sabato 26 maggio 2007

Alla scoperta della... feijoa...

Eccomi quindi qui a raccontarvi anche di tutti i frutti e ortaggi nuovi che vedo ogni giorno al supermercato... Poi vicino a casa abbiamo un supermercato che si chiama "Fruit World"... una meraviglia ... non vi dico! Ci sono frutti incredibili... ed altri uguali a quelli europei. Per non parlare poi degli ortaggi... forme e colori mai visti. Ogni volta, ed è veramente così, mi sembra di essere una bambina nel paese dei balocchi! Che ridere! Poi mi ritrovo a prendere un mano il frutto che mi incuriosisce... lo tasto, lo odoro e cerco di capire se mi è familiare o se in qualche modo posso farlo assomigliare a qualche altro frutto che conosco...


Ho visto la Feijoa per la prima volta qualche settimana fa. Me ne avevano parlato per il suo ricchissimo apporto di vitamina C, che in inverno non guasta... soprattutto perchè qui in inverno pare non crescano le arance. Pare che la stagione delle arance sia finita il mese scorso. Mah... scusate, ma qui a testa in giù ho ancora da capire come funzionano le stagioni ... e la stagionalità dei frutti. Beh, poi ho scoperto un albero di Feijoas dai nostri vicini ... e sapete come l'ho scoperto? Dal profumo. Ad un certo punto si sentiva nell'aria un profumo assolutamente particolare. Dolce e molto intenso. Il profumo è uguale al sapore: dolce, intenso, ma molto particolare... non assomiglia a nulla che io abbia mai assaggiato... è davvero unico e poi o piace o non piace... difficile farselo andare bene...



Anche dei nostri amici ne avevano un albero in giardino e loro non ne fanno una malattia e io invece ne ho raccolte moltissime... anche se in casa sono l'unica a cui piacciono... per il momento... chissà! Io le mangio così... come il kiwi: tagliate a metà con il cucchiaio. Secondo me è il modo migliore per gustarne tutto il sapore!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma quante volte dobbiamo stupirci davanti ai frutti che la Madre Terra ci regala...mi manchi tantissimo.
Continua così,
Abbracci,
Claudia

Francesca ha detto...

che bello questo frutto, mi immagino l'odore, chissà com'è, e il sapore. Oltre a mangiarlo naturale che ci si potrebbe fare? Lì come lo usano?

Alex e Mari ha detto...

Cara Francesca,
ti dirò... hai colpito nel segno... li guardo e ci penso cosa farne... e ci penso e ci penso e ci penso... intanto me l mangio!! ehehehehehe...
marina

Alex e Mari ha detto...

Cara Francesca,
ti dirò... hai colpito nel segno... li guardo e ci penso cosa farne... e ci penso e ci penso e ci penso... intanto me l mangio!! ehehehehehe...
marina

Kja ha detto...

Sembrera` assurdo ma l'interno del frutto me ne ricorda uno che ho trovato a Rio l'anno scorso. Magari sono delle stessa famiglia, ma quello esternamente era diverso mi pare. Purtroppo non ho foto ma la descrizione che fai del sapore mi ricorda abbastanza quella di quel frutto, ma non ricordo neppure il nome :(

Kja ha detto...

va beh sono ancora sotto l'effetto del sbalzo di fuso orario ma ho scritto un commento un po' maccheronico, scusate!

Anonimo ha detto...

ma questo frutto è l'avocado? o almeno è dal sapore burroso con retogusto di mandorla?

Wella ha detto...

Nel giardino dei miei genitori in Sardegna cresce questa pianta da anni. I frutti hanno un profumo delizioso e un sapore meraviglioso e noi li abbiam sempre chiamati "sorbole", non so se il nome sia quello giusto. Anche io li mangio con il cucchiaino. Qui in Baviera non li ho mai visti. Ciao Wella