venerdì 3 ottobre 2008

Come pulite i finferli?

Filetto di maiale e finferli

C'è una cosa che mi impedisce di continuare a mangiare, anche se il sapore magari è buonissimo. Sabbia o terra che scricchiola fra i denti al primo boccone e io mi blocco. Che siano spaghetti alle vongole, insalatina o - come in questo caso - i funghi. Adoro i finferli, ma il rischio "scricchiolìo" è molto alto e quindi al ristorante non li ordino mai. In passato non li compravo neanche perchè mi sembrava un lavoro certosino togliere tutta, ma davvero tutta la terra.
Beh, mi è stato svelato un trucchetto e devo dire che il sistema funziona e io sono felicissima. Magari è già un metodo standard e mi sembra di aver scoperto l'acqua calda, magari per altri è un'eresia pulire i funghi in acqua. Ma per me il fine giustifica i mezzi e per me è importante che siano pulitissimi! E quindi io ora i finferli li pulisco così:
gli faccio fare prima una breve doccia sotto al rubinetto per togliere le parti di terra più consistenti. Poi li metto in una padella alta in acqua fredda e accendo il gas. Appena l'acqua inizia a bollire li tolgo dalla padella usando una schiumarola in modo che la terra resti sul fondo della padella. Asciugo e procedo con la preparazione dei funghi. Vi assicuro che i funghi non risultano spappolati o pieni d'acqua. L'importante è che non si facciano bollire. Io non ho trovato più un granello di sabbia e per me questa è la cosa più importante.
In questo caso ho rosolato i funghi con un po' di scalogno tritato, bagnato con un po' di cognac e aggiunto un pochino di panna. Serviti su filetto di maiale ... una meraviglia. L'anno scorso invece li avevo fatti con il pesce in una versione mare e monti.
E voi come li pulite? Conoscete un metodo infallibile che non duri mezza giornata?

P.S. No, non sono uscita dall'ospedale e mi sono fatta subito 'sto piattino. Ce ne vorrà del tempo prima di tornare a mangiare così ... ma il sapore me lo ricordo eccome ... bbbbbono!

Come pulire i finferli

Deutsche Ecke

So putze ich Pfifferlinge

Wenn ich eins nicht ertragen kann, dann ist es Erde oder Sand im Essen zu finden. Wenn es auch nur einmal zwischen den Zähnen knirscht, dann ist es vorbei. Ich kann nicht weiteressen. Ich liebe Pfifferlinge, aber im Restaurant ist es mir immer zu riskant. Ich habe neuerdings eine Methode gefunden, die Pfifferlinge wirklich sauber zu bekommen und bin sehr glücklich darüber. Erst verpasse ich ihnen eine schnelle Dusche unter dem Wasserhahn, dann kommen sie in eine hohe Pfanne mit kaltem Wasser. Herd anmachen und sobald das Wasser anfängt zu kochen, die Pfanne vom Herd nehmen und mit einem Schaumlöffel die Pfifferlinge aus der Pfanne nehmen. Die Pilze trocknen und weiter verarbeiten. Sie sind wirklich sauber und nicht mit Wasser vollgesogen. Wichtig ist nur, sie nicht im Wasser zu kochen.
In diesem Fall habe ich sie ganz klassisch mit etwas Schalotte angebraten, mit Cognac und Sahne abgelöscht, gewürzt und mit Schweinefilet serviert. Letztes Jahr hatte ich Pfifferlinge mit Fisch probiert. Sehr lecker.

Postato da Alex

57 commenti:

Camomilla ha detto...

Ciao ALex, leggo con immenso ritardo il post precedente... avevo visto che non postavi da diversi giorni, credevo fossi impegnatissima, ma mai avrei pensato che ci fosse qualche problema di salute... Spero che tutto vada per il meglio!
Per quanto riguarda i finferli, che adoro, non conosco un buon metodo per pulirli se non quello tradizionale che fa perdere un sacco di tempo. Magari la prossima volta provo a seguire i tuoi consigli, ti farò sapere!!!
Un abbraccio!

