatte con questa multiculturalità. Io di fregature non ne ho mai prese, anzi. Quando entro nei negozi turchi mi sento loro ospite e vengo accolta con una cordialità che spesso mi manca, che so, in un supermercato tedesco. A me piace la varietà in generale, e il discorso vale quindi anche per il pane o per la carne. Mangiare tutti i giorni pane tedesco mi annoierebbe, come mi annoierebbe mangiare solo pane casereccio. Mi piace mangiare oggi gulash e domani kebab. E sono contenta se poi posso farmi una cotoletta alla milanese. Non voglio fare un discorso banale e scontato e non nego neanche tutti i problemi che indubbiamente ci sono. Ma nel mio piccolo posso parlare solo di esperienze positive e di grande cordialità.
P.S. Mi dispiace, siamo messi male a dolci in questo periodo ;-)

*Sere, ehehehe aspettavo il primo commento di questo tipo!!!! Pensavate che avessi mollato la dieta eh? Invece è una ricetta che avevo in archivio da tanto e me li sono gustati fritti!! Certo, si possono fare anche al forno, ma in padella sono tutt'altra cosa

Alex e Mari ha detto...

*Viviana, l'acquolina ti assicuro ce l'avevo anche io quando ho scritto il post :-) Devo ancora rispondere alla tua mail, non mi sono dimenticata eh.

Ciao, Alex

Uvetta ha detto...

Bellissimi Alex, non complicati da fare (almeno all'apparenza) e di sicuro effetto! Invidio un pochetto l'opportunità di un ipermercato come quello lì, ne immagino il profumo di spezie come fosse un souk (...forse esagero)

stelladisale ha detto...

ma no, non è giusto, lo voglio anche io il supermercato turco dove ti offrono il tè!! :-)
nella mia zona non credo che ce ne siano molti di turchi, essendo il mio condominio molto "multiculturale" immagino che se ce ne fossero stati qui intorno per la teoria delle probabilità me ne sarebbe già capitato uno come vicino :-)
in germania ho lavorato fianco a fianco con due ragazze turche per tre mesi e ho dei bei ricordi, certo che stanno molto tra loro, è naturale, anche gli italiani quando emigrano formano delle comunità per sentire meno la nostalgia di casa...
alex, per un attimo mi ero preoccupata anche io per la tua dieta :-)
bacioni

comidademama ha detto...

Mi fai venire la nostalgia delle botteghe turche di Amsterdam. Il mio ex vicino di casa Erdoan, turco, me ne aveva consigliata una, con annessa panetteria. E mi ritrovo nella tua descrizione dell'interno con tutti i prodotti che sapevano di mediterraneo.
E i due cesti immancabili, uno di mazzetti di menta e uno di mazzetti di coriandolo freschi.

Ho pasta fillo avanzata in frigo, li farò questa sera che ho ospiti come aperitivo.

Cookie ha detto...

Quanto ti invidio per questo comitato di accoglienza che offre i baklava! I borek poi...buonissimi!

salsadisapa ha detto...

semplici ed efficaci rotolini... uhm, deliziosi!
(la dieta si comincia sempre il lunedì: oggi è mercoledì, quindi... :D)

cuochetta ha detto...

ciao Alex... che splendida idea questo antipastino... ho un sacco di pasta fillo nel freezer e credo che oltre alle ricettine di un librino sui BRICK userò anche la vostra versione!

baci e buona giornata
Anna

Alex e Mari ha detto...

*Uvetta, sono proprio facilissimi, si fanno in un attimo. Poi sia feta che pasta fillo si conserva a lungo, quindi è una ricetta ideale per ospiti inaspettati :-)

*Stella, vorrei tanto fare le foto un giorno in quell'ipermercato! Magari chiedo se gentilmente posso fotografare. Per ora non ho avuto il coraggio. È proprio bello li

*Comida, infatti l'altro giorno sono tornata proprio con un mazzetto di coriandolo e uno di menta. Nei supermercati o mercati tedeschi (almeno qui nel paesello) non li trovi neanche a pagarli oro.

*Cookie, io di solito prendo dei normali biscottini. Il baklava è eccezionale, ma è di una dolcezza quasi insopportabile :-)

*Salsadisapa, si si, lunedì prossimo :-)

Ciao, Alex

Alex e Mari ha detto...

*Cuochetta, sai che io ancora non ho capito la differenza tra pasta Brick e pasta fillo? Fatto sta che la brick qui non l'ho mai vista. Un bacione

monique ha detto...

che fame!!anche io adoro la feta e ne ho fatto una vera scorpacciata qs estate in grecia!!vogilo trovare anche io un supermercato turco anche perchè non trovo in giro la tahini per l'hummus uffa!

