mercoledì 19 marzo 2008

La cassata della mamma...

Quando mia mamma è stata qui il tempo è stato bello e c'era sempre qualcosa da fare con i bambini, ma avevo in mente di chiederele questa ricetta da molto tempo. La sua cassata me la ricordavo già a Milano e per quanto lei fosse sempre attenta a quello che mangiava, la cassata le è sempre venuta proprio bene! E così è stato anche questa volta!


cassata (7)


Dose degli ingredienti a occhio...
Bacinella media.
Pan di Spagna, ricotta (l'ho trovata, l'ho trovata... non fresca come dal formaggiaio italiano, ma vabbè...), frutta candita mista, zucchero bianco, scaglie di cioccolato fondente e un mezzo bicchierino di liquore dolce.
Per la glassa ho usato l'icing sugar che è lo zucchero apposta per fare le glasse che contiene un po' di amido. Tra l'altro nella "vera" cassata credo che la glassa sia fatta di pasta di mandorle, che qui ho scoperto solo dopo aver già fatto la ricetta... (ooopppssss).

Dunque abbiamo lavorato bene bene la ricotta con lo zucchero fino a formare una crema bella morbida e un po' consistente (prima foto), alla crema di ricotta abbiamo aggiunto la frutta candita e le scagliette di cioccolato (seconda foto). Poi abbiamo ricoperto la bacinella internamente con il pan di spagna tagliato a fette sottili (terza foto) e bagnato con un po' di liquore.


Abbiamo poi riempito la bacinella con la crema di ricotta, e successivamente ricoperto il tutto con altre fette di pan di spagna e poi messo tutto in frigo per almeno 2/3 ore.

cassata (3)


Per la glassa... in una pentolina abbiamo messo l'icing sugar e abbiamo unito l'acqua bollente e poi abbiamo girato velocemente finchè la glassa non è diventata un po' consistente e poi l'abbiamo spalmata sulla dolce. E' un lavoretto non semplicissimo, bisogna stare un po' attenti che la glassa non si rompa e bisogna essere precisi ma veloci... Sì la parte della glassa non è proprio facile, ma ne vale la pena! ... Era davvero fantastica!!!! Grazie mamma!


cassata (9)



In English please!


Cassata: my mother's recipe!


The recipe doesn't include the precise measurements for the ingredients as I made this dessert without a scales!

Beat the ricotta in a large bowl until smooth. Take half the candied fruits, reserving the best pieces to decorate the cake and chop intovery small pieces. Add to ricotta along with chocolate (chopped) and mix well. Cut the sponge into 1/2 inch thick slices and moisten with liqueur. Line a deep round bowl with some slices and fill with the ricotta mixture, smoothing it down neatly with the blade of a knife. Cover with the remaining slices of sponge and chill for 2/3 hours. Place a plate about the same diameter as the top of the bowl over the bowland carefully invert the cake onto the plate. Carefully lift off the bowl. Decorate the cake with the icing and the reserved pieces of fuit.

Postato da Mari

34 commenti:

elisabetta ha detto...

Bellissima, e di sicuro buonissima, con tanti canditi, la ricotta, il pandispagna inzuppato di liquore... quanto mi piace questo dolce!

Franci 70 ha detto...

E' incredibile come le ricette delle mamme siano sempre "ad occhio" e vengano comunque benissimo!
P.S. Sfornata oggi la treccia...mitica!!!

alessia ha detto...

Eh la mamma è sempre la mamma!!!! Che bella questa cassata ottima sicuramente complimenti alla mamma!!! e anche alla figlia!!Bacioni Alessia

Mary ha detto...

Buonissima! Ma, lo so, la ricotta non fresca come in Italia. Che tipo di ricotta voi ha usato?

Cookie ha detto...

Anche mia mamma adora la cassata!! Ogni volta che la porta a casa (lei non l'ha mai fatta) le faccio la scenetta di 'Il mio grosso, grasso matrimonio greco' :-D
Ciao!!

sandra ha detto...

spettacolare!!! Brava Mari e brava mamma di Mari!!
Devo provare anche io .. :)
un abbraccio e kiaora

Viviana B. ha detto...

Ecco, con questa ricetta mi hai fatto felice. Non so se proverò mai a farla (sono sincera, sono un impiastro in cucina ed amo più la cucina mangiata che la cucina preparata), ma vedere una ricetta "a occhio", presa pari pari come la fa la mamma, all'altro capo del pianeta... è bello e commovente, ecco!
E poi scommetto che è rimasta buonissima! Qui io sono sempre pronta a sacrificarmi per un assaggio, eh! ;)

Spilucchina ha detto...