JAJO ha detto...

Ciao Liebes, mi piace vederti di nuovo "sul campo" :-D
Io, personalmente, mi limito a tagliare quel centimetro di gambo sporco di terra poi li bagno velocemente sotto il rubinetto e li pulisco con i polpastrelli (già basta), poi li tampono con un canovaccio per asciugarli. Per me, insieme ai porcini ed alle cappelle delle mazze di tamburo (entrambi alla brace) sono i migliori ! Hai visto che li ho trovati al mercato di Testaccio ? :-D
Un bacerrimo !!!

Viviana ha detto...

che bello che è leggerti Tesoro!!! Ricordo che Mimmi li immergeva in acqua e aggiungeva un cucchiaio di farina e poi faceva shecke shecke con le dita... io non ho mai provato il metodo ma ho una voglia incredibile di finferli quindi mi sa che proverò presto la tua ricetta e i due metodi dato che sono testati!! :D

ti mando una stritolata forte forte eprchè deve arriavre fino a lì e durare per molte ore!! :D smaaackkk

VANESSA ha detto...

oddio che odio la terra! anche io mi blocco a sentire i granellina tra i denti...però questo metodo sembra geniale. io non sono esperta di funghi e no so dirti se è già collaudata qst tecnica però ho la suocera che cucina e mangia una sessantina di tipi di funghi quindi se hai dei dubbi chiedi pure che lei è ferrata sull'argomento!

a.o. ha detto...

Bentornata finferlina.
:D
a.o.

Viviana ha detto...

ah... anche io odio la terra e gli scricchiolamenti sotto i denti :(((

bocetta ha detto...

ma già ti sei rimessa all'opera!? ;P
Hum...io anche li pulisco in acqua...ma che non mi sentano i puristi,guai!!! Da noi i finferli si chiamano galletti,appena fà un pò di pioggia ne vado a cercare...e magari li provo così!
Un bacio...e stammi bene :***

Giorgia ha detto...

dici niente alex, la sabbia! è un incubo. e come te anche io evito i funghi per quel moetivo. anche le vongole, a dir la verità, perchè non riesco mai a pulirle come si deve...
però questo trucchetto è interessante. si potrà usare anche per i porcini? ieri non sono riucsita a lasciarti un commento perchè il computer me lo impediva... stai un po' meglio?

Alex e Mari ha detto...

*Camomilla, in teoria sarei stata impegnatissima, ma il mio corpo ha deciso che avevo bisogno di un'ulteriore pausa.

*Jajo, per il metodo tradizionale sono troppo pigra e mi manca la pazienza. E poi rischio di pulirli male e ritrovarmi la terra fra i denti. Mai provate le cappelle delle mazze di tamburo (certo che nome!). Poi mi ci porti a Testaccio eh?!

*Viviana, qui in Germania è conosciuto quel metodo con la farina. Ma da me non ha funzionato. A proposito, ma Mimmi che fine ha fatto?

*Vanessa, io in materia di funghi sono proprio una schiappa. Già è tanto se riconosco quelli standard

*A.o. ci starebbe meglio una finferlona :-) Grazie cara, bello essere di nuovo qui

*Bocetta, questa è opera pre-ospedaliera :-) Beh, probabilmente i veri cuochi grideranno allo scandalo leggendo il mio metodo, ma per me l'importante è che funzioni e che non trovi neanche più un granello di terra

*Giorgia, anche io evito le vongole. Da piccola io facevo ordinare gli spaghetti alle vongole a mio padre e se non c'era sabbia glieli fregavo dal piatto!

Ciao
Alex

Nepitella ha detto...

Chiederò a mia mamma (montanara doc) come li pulisce, io passo proprio per il discorso scricchioli:D
Ti sono vicinissima per le tue rinuncie a tavola... io sono nella stessa barca anche se per un altro motivo (sembra che gravidanza per i medici sia un sinonimo di sfilata di moda :S Mah!)
Un abbraccio e buon we

stelladisale ha detto...

anche io mi ricordo quella cosa di mimmi con la farina, a proposito che fine ha fatto?
spero tu possa tornare presto a mangiare quello che vuoi, comunque interessante il trucchetto, io di solito li lavo semplicemente sotto l'acqua anche se dicono che non andrebbero bagnati...
augurisssimi di perfetta guarigione!

isabella ha detto...