Ady ha detto...

Pant pant eccomi, favolosi questo borek, me lo conservo per tempi migliori....capisci ammè!
Un abcio e buona giornata

Erbrorina ha detto...

ohhh, ma che fame che mi viene solo a vederli. Io adoro la pasta phillo. Grazie della bellissima idea!!

Alex e Mari ha detto...

*Monique, pensa che qui la tahini la vendono addirittura in taniche!!

*Ady, questa ricetta risale a tempi migliori :-)) Cmq magari al forno ....
Un bacio

*Erborina, ehhh immaginavo, i tuoi involtini dolci erano eccezionali!

Ciao
Alex

anna ha detto...

Peccato che qui a Milano non ci siano negozi così. Si abbiamo la fortuna di trovare tante cose, ma alimentari internazionali ce ne sono pochi e poco forniti. Un piccolo consiglio se anziché la pasta fillo uso quella di riso ( tipo quella per fare gli involtini primavera)va bene lo stesso? Tra poco vado al super!!!! :D Bacioni

giu&cat ha detto...

Oh, come ti invidio Alex!! Che meraviglia di negozio! Solo la tua descrizione mi fa brillare gli occhi!! Pasta fillo e feta sono due ingredienti che adoro! Per fortuna da qualche mese la pasta fillo ha iniziato a fare capolino anche nel banco frigo del supermercato della mia città (e ho già provveduto a sperimentarla anche con la feta, gnam!). Bacioni, Cat

miciapallina ha detto...

Rosicon rosiconi per la foto bellissima (quando da laggiù sentirete urla di giubilo sarà perchè almeno una simile sarò riuscita a farla anche io......) mi permetto di copiarla!!!!
E la farò prestissimo!
Feta mi amor!
nasinasi formaggini

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

Questi sono da provare .. io amo la feta!!

Mimmi ha detto...

Cara Alex, se il detto "siamo nati per soffrire" si riferisce anche ai patemi dati dalla dieta, machissenefrega, facciamoci pure del male!
Non credo che 1 o 2 o 3 (basta, che se prendo il via, poi so' guai!) rotolini mandino all'aria i sacrifici fatti per perdere qualche chiletto. Piccola dritta: a pranzo, insalate scondite e yogurt, anche alla frutta. 16 ne ho persi, 16! E ogni tanto, uno Schweinshaxe come premio ci scappa pure.
Vi ho premiato, passate da me ché ve lo do.
Buona giornata!

Aiuolik ha detto...

Ottimo finger food e poi la cucina turca mi piace molto anche se qui non abbiamo di certo un posticino come quello che ci racconti!
Piuttosto mi chiedevo, a quando la ricetta del baklava? :-)

Ciao,
Aiuolik

Alex e Mari ha detto...

*Anna, secondo me va benissimo anche quella di riso. OT: il frigo è li e funziona!! Che bello.

*Cat,almeno per questi due ingredienti ormai non ci dovrebbero essere difficoltà di reperibilità neanche in Italia. Per queste cose cmq qui siamo molto fortunati. E poi dal turco l'altro giorno ho trovato perfino le cime di rapa!!! Ho fatto festa grande :-)

*Miciapallina, sei troppo simpatica!

*Elisa, calda poi la feta è quasi ancor più buona!

*Mimmi, 16? Wow! Insalata scondita però proprio non ci riesco. Comunque non mi sto facendo mancare nulla, basta non esagerare ... ecco, forse per la Schweinshaxe aspetto ancora un po'. Ora passo subito!

*Aiuolik, ho fatto il baklava una volta in vita mia, tantissimi anni fa, insieme ad un vicino turco. Troooooooppo dolce per farne una teglia intera per i miei gusti! Però ho visto che Elenda (comida) ha una splendida ricetta sul suo blog e quindi mi permetto di linkare lei qui

Marika ha detto...

Mamma mia la feta piace tantissimo anche a me! Penso ormai di aver toccato il fondo mangiandola con del miele di corbezzolo, ma caspita quanto era buona ... ora mi manca provare la tua ricetta! E poi mi studio un buon tipo di pane da abbinarci!
MArika

The Food Traveller ha detto...

Una delle mie migliori amiche e turca e ogni tanto ci delizia della sua cucina anche se essendo intollerante verso le noci e simili .... e' un poco difficile per lei. Fortuna che non sono super allergico.

Quindi questo finger food qua ... io me lo papperei!

