venerdì 16 ottobre 2009

WBD: pane del convento

Pane del convento

Ci risiamo: siamo arrivati alla quarta edizione del World Bread Day e l'instancabile Zorra ha invitato tutta la blogosfera a partecipare. Oggi troverete in tantissimi foodblog di tutto il mondo la ricetta di un pane. L'anno scorso hanno partecipato ben 246 ricette e sono sicura che quest'anno verrà battuto ogni record. Potremo panificare tutto l'anno con una ricetta diversa. Io stavolta ho scelto una corona di pane a base di farina di segale e farina 00 chiamata "il pane del convento". Purtroppo non ho trovato informazioni sull'origine di questo pane. Le erbe di Provenza ed i semi di finocchio (che potete anche macinare) ne fanno un pane saporito, adatto ad essere mangiato ad esempio con i formaggi. Consiglio però di farlo e mangiarlo il giorno stesso, dato che tende a indurirsi velocemente. Io lo vedo bene per una festa o un buffet - è anche carino e fa la sua bella figura. Buon WBD a tutti.

Ingredienti
  • 50 gr di burro
  • 1 cubetto di lievito di birra da 42 gr
  • 300 gr di farina di segale
  • 300 gr di farina tipo 00
  • 2 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiai di erbe di Provenza essiccate
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
Preparazione: sciogliere il burro in 250 ml d'acqua e far raffreddare il tutto. Sciogliere il lievito di birra nell'acqua e burro. Mischiare la farina di segale e 150 gr di farina tipo 00, aggiungere l'acqua con il lievito e amalgamare bene il tutto (aggiungere eventualmente un po' d'aqua se risulta troppo secco). Coprire con un canovaccio e far lievitare al caldo per 2 ore.
Unire poi i restanti 150 gr di farina, il sale, le erbe ed i semi di finocchio ed impastare energicamente fino ad ottenere un impasto liscio. Formare un rotolo del diametro di circa 5 cm, bagnare le estremità con un po' d'acqua e unirle formando una ciambella. Mettere la corona d'impasto su una placca rivestita di carta da forno. Coprire il pane con un canovaccio leggermente umido e far lievitare per altri 45 minuti finchè il volume non sarà raddoppiato.
Bagnare leggermente la superficie dell'impasto, cospargerla con un po' di farina e intagliare l'impasto con una forbice alternando dei tagli a sinistra e a destra (vedi foto). Cuocere per 30 minuti nel forno preriscaldato a 220°C (200°C se ventilato).

Pane del convento

Deutsche Ecke

Klosterbrot

Es ist wieder soweit: Heute haben wir den vierten World Bread Day und unsere unermüdliche Zorra hat uns alle aufgerufen, mitzumachen. Heute finden wir in vielen Foodblogs der ganzen Welt ein Brotrezept. Letztes Jahr haben 246 Rezepte teilgenommen und ich bin sicher, daß 2009 wieder alle Rekorde gebrochen werden. Wir werden sicherlich ein ganzes Jahr lang jeden Tag ein anderes Brotrezept nachbacken. Ich habe mich diesmal für ein Roggen-Weizen-Brot entschieden, das ich unter dem Namen "Klosterbrot" gefunden habe, allerdings gab es keine Informationen über die Herkunft dieses Brotes. Durch die Kräuter der Provence und die Felchelsamen (die man auch mahlen kann) ist das Brot würzig und herzhaft und ist ideal, um es mit Käse zu genießen. Ich empfehle allerdings, das Brot am gleichen Tag noch zu verzehren, da es sehr schnell hart wird. Es macht sich gut für eine Party oder ein Buffet, da es auch noch ganz nett aussieht. Euch allen einen schönen WBD.

Zutaten
  • 50 g Butter
  • 1 Würfel Hefe (42 g)
  • 300 g Roggenmehl (Type 997)
  • 300 g Weizenmehl (Type 550)
  • 2 TL Salz
  • 2 EL getrocknete Kräuter der Provence
  • 1 EL Fenchelsamen
Zubereitung: Butter in gut 250 ml Wasser schmelzen und abkühlen lassen. Hefe darin auflösen. Roggenmehl mit 150 g Weizenmehl und Hefewasser gut vermischen. Falls nötig noch etwas Wasser hinzufügen. Der Teig sollte leicht klebrig sein. Zugedeckt warm ca. 2 Stunden gehen lassen.
Restliche 150 g Mehl, Salz, Kräuter und Fenchelsamen untermischen und zu einem glatten Teig kneten. Teig zu einer 5 cm dicken, langen Rolle formen, Enden mit Wasser bestreichen, Rolle zu einem Ring zusammenlegen und die Enden gut zusammendrücken. Den Teigring auf einem mit Backpapier belegten Blech legen. Mit einem leicht feuchten Tuch abdecken und ca. 45 Minuten gehen lassen, bis der Ring doppelt so dick ist.
Den Teig mit Wasser bestreichen und mit etwas Mehl bestäuben. Die Oberfläch abwechselnd nach links und nach rechts schräg mit einem Messer oder besser Schere einschneiden. Das Brot im vorgeheizten Ofen bei 220° (Umluft 200°C) ca. 30 Minuten backen.