Lo so che non si dovrebbe, ma io i mangio anche la terra, pure lascio fare all'Amato Bene che è molto più paziente e rifinito di me, oppure chiedo alla mamma! Adesso che so il trucco, mi tengo la carta di riserva !
Quato alle vongole io le lascio purgare qualche ora in acqua salata prima di cucinarle... ma se c'è la sabbia è quasi impossibile toglierla

JAJO ha detto...

Secondo me possono anche essere bagnati, anzi..
Certo che ti posto a Testaccio, ci mancherebbe :-D
Comunque non ci vuole poi tanto a pulirli con il "metodo classico" (sembra uno spumante hahahaha) e non ci rimane la terra se pulisci bene.

Mariluna ha detto...

Io cara Alex, li pulisco sotto il getto dell'acqua, non posso sopportare i granelli di sabbia nel piatto, smetto di mangiare anche se sono pazza dei funghi o delle volgole o delle cozze. Per sicurezza usero' il tuo metodo infallibile. Grazie e sopratutto riposo la salute conta più di tutto.
Mariluna *_*

maricler ha detto...

Ciao cara, che bboni i finferli! Mio padre (che va a funghi ogni volta che può, è uno dei ricordi iù odorosi della mia infanzia, la terra, le felci, il muschio, i funghi) mi ha insegnato a pulirli con un canovaccio inumidito. Diciamo che così è un po' lento pulirli, però io non li passerei sotto l'acqua (o magari sono quelle leggende popolari che nessuno si è mai incaricato di smentire, a questo punto io interpellerei Dario Bressanini che, cavolo, sa tutto). Baci e buona guarigione!

Tatiana ha detto...

Buoni i finferliiiiiiiii ne ho ancora di scorta dei miei raccolti... non vedo l'ora di scendere ancora ritardi... maremma e poi scappare nei boschi a cercarli, anch'io uso questo metodo per pulirli bene, ma già li spolvero e tolgo la radice nel bosco per cui li porto abbastanza puliti a casa ;)

Saretta ha detto...

Ciao stella!mia mamma ha una spazzolina ad hoc per pulire i funghi ed altro non mi viene in mente...Spero oggi sia meglio!e domani ancor dipiù!Bacioni

Arietta ha detto...

tutta presa dalle mie problematiche di cuore, ho letto solo ora della tua assenza causa ospedale :( accidenti non sai quanto mi dispiace! spero davvero ora tu stia meglio, te lo auguro di cuore guarda! In bocca al lupo tesoro!

quanto ai funghi, ti dico solo che con quelli secchi abbiamo il medesimo problema...noi gli cambiamo l'acqua per 3 volte :-O che schifo la terra sotto i denti!

se mi capiterà di pulirne freschi userò le tue preziose dritte.

Un abrbaccione!

Alex e Mari ha detto...

*Nepitella, per il tuo fagottino in arrivo rinuncerai sicuramente volentieri!

*Stella, grazie! Me lo chiedo anche io che fine abbia fatto Mimmi. Dopo il post in cui diceva che andava in Turchia non si è più fatta viva. Spero stia bene

*Isabella, è una croce con la terra e la sabbia. Ed é più forte di me, proprio non riesco a continuare a mangiare

*Jajo, ma come mi "posti" a Testaccio? E poi te ne vai? Ahahah

*Mariluna, allora siamo uguali in questa cosa. Grazie per gli auguri

*Maricler, come dicevo probabilmente chi si intende davvero di cucina grida allo scandalo per l'acqua usata. Io cmq non trovo che i finferli ne risentano e per il mio scopo il metodo è ideale. Cmq sarebbe interessante sentire cosa dicono gli esperti

*Tatiana, mi fa piacere leggere che anche tu usi questo metodo.