Ma lo strudel con la pasta filo, cosi come ho detto alla mia dolce meta' quando l'ha fatto ... no quello no!! :-)

Ciao

Danda ha detto...

Alex tentatrice! Urge che mi metta a dieta anch'io e tu mi proponi queste bontà (roba fritta con formaggio dentro, e chi può resistere?!).
A Londra non ho problemi a trovare negozietti etnici di ogni tipo ma ne rimpiango uno in particolare, vicino alla casa dove abitavo prima, classico micro-negozietto arabo pieno come un uovo, dove trovavo assolutamente di tutto (a cercarle pure le saponette camay!), dai baklavà freschi di forno (pericolosamente economici - te ne sparavi un vassoietto come niente), alle salsine e intingoli di ogni tipo e soprattutto la mitica feta Dodoni, grassissima e saporitissima. In periodo di Ramadan poi tiravano fuori tutti i dolci e i pani tradizionali... che pacchia...

elisa ha detto...

Aleeeeex sono troppo belli questi sigari..immagino il sapore e la croccantezza..mhh..e poi le foto sono superlative come sempre!

Dolcezza ha detto...

bellissimi alex! e interessanti!
ma devo ringraziarti dell'in bocca al lupo, ha fatto effetto!
un abbraccione!

CoCò ha detto...

Queste sono di quelle cose che mi ci tufferei anche adesso che sono ancora al lavoro bellissima presentazione oltre che buon contenuto

elisa ha detto...

alex da me ti aspetta un oscar!

sciopina ha detto...

la cucina turca mi piace tantissimo e so a quale pane ti riferisci lo adoro! Anche a me quando sono a berlino piace tantissimo andare nel quartiere turco e farmi una pappatina delle loro prelibatezze..gnam gnam...
brava bella ricetta e anche se fritto puoi comunque mangiarlo. Ne mangi uno o due e' ok..trust me!

Moscerino ha detto...

che foto magnificheeeee!! ancora giuro non ho letto la ricetta perchè sto fissando e rifissando le foto! sei troppo brava!

elisabetta ha detto...

Oggi è la giornata delle meraviglie in pasta fillo, prima Cat, poi te... e che invidia quei negozi turchi!

Fico e Uva ha detto...

Pasta Fillo.... ecco come provarla!!! Sembrano davvero squisiti!!! Questa ricettina la proveremo prestissimo!
;-))

cat ha detto...

hehe...indovina dove ce ne andiamo, sabato, la bee ed io? sì, sì proprio ad Istambul!grazie ancora del link cat (quellOconlaCminuscola)

Alex e Mari ha detto...

*Marika, io ho trovato un tipo di feta cremoso cremoso in cui mi ci tufferei! Buona idea quella del miele!

*Francesco, la cucina turca è eccezionale. Ma, ti dirò, anche io avevo fatto lo strudel di mele con la pasta fillo avanzata. Per una cosa veloce non è male. Basta bagnarla bene la pasta. Certo, non c'è paragone allo strudel classico.

*Danda, per le ricette light scrolla in basso ;-)) Ahh, anche io ho trovato le saponette camay!! E nel super turco compro la varecchina. Poi hanno delle megateglie di alluminio (per il baklava p.es.) a due lire. Fichissimo!

*Elisa, grazie per i complimenti! Un altro premio?? Corro a ritirarlo :-)

*Dolcezza, sono contenta!!

*Cocò, grazie! Non potevo mica presentare solo ricettine ipocaloriche :-)

*Sciopina, quando studiavo per gli esami di laurea mi ricordo che con le amiche tagliavamo quel pane a metà e facevamo delle bruschettone del diametro di una ruota ... quel pane lo associo a lunghe giornate passate a studiare :-)

*Moscerino, grazie, troppo gentile.

*Elisabetta, hai visto? A volte ci sono delle strane sintonie in rete

*Fico e uva, provate, non ve ne pentirete :-)

*cat, invidiaaaaaaaaaaaaa!!Che bello, godetevela tutta. Mi raccomando, fai tante fotine al buon cibo :-)

Buona giornata, Alex

adina ha detto...

semplicemente fantastici!!!

Lory ha detto...

Sei stata con noi...come diceva Laura"ti voglio bene da qui alla luna e ritorno"...GRAZIE!!!!

anicestellato ha detto...

Bella ricetta,complimenti!!

Viviana ha detto...

Ciao Alex!
Non c'è fretta per la risposta, tranquilla!
In questo periodo un po' "nero" fortuna che posso contare sulle vostre squisitezze (di cibo e di parole)!
Ciao!