Quelle: Brot backen, Reinhardt Hess, GU Küchenratgeber

Postato da Alex

56 commenti:

Lory ha detto...

Che bello questo pane !
La prima foto poi è meravigliosa.
Alex io in internet ho trovato questi riferimenti .

http://www.panenostrum.com/laboratoriDelGusto.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Vinschger_Paarl
Dovrebbe essere originario della zona di Malles Venosta (il mio papà è proprio nato a Malles ;-)
Leggendo la ricetta e le note di Slow mi sembra proprio che sia lo stesso pane.

lamiacucina ha detto...

sieht aus, wie eine Krone. Die hast Du Dir schon durch das Foto verdient.

Lydia ha detto...

Sono una delle poche a non aver pubblicato pane per il WBD oggi
:-((
Stavolta Roberto mi ammazza
Questo è davvero bello

Artemisia Comina ha detto...

anche a te piace sforbiciare i pani! io trovo che li faccia diventare di una bellezza irresistibile.

Elga ha detto...

Bellissimo da vedere, quasi un peccato mangiarlo:))

LaGolosastra ha detto...

che meraviglia, altro che diademi di brillanti... questa sarebbe la corona perfetta per la regina delle golosità!
Posso avere l'onore di incoronarti?

luxus ha detto...

bello, ricorda i pani che in sardegna si confezionano con la semola, i coccoi, e che in occasione delle feste diventano vere e proprie opere d'arte.
non conoscevo questa iniziativa prima di leggerne sul tuo blog, e ho aderito (e panificato)con entusiasmo: speriamo d'essere in tanti!
ciao

ilcucchiaiodoro ha detto...

Davvero molto bello il pane ma le foto sono fantastiche,senza sapere quello che stava per verificarsi ho impastato anche io....

Patrizia (melagranata) ha detto...

Splendide foto, raffinate ed essenziali, per un pane povero e profumato.
Bellissimo!

Genny ha detto...

Non sapevo di questa giornata...quando ieri l'ho letta...che bello! così potrò avere una ricettina per tutti i girni e sai quanto io adori panificarE!!

Sofy ha detto...

Questo pane è bellissimo...mi piacerebbe molto pertecipare ma non ne ho il tempo!!!uffaaaaaa!!BAci!

Castagna e Albicocca ha detto...

Alex il tuo pane è veramente divertente a vedersi...insomma una coroncina di pane è proprio perfetta x un convento!
Il pane di segale mi piace molto...più è nero e + mi piace...
Solo non ho ancora avuto tempo di cercare in giro la farina di segale! GRRR
Sai che sarà dai primi di settemnbre che continuo a comprare lievuitini promettendomi di usarli ogni weekend e invece alla fine li cestino tutti e ancora non ho panificato nulla?
Ho circa una decina di ricettine da lievito da provare...ma perché le giornate non sono + lunghe???
Uff!
Buon pane!
Castagna

Andrea ha detto...

Oh das sieht ja so schön aus! Bestimmt werde ich das nachbacken! LG Andrea

manu e silvia ha detto...

Sembra saporitissimo e la forma che gli hai dato è fantastica! lo volgiamo provare anche noi!! bravissima
bacioni

Eva ha detto...

"Ganz nett aussieht" - das ist die Untertreibung des Jahres! :-)

Das Brot ist ein absoluter Hingucker - Kompliment und du hast es mit deinen Fotos - wie immer - wunderbar in Szene gesetzt. Ich bin begeistert davon!

lenny ha detto...

La ricetta è molto interessante, ma le magnifiche foto le "rubano la scena": in particolare la prima ha un che di mistico!
Purtroppo non sono riuscita a d organizzarmi per tempo: gli ultimi giorni sono stati frenetici :))

Nathalie ha detto...

Das probiere ich auf jeden Fall mal aus. Paßt gut in einen gemischten Brotkorb für eine große Gästerunde.

Babs ha detto...

sapevo che passando da te sarei rimasta incantata..... bellissomo e buonissimo :-)

Fra ha detto...

Bellissimo questo pane e deve essere anche profumatissimo!
Le foto sono splendide ;)
Un bacione
fra

Azabel ha detto...