*Saretta, credo che la spazzolina non vada bene per questi funghi delicatissimi. Per gli altri è sicuramente un ottimo metodo

Ciao
Alex

Alex e Mari ha detto...

*Arietta, che bello rileggerti e vedere che stai ritrovando un tuo equilibrio. Ti abbraccio forte anche io

NADIA ha detto...

Per quanto riguarda la pulizia di funghi piccoli come i finferli io li lavo accuratamente sotto acqua fredda e li asciugo subito con un telo di lino,anche perchè appartengono a quel genere di fungo il cui sapore non si perde facilmente.
Nel caso dei porcini, invece, vado di solo coltellino: niente acqua o affini, solo tanta pazienza ;)
Infine volevo dirti che forse ho notato un refuso (magari mi sbaglio...) ma dici che scoli i finferli con lo scolapasta in modo da lasciare la terra o affini sul fondo della padella...forse intendevi dire con una schiumarola? (o forse non ho capito un tubo io...niente di più facile :)).

Nadia - Alte Forchette -

Anonimo ha detto...

Come ti capisco. Anche per me ogni scricchiolio prodotto da qualsivoglia sostanza, costituisce un potentissimo deterrente... brrr!
Ben tornata! Manuela

campo di fragole ha detto...

Alex non ci crederai... ma qui in Catalogna danno un programma tv che si chiama "cacciatori di funghi" e giusto ieri sera hanno mostrato come elimnare la terra.... esattamente come hai fatto tu!!! ;)
Io mi sono sempre limitata a passarli sotto l'acqua, togliere un po' del gambetto e tamponarli...
Se li trovo i funghi quest'anno.... io ne vado letteralmente pazza.... Mio padre ogni anno andava a raccoglierli e tornava spesso con certe buste piene... Qui li devo comprare e sono carissimi... poi non e' che veramente siano saporiti, ho sentito dire che vengono da fuori, da altri paesi perdendo tutta la fragranza...
Un bacio,
Daniela

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Hai presente la gioia di trovare i funghi nel bosco? E' la stessa gioia che sto provando a leggere il tuo post!!! l'idea che hai proposto è proprio comoda, non la conscevo, e va proprio bene proprio per i funghetti più piccoli ... ehm ... non posso avere quel piattino per pranzo!?! Kisses

ღ Sara ღ ha detto...

Anche io odio pulirli!!!! però sono cosi buoniiiiiii che ve vale la pena!!!


un bacionissimo e bentornataaaa!!

Alex e Mari ha detto...

*Nadia, siiii ovviamente intendevo la schiumarola! Grazie per avermelo segnalato, ho subito corretto.

*Manuela, anche per mia sorella è la stessa cosa ... l'unica cosa che ci accomuna in cucina. Per il resto siamo completamente diverse :-)

*Dani, ma dai? Allora non ho proprio scritto una cretinata. La cosa mi conforta :-)) Anche qui è difficile trovare finferli del posto, arrivano quasi tutti dai paesi dell'Est. Non sono andata mai per funghi, quanto mi piacerebbe

*Twostella, serviti pure, il pranzo è pronto :-))

*Sara, grazie! Io sono pigrissima per quanto riguarda la pulizia dei funghi.

Ciao
Alex

JAJO ha detto...

:-P

sister ha detto...

O mamma lo scronch inaspettato e' la cosa piu' terribile che ti possa capitare mangiando. L' ho ribattezzato scronch inaspettato, perche' se fa scronch qualcosa di cui ce l' aspettiamo non ci fa impressione (p.e. pezzi di carammello, i semini nel kiwi,il melograno ecc.) Ma lo scronch inaspettato ti rovina l' appetito p.e. buccia di uovo, terra nell' insalata, ma la cosa peggiore sono le schegge del guscio di vongole che sono piccole piccole da nascondersi tra gli spaghetti, teribbbbile! Sono a favore di lavare, stralavare, bollire, passare, filtrare tutto!!!(Tanto io finferli me li mangio da te visto che io non li so fare)

Sere ha detto...