Viviana ha detto...

per una volta Gp è entrato con me nel vostro blog e appena ha visto la foto ha detto: Buono questo ahò!!!
ah ah ah (modello romano, perchè è una frase che dice sempre suo cognato che è appunto romano)
ora mi tocca "accontentarlo" ah aha ha ha h aha h che così vediamo se passa anche a me questa voglia incredibile di turchia che mi hai messo!! :D

Paola ha detto...

Bellissima ricetta. Solo che non ho mai trovato in commercio la pasta filo....

isabella ha detto...

buonissimi...ma secondo voi sono buoni anche al forno?? io la pasta fillo ripiena la cuocio anche così...

ciao.

ps:
siete bravissime, avete un blog meraviglioso e vi leggo sempre.
:)
isabella.

cocozza ha detto...

Mamma mia sono proprio invitanti e semplici da fare.
ciao cocozza

comidademama ha detto...

che nostalgia di Amsterdam mi fai venire con i due mazzetti di menta e di coriandolo!
A Torino li trovi ancora in zona quadrilatero, a Trento vengono custoditi nelle celle frigorifere delle macellerie islamiche, che sono tante, belle e ben fornite di tanti ingredienti. E c'è pure il negozio thai che è un riferimento anche per chi cucina giapponese (e a Trento sono in tanti e anche molto bravi, c'è un corso di cucina giapponese ogni anno).
Qui in USA i prezzi sono molto alti, ma trovo i mazzetti da Whole foods a 1,50$ ciascuno, organic or whatever it is dato che siamo a gennaio e coriandolo e menta sembrano quelli dell'orto di mia mamma a luglio

Alex e Mari ha detto...

*Adina, sono saporitissimi

*Lory, che bello rivederti qui :-)

*Anicestellato, grazie ;-)

*Viviana, mi dispiace, spero passi in fretta

*Viviana, ahò e fajjeli sti sigari a GP :-)) Sò bbboni veramente! Smack

*Paola, dove abiti? Magari qualche lettore può aiutarti

*Isabella, grazie per le tue parole innanzitutto. Li puoi fare anche al forno, ma fritti sono tutta un'altra cosa. E poi ora a carnevale si può anche fare!

*Cocozza, il segreto è proprio la semplicità!

*Comida, credo che con il post di oggi ti farò venire ancora più nostalgia :-)

Grissino ha detto...

Hai ragione per la multiculturalitá ma, diciamocelo, non é che la cucina turca svetti su altezze eccelse. Allora parliamo di cucina Giapponese? Francese? Ungherese? e Italiana ovviamente. :-P
Si dice Wiener Schnitzel non cotoletta alla milaneseeeeee!!! ;-)
P.S. guarda che i dolci casalinghi non ingrassano ;-)

Alex e Mari ha detto...

*Grissino, allora non hai mai pranzato a casa di una famiglia turca ... ti assicuro che cambieresti idea sulla cucina turca :-)) Ecco, la giapponese forse è l'unica che non mi piace ... ma era chiaro, abbiamo sempre dei gusti contrari ;-)) La cucina ungherese non la conosco affatto. Pardon, Wiener Schnitzel ... Tempo fa sono stata in un ristorante di soli Schnitzel. Ce ne erano 35 tipi, più grandi del piatto. Ho scelto quella classica con la fettina di limone. Che goduria!
Allora che dici, posso farmi una bella Käsekuchen e non ingrasso?
Ciao, Alex

Morrigan ha detto...

O Alex, che buoni e che ricordi!
Qui ancora non sono molto diffusi i supermercati turchi, ma poco a poco.
Un abbraccio
Güle güle!

NIGHTFAIRY ha detto...

uuuhhh..li adoro!potrei mangiarne a centinaia di questi..Vado raramente al ristorante, adesso posso farmeli in casa!ihih..Grazie!

Buon weekend :)

Alex e Mari ha detto...

*Morrigan, la pasta a fillo a Roma però la trovi di sicuro ... portati la Turchia in casa :-)

*Night, si si , centinaia anche io :))) Buon WE anche a voi
Alex

ornella ha detto...

ciao
questa ricetta mi piacerebbe tanto provarla ma vivo in un piccolo paese e il feta propio non riesco a trovarlo ho domandato anche nell'unico negozio di cibi esotici ma nada de nada ... io non ho mai assaggiato il feta ma a guardarlo mi sembra come il quartirolo secondo te posso sostituirlo?
grazie e ciao
ps:complimenti per il bel blog :)