Eh, sì! La mamma è sempre la mamma...Davvero interessante questa sequenza, complimenti!

Chocolat ha detto...

Buona ! Grazie !
Chocolat di Cookinginrome

Erborina ha detto...

ma che meraviglia!!!

giulia ha detto...

la cassata non è tra i miei dolci preferiti... Ma questa della tua mamma va elogiata per quanto è bella :)
Baci giulia

Lalla ha detto...

mmmm ma qui sento un leggero profumo di casa mia o sbaglio???
complimenti sia a te che alla tua mamma ... è veramente molto bella!!!
peccato che sapori e profumi nn si sentano via internet!!!!

baci lalla

Fra ha detto...

potrei uccidere per una cassata!!!Adoro il vostro blog le ricette sono sempre fantastiche. Posso inserirvi fra i miei link?
grazie

Marika ha detto...

Peccato per la ricotta, ma sono sicura che era comunque ottima! Volevo dirti però che le foto dei fiori sono favolose! E ho letto del risultato del tuo test, fortuna che non era intolleranza al lattosio e speriamo che sia solo un malessere passeggero! Intanto goditi la Pasqua e io mentre preparo la pastiera e le pizze ti mando un assaggio virtuale, almeno quello non ti farà male di certo!
P.S. Fortuna si che l'intolleranza al lievito è passata, come avrei potuto fare?
Auguri
Marika

salsadisapa ha detto...

favolosa... voglio provare a farla, ora che ho fatto la pace coi canditi :-D baci dell'altro mondo!

Ciboulette ha detto...

Aiuto che buona!!!!!!!!!!

L'icing sugar e' lo zucchero a velo che si vende in busta anche da noi?? (paneangeli per capirci ?? :))

laGallinainCucina ha detto...

Buooona, brava alla mamma a te per la foto!
Baci.

sciopina ha detto...

e' una meraviglia..uno zuccotto cassata. Che bella luce nelle foto
a presto
sciopina

Magnolia Wedding Planner ha detto...

buona la cassata..e l'aspetto è più che invitante.
e' vero anche le ricette di mia nonna erano "a occhio". Eppure riuscivano sempre bene.
Complimentoni!!!
Silvia

mamma3 ha detto...

Questo è un dolce che si mangia sempre volentieri, che sa di famiglia e non si dimentica! Un super bacio, Elga
Alex: E i referti delle analisi? Todo bien?

Marika ha detto...

Ho fatto un bel pò di confusione al commento: ovviamente la parte della cassata era rivolta a mari e i complimenti per le foto ad Alex.
L'abbraccio e tantissimi auguri per una buona pasqua invece sono per entrambe!
Marika

Gatadaplar ha detto...

scusate... non ho capito di chi è il post... Alex o Mary? :)))
anche a me la cassata piace tanto ma la conservo nel Libro Dei Dolci Goduriosi ma Proibiti :PPP
sbavo a guardare queste foto...
Per la glassa ho imparato a farne una versione a freddo dalla mia suocerina preferita: prende una chiara d'uovo e ci mette dentro 3-4cucchiai di zucchero a velo e mescolamescolamescola... e aggiunge tanto zucchero fino a quando è tosta come vuole lei... La usa per decorare la Pizza dolce di Pasqua marchigiana, quella alta, cilindrica con tante caramelline colorate sopra... SLURP! Risultato garantito! :P
Bacioniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii e TANTI AUGURONI DI BUONA PASQUA!

mike ha detto...

Se ci fosse la pasta di mandorle sarebbe uguale a quella siciliana...nonostante sia molto zuccherina è uno dei mie dolci preferiti:l'adoro!!!bacio

cinzia ha detto...

spettacolare anche quest'altro dolce.
Grazie per la ricetta!
http://ipasticcidicisejazz.myblog.it/

NIGHTFAIRY ha detto...

Non ho mai cucinato la Cassata..pensa!devo provarla :)
Un bacione!

fabdo ha detto...

Che meraviglia Mari! ;)
E poi le ricette "ad occhio" sono così romantiche! :)

sprimacciacuscini ha detto...

Meeeeraviglia.

Alex e Mari ha detto...

Ciao a tutti, mi sono dimenticata di scrivere che sono stata io a postare questa ricetta e quindi ho capito che per alcuni non era proprio chiaro che fossi proprio io... ci devo stare più attenta, lo so... ma alla fine nella foga di voler postare il più delle volte me lo dimentico...

Alex comunque sta un po' meglio ora è partita per andare a trovare sua sorella e mi sembrava contenta.