Ciao Alex! Felice di rileggerti e di sapere che, stai meglio!!!
Anche il mio papy è contrario al lavare i funghi con l'acqua, per togliere la terra in eccesso ci vorrebbe lo spazzolino apposito per funghi e poi una strofinatina con un canovaccio bagnato, così mi è stato insegnato! I finferli però non li ho mai preparati e quindi non so quanta terra hanno appiccicata... Interessante anche il tuo metodo, se capiterà lo testerò! Un abbraccio fin lì dall'altro mondo!!!

Sere

il maiale ubriaco ha detto...

Ma infatti è un mal pensiero quello di credere che i funghi non vadano lavati. Mi rende perplesso invece il passaggio in acqua. Cioè, molti umori forse così vanno persi, rimanendo nell'acqua seppur non bollente. Forse conviene pulirli delicatamente e accuratamente con un canovaccio prima e poi passarli sotto l'acqua corrente per eliminare eventuali altri residui. Una mia idea, sulla base dell'esperienza fatta. ;-)
Ste-

il maiale ubriaco ha detto...

Ma infatti è un mal pensiero quello di credere che i funghi non vadano lavati. Mi rende perplesso invece il passaggio in acqua. Cioè, molti umori forse così vanno persi, rimanendo nell'acqua seppur non bollente. Forse conviene pulirli delicatamente e accuratamente con un canovaccio prima e poi passarli sotto l'acqua corrente per eliminare eventuali altri residui. Una mia idea, sulla base dell'esperienza fatta. ;-)
Ste-

laGallinainCucina ha detto...

Ciao cara, come stai? che delizia i finferli, provali sulla pizza sono strepitosi.
Io ho sempre pulito i funghi con un pennello, il tuo metodo credo che sia molto efficace per eliminare tutta la terra ma non si perdono le proprietà ed il sapore del fungo!
Baci

astrofiammante ha detto...

spero che tutto si risolva al più presto e che tu ritorni nella tua cucina,a fare le "solite" meraviglie
i funghi li sbatto un pochino nello scolapasta sotto il getto a pioggia del lavello, dopo avergli tolto il pezzetto di radice terrosa. ciaooo!

Artemisia Comina ha detto...

oibò, il finferlo non mi risultò così ostico (con le telline farei invece un pianto, e gradirei un "come pulite le maledette telline"), interessante comunque la tua tecnica, perchè rassicura: NEMMENO UN GRANELLO!

in questa stagione ho provato i finferli così: crema di zucca e su un crostino dorato con finferli saltati in padella.

Sheryl ha detto...

Ma sai che non conoscevo questo metodo? Sinceramente anche io non li mangio spesso, e anche per via della terra, che anche io odio (insieme alla sabbia delle vongole), però sono proprio buoni! E il modo in cui tu li hai preparati è davvero invitante!
Mi raccomando guarisci presto! Un bacio!

Fra ha detto...

Sei geniale...io finoa ora li pulivo uno a uno con una spazzolina...non finivo più! Il tuo metodo è formidabile. Spero che la tua guarigione stia andando bene
ti mando un grosso bacio
Fra

Aiuolik ha detto...

Non conoscevo questa tecnica (altro che acqua calda!)...io di solito li passo sotto l'acqua e poi li pulisco ulteriormente con uno strofinaccio. Non sono esperta di finferli e in effetti non li mangio da un po' :-)

Ciaoooo e mi raccomando RIPOSATI!
Aiuolik

salsadisapa ha detto...

non ho più trovato il mio commento sul post sotto! misteri di blogger :-(((
comunque sono felice che stai meglio, e poi questo metodo epr pulire i funghi non lo conoscevo: di solito li lavo tantissimo sperando di togliere la terra ahahha :D
mi mancavano le tue foto... baci!

Anonimo ha detto...