Ne sento quasi il profumo! Devo decidermi a comprare un po' di segale per farmi la farina... rimando sempre e quando serve non c'è mai!

Pippi ha detto...

è uno spettacolo questo pane Alex!!!!!!!! :-)))))
Pippi

Saretta ha detto...

Stupendo il pane ed incredibili le foto..non ho altre parole!
bacioni

Virginia ha detto...

Alex, ti sei superata. Bellissima la prima foto e bellissimo questo pane.

silvia ha detto...

Bè non avendo mai fatto un panino in vita mia forse non è il caso di mettersi proprio oggi a impastare in fretta e furia per partecipare al WBD!! Mi basta guardare il tuo....è bellissimo!

nina ha detto...

è un meraviglia di pasta di densità di sapori sicuramente, e di onorealpane!come vorrei assaggiarne una fetti-nina! :)
un abbraccio bravissima a.

Maite_lacucinadicalycanthus ha detto...

Alex è bellissimo! bellissimo di forma, di colore, di lievitazione e pure bellissimo nell'idea stessa!
io ho qualche problema a panificare ma davvero il giorno che mi prendo di coraggio, questo lo provo. Grazie

Wella ha detto...

Stupendo Alex,
sei un artista.
Ricorda molto su coccoi sardo, un pane che si decora con le forbici, che assume forme stravaganti come pane per gli sposi. Non e' solo pane, e' una scultura!
Ciao Wella

Onde99 ha detto...

Ecco, io del WBD mi snoo dimenticata, ma mi consolo con le vostre ricette: questa è bellissima e sembra anche molto profumata... in Toscana il finocchio, più che i formaggi, chiama il salume e non sai quanto lo vedrei bene con il prosciutto salato!

Alice ha detto...

Bellissimo il pane e idem per le foto, peccato che non si possa sentirne il profumo!

Il mio pane è stato una ciofecata, sigh!

spighetta ha detto...

Amo la farina di segale! Mi segno subito la ricetta :)
Berlla anche la forma di questo pane :D

dolci a ...gogo!!! ha detto...

oltre ad essere belllissimo questo pane dev eessere di un buono!!!bacioni imma

Federica ha detto...

le foto parlano chiaro: favoloso!! devo farlo!! complimenti!

Mimmi ha detto...

Fotografie in stile "arte povera", che si sposano perfettamente col tipo di pane che hai sfornato.
Bellissimo!!
Un bacio e, mi raccomando, non nasconderti sotto gli scaffali dei libri a Francoforte, nella speranza che chiudano la fiera stasera e tu rimanga tutta la notte a sfogliare indisturbata ;-)
Mik

papavero di campo ha detto...

una corona di pane davvero bellissima ed evocativa!
subito penso a caratteristiche di qualità femminile, è un pane monacale ed io vedo tagli e punte di seni ma bando all'inconscio,
è proprio bello e mi sentirei felice di esserne l'artefice!
alex sei brava e bella (misteriosa) e cara!

ps: ancora mai cimentata col pane eppure vengo anche da stirpe di mugnai!

cobrizoperla ha detto...

ho appeso le forbici (quelle forbici ;-) al chiodo da un po' ... ma ancora mi commuovo...
;-)
oggi seguirei le tue bricioline come pollicino, per raggiungerti!
;-)

Aiuolik ha detto...

Questa ciambella del convento o no è bellissima! Il WBD è un evento che mi piace un sacco e si conoscono un sacco di pani (come il tuo) altrimenti sconosciuti. Anche io sono convinta che quest'anno supereremo di gran lunga i numeri dell'anno scorso!

Ciaoooo!

iana ha detto...

Che pane! E' strepitoso!

Ciboulette ha detto...

E' emozionante la prima foto, Alex! Questo pane ha una forma bellissima, ed io devo rifare rifornimento di farina di segale.
Buona giornata mondiale del pane! Baci, Elvira

enikő ha detto...

Se il pane è tanto buono quanto è bello è perfetto!
Brava Alex! :)

Lisa ha detto...

Alex è un peccato mangiarlo, davvero. Troppo bello!!!!
Lisa

Anonimo ha detto...

ma l'altra cuoca che fine ha fatto???????

dada ha detto...

Lo sapevo che ci avresti riservato una bella sorpresa! Questo tuo pane casto ;-) e dall'aspetto regale mi piace da morire. Un po' denso mmm. Bacioni panosi
P.S. Sto' arrivando anch'io e spero veramente che si battano i record quest'anno :-)

Buntköchin ha detto...

Sehr stimmungsvolle Bilder vom frommen Brot. Sieht so richtig nach einfachem Leben aus. Mit Käse kann ich es mir sehr gut vorstellen.