Ringrazio tutti voi per i complimenti. Questa è una di quelle ricette che si fanno con il cuore e davvero con tanto amore ... perchè mi sembrava proprio di essere in uno di quei momenti particolari in cui una madre tramanda una ricetta alla figlia che poi la tramanderà alle sue figlie ... che poi la tramanderanno a loro volta alle loro figlie... e via così... Davvero un momento unico.
Grazie anche a voi di averlo apprezzato!

MARINA

adina ha detto...

ma che carina che è! sai che vorrei provare un giorno a farla? quelle vere di cassate mi piacciono, però spesso sono troppo zuccherose.. se la faccio io magari mi regolo a gusto mio! buona pasqua a tutte e due!!

Anicestellato... ha detto...

Questa cassata è meravigliosa, complimenti!!

Gunther K.Fuchs ha detto...

splendida cassata da mangiare con gli occhi

Geillis ha detto...

Meraviglia, la cassata è uno dei dolci più golosi al mondo,in Sicilia ne ho mangiate di meravigliose, ma a Roma capita di rado di mangiarla, anche se alcune pasticcerie siciliane ne hanno di fantastiche...prima o poi mi cimenterò nell'impresa, se ho coraggio!

unika ha detto...

deliziosa questa cassata....complimenti...
Annamaria
http://ipiaceridellavita.myblog.it/

Anonimo ha detto...

IN ITALIA SI VENDE TONNO DETERIORATO PER TONNO FRESCO,

E voi ve lo mangiate crudo. Certo, questo vale per molti prodotti. Ma in particolare per il tonno.Quasi tutto il tonno consumato nei ristoranti, oppure acquistato sui banchi delle pescherie è importato da paesi terzi e principalmente da : Maldive, Sri Lanka,Yemen e Oman.Il tonno arriva sui banchi delle pescherie con già 5-7 giorni di vita (talvolta 8-9 giorni).In una settimana le caratteristiche organolettiche del prodotto si modificano, in modo sostanziale :

- Batteri : aumento della carica batterica
- Istamina : enorme aumento dell'istamina
- Colore : ossidazione e dunque il tonno assume una colorazione marrone.

In sostanza viene venduto per "fresco" un prodotto già deteriorato, questa situazione assume inoltre particolare rilevanza quando lo stesso viene servito crudo (!!) o parzialmente cotto.

PERCHE' SI IMPORTA TONNO FRESCO ?

Perchè costa poco e perchè permette dei margini di profitto più alti per gli intermediari coinvolti. E questo a scapito della salute dei consumatori. Inoltre il trasporto del tonno via aerea contribuisce in modo importante all 'inquinamento dovuto a combustibile e maggiore impiego di imballi.

MILIONI DI GIAPPONESI NON SI POSSONO SBAGLIARE !

La maggior parte del tonno consumato in Giappone è SuperFrozen, il SuperFrozen è un tonno classificato, lavorato e surgelato sino a -71°C direttamente sulla nave e sino al punto Eutettico. Da quel momento viene costantemente mantenuto a -55/-60°C, cioè IBERNATO. A questa temperatura, il tonno mantiene le sue caratteristiche naturali, una volta decongelato ritorna ad essere

- naturalmente rosso
- naturalmente sano
- qualità costante


Tale tecnologia implica lo stoccaggio in speciali celle in grado di mantenere tali temperature lungo la catena di distribuzione.
Il tonno SuperFrozen viene venduto in Giappone, Canada, USA ed, ora, grazie ad un'azienda europea anche qui in Italia.
Il tonno SuperFrozen non deve essere decongelato come un normale prodotto, bensì ci sono delle semplici procedure da seguire così riassumibili :

- lavaggio del pezzo di tonno da utilizzare
- immersione in acqua calda e sale
- a riposo in frigorifero per un'ora

Qualità costante 12 mesi all'anno, un prodotto sicuro ed inoltre bellissimo da vedere. SuperFrozen è la migliore soluzione.

LA PRIMA CELLA A -60 ANCHE IN ITALIA !

TheMtm TW azienda leader specializzata nel mercato del tonno ha installato la prima cella in Italia per lo stoccaggio del tonno SuperFrozen a -60°C. Un tonno dalle qualità superiori al fresco perchè rapidamente surgelato sino a -70°C e costantemente mantenuto ad una temperatura di -55/-60°C ! Ti consigliamo di leggere l'articolo a questo indirizzo
www.themtm.biz/index.php?sec=news&subsec=news_detail&id_news=56

Sicuri di voler mangiare ancora tonno "fresco" ?
Buona fortuna...