Adoro i funghi ed i cantarelli sono deliziosi... in Svezia in questo periodo ne trovi montagne al mercato, e sono freschissimi! Questo è un metodo che non conoscevo, io di solito uso una spazzolina e non ho mai avuto problemi con la terra.
Bella ricetta... semplice e autunnale!
Ciao.
Orchidea

JAJO ha detto...

Porca miseria Orchidea mi ha fatto rendere conto che non ho segnalato il nome più ovvio: infatti il termine latino è "Cantharellus cibarius" (detto anche Cresta di gallo, se non sbaglio).

SISTERRRRR : e quando il "cronch" è.... dei denti, è ancora peggio :-/

sally ha detto...

Felicissima di vedere che sei tornata in forma e che hai gia' ripreso a cucinare, felice di sapere che stai meglio, brava, un bacio sally

Alex e Mari ha detto...

*Sister, ahhhh la buccia d'uovo. Quella è quasi peggio di tutto il resto.

*Sere, i finferli hanno talmente tante lamelle sottili in cui si può nascondere della terra che la spazzolina non basta (almeno non per me). Hanno un sapore molto intenso e non trovo che lo perdano con questa tecnica.

*Ste, sicuramente funziona anche come dici tu, con tanta santa pazienza che a me manca. La prossima volta voglio provare entrambi i metodi e vedere se il sapore ne risente del passaggio in acqua

*Gallina in cucina, sto molto meglio grazie! Sulla pizza? Hmmmmm che ideona

*Astrofiammante, bentrovata!

*Artemisia, a trovarle qui le telline! Sai che la vellutata di zucca con i finferli l'ho provata l'anno scorso in un ristorante? Buonissima

*Sheryl, grazie, ce la metto tutta a guarire del tutto :-)

*Fra, il metodo è soprattutto comodo se ne hai grandi quantità da pulire ... altrimenti non si finisce più

*Aiuolik, cerco di riposarmi, ma purtroppo il lavoro è rimasto sul tavolo ... e le scadenze sono quelle. Un abbraccio

*Salsadisapa, un bacio anche a te. Bello rileggervi tutti

*Orchidea, qui invece quest'anno no riesco proprio a trovare funghi locali, arrivano quasi tutti da fuori. Dovrei andar per funghi :-)

*Jajo, infatti ce l'hanno un po' l'aspetto di una cresta di gallo!

*Sally, la ricetta postata è pre-ospedaliera. Per ora ai fornelli non mi posso ancora sbizzarrire come vorrei

Buon WE a tutti, Alex

mamma3 ha detto...

A me il tuo metodo sembra efficente e relativamente veloce! Io non son abituata a pulire molti funghi:)) Mi raccomando riguardati, Elga

brii ha detto...

e no..alex...quest'anno non ci vai a funghi!
resti a casa e ti riposi..capito?? :)
aaaaaaaaaaaaaaaaaah...io sono totalmente ignorante...
li ho sempre annegati sotto il getto del rubinetto..
niente sabbia sotto i denti!
no eh!!
questo metodo mi piace..meno violento del mio..eheh
da ora in poi farò così!
buon week end e riposati!
bacioniii

bocetta ha detto...

Aleeeex...c'è un premio per te;P
Buon fine settimana:***

Giovanna ha detto...

Prima di pormi il problema di come pulirli, devo pormi quello di come trovarli. Mai visto un finferlo nei negozi napoletani!
Un abbraccione. Riguardati e stai bene!

Precisina ha detto...

Ma che combini??? Va bè dai, non parliamo di malattie (che fa male), parliamo di cibo (cha fa bene e mette allegria)... oddio, la sabbia nelle vongole!!! Ma nei funghi pure, hai ragione! Il tuo sistema è a dir poco certosino, maniacale... a me hanno sempre suggerito di spazzolarli con cura, ma di non lavarli per la questione acqua, aroma... ma qualche granellino di terra, una o due volte :-( ora che ci penso, il fatto che io non viva a fondo il problema, uhm, sarà mica perchè mooolto spesso li prendo surg!!! ahahahah, simpatica!!! Prima di lasciarti... mi sono lanciata con la famosa miscela pronta per dinkel-brot, ho aggiunto solo acqua e miele (mi girava così), sesamo per decorarlo un tantino...buonissimo!!! Ovviamente ho mischiato, versato e infornato... stesso sistema dei mille semini :-) cavallo che vince... :-)

livi ha detto...