Giò ha detto...

che meraviglia, sembra quasi una spiga!
uso pochissimo la farina di segale proprio per il motivo che hai indicato, ma il pane è di un buon...e poi mi fa sempre l'effetto malga di montagna!

cocozza ha detto...

Che bello questo pane e mi ha fatto capire che con una sforbiciata si taglia meglio il pane prima di cuocerlo ah!ah!
sai però Alex che proprio non riesco a partecipare all'iniziativa di Zorra eppure metto
il nome
il nome del blog
il links
l'url
la mail e niente
ma come cavolo devo fare?
scusa lo sfogo!
buon fine settimana cocozza

enza ha detto...

o come disse l'autrice ieri buonissimo oggi una pietra.
sarà ma sembra solo buono bello e antico.
mo vado a leggere i riferimenti che ha dato lory

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Eccomi di ritorno dopo un giorno faticosissimo alla fiera. Un grazie collettivo a tutti. Che bello che abbiamo panificato in così tanti

Allen vielen Dank! War den ganzen Tag auf der Buchmesse und komme erst jetzt dazu, euch zu antworten.

*Lory, grazie per le tue ricerche! In effetti il pane è simile, ma non credo ugualissimo. Conosco il Vinschgerl e l'ho mangiato spesso. Si mantiene a lungo (il mio era duretto il giorno dopo) e contiene anche il cumino. Le origini però sono molto simili

*Artemisia, è la prima volta che ho sforbiciato il pane, ma credo che useró spesso questo metodo perchè l'effetto è molto bello

*Luxus, devo assolutamente provare il pane sardo che descrivi. L'ho già visto e lo trovo bellissimo

*Eva :-))

*Maite, ti devi lanciare col pane. Sono certa che dalle tue mani uscirebbero dei pani spettacolari e il profumo ti entusiasmerebbe

*Mimmi, a dire il vero sono scappata prima che chiudessero. Ero distrutta, lo sono anche oggi. Mi si è infiammato il nervo sciatico perchè sono uscita nell'area all'aperto dopo essermi fatta chilometri al caldo e mi sono completamente bloccata. E ora non cammino più.

*Papavero, ogni tua riga è una poesia, mi scaldi il cuore con i tuoi commenti. Io invece ti avrei immaginata una gran panificatrice.

*Cocozza, non saprei proprio cosa dirti. Prova a mandare una mail a Zorra con tutti i dati spiegando che il modulo non te li accetta. Altrimenti l'avverto io e le mando il tuo link se vuoi

*Enza, buono il primo giorno, buonino il secondo. Il terzo una pietra. Ma ho anche l'impressione che la lievitazione non sia andata come doveva. Probabilmente la mia cucina era troppo fredda.
Però mi piaceva l'idea del pane antico (e sforbiciato)

Buon weekend a tutti.
Alex

comidademama ha detto...

bellissimo, veramente splendido
mi piace molto la forma

cocozza ha detto...

Grazie Alex sei sempre un amore! ci ho ritentato a partecipare e credo di avercela fatta altrimenti non fa niente.
un bacione cocozza

Gatadaplar ha detto...

Questo pane è una meraviglia per gli occhi e per il palato... e me lo sono già segnato! tiè così ti becchi pure la rima!!! :*DDD
Ho saputo che hai già visto il film "Julie&Julie"... vale la pena?
Ho visto il trailer e ho riso tanto, mi incuriosisce e... il tuo parere? ^__^
Grazie carissima
Un abbraccio!

a.o. ha detto...

Corona di pane, goduria da re...
mica scemi nel convento ;D

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Eccezionale! nella forma e negli ingredienti.
ho acquistato la farina di segale biologica per fare il pan d'epice (suggerito da Elena-Comida) e adesso avevo il dilemma per impiegare al meglio il resto del sacchetto ... Sono stata accontentata a tempo di record :-D
Smack

Albertone ha detto...

Cercavo proprio una ricetta per un pane di segale, con cui accompagnare i "camin wurstel" che dovrebbero arrivarmi da Bolzano.
Ed il tuo è davvero speciale, e se fatto da Alex... è una garanzia ;)
Alberto

Mariù ha detto...

Io direi che la figura di questo pane è proprio porca!
Bello bello bello e quello sfondo nero lo valorizza ancora di più.
Da qua al prossimo anno forse mi sarò decisa anch'io.
Un bacione!
m.

zorra ha detto...

Wow, was für ein Brot und wie immer toll in Szene gesetzt!

Vielen Dank für deine Teilnahme am World Bread Day 2009. Yes you baked! :-)

Moira ha detto...

This Bread is so beautiful!