ohhh....grazie mi e tornata la voglia di cucinare...che meraviglia le fostre ricette...ho avuto un po di problemi con il mio blog....il mio nuovo indirizzo : www.fotolivilive.blogspot.com
un abbraccio fortissimo, livi

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Alex un grosso in bocca al lupo che tutto vada per il meglio!!! E grazie per la dritta sulla pulizia di questi funghi. Un bacio Laura

Carla ha detto...

Ciao Alex, speriamo che tutto torni a posto...ci manchi!!!!
Questo tipo di pulizia dei funghi non la conoscevo...grazie della info!
Un bacitoo:D
Carla

Alex e Mari ha detto...

*Elga, soprattutto veloce - e per me pigrona è una gran bella cosa

*Brii, sicuramente mi rilasserei di più andando per funghi che non restando a casa (dove ho anche il mio ufficio!!). Ma cercherò di far tutto con calma

*Bocetta, arrivoooo! Ma un altro premio?

*Giovanna, ma va? Non sapevo che fossero introvabili a Napoli. Fatteli portare da Jajo che li ha trovati a Testaccio :-)))

*Precisina, sabevo che saresti rimasta soddisfatta delle miscele pronte!

*Livi, bentornata. Mi sono mancate le tue foto invece! Ti ho già inserita nel feed con il nuovo indirizzo

*Laura, crepi crepi crepi :-)

*Carla, grazie di cuore!

Ciao
Alex

niki ha detto...

Che buoni i finferli! Con quel profumo di albicocca!
Se mai potrò ancora cuninarli mi ricorderò del tuo trucco. Anch'io non riesco a reggere la sabbia sotto i denti....

niki ha detto...

Che buoni i finferli! Con quel profumo di albicocca!
Se mai potrò ancora cuninarli mi ricorderò del tuo trucco. Anch'io non riesco a reggere la sabbia sotto i denti....
Spero che tu stia bene!
Un abbraccione Niki

cocozza ha detto...

Un po in ritardo arrivo ma volevo lo stesso dirti che i finferli sono proprio buoni ma sono sempre pieni di terra anche perchè nel bosco dove io li trovo stanno sempre un po nascosti nella terra e difficile anche vederli poi per pulirli io uso un pennello quello che si usa per dipingere spazi medi tipo finestre li spazzolo ben bene e poi li metto in acqua e sale grosso poi cambio acqua più volte finchè non esce pulita li asciugo nella centrifuga per l'insalata e li cucino.
ciao cocozza

anna ha detto...

Buongiorno ,per 'appunto oggi ho ospiti e preparero finferli.con polentaSeguiro il vostro metodo ed in ogni caso vi sapro dire .Il metodo mi sembra intelligente .Complimenti anche per il sito davvero semplice ed elegante .Anna

Renato ha detto...

Anch'io avevo il problema di come lavare i finferli. Ho scoperto un modo molto semplice: li metto nella centrifuga dell'insalata; li risciaquo tre - quattro volte; li centrifugo; li metto ad asciugare su un panno asciutto; Risultato: pulitissimi

Lady Exila ha detto...

Saaaalve, non so se qualcuno vedrà mai questo commento visto l'anno del post, ma io vado pazza per questi funghi che qua si chiamano gallinacci o chanterelle, sono appena tornata dal supermercato con due vaschette da mezzo chilo (sono i primi della stagione e dato che mi sono mancati me ne voglio fare una bella scorpacciata, poi erano pure scontati) e mia madre, a cui lascio la cottura perché ha la sua salsina segreta, che a sua volta se ben ricordo include panna e cognac o brandy, è squisita, mi ha proprio chiesto di cercare se non c'è un modo per pulirli più velocemente dato che è già tardi e sono una marea! Quindi proviamo, e grazie mille per il consiglio!