mercoledì 24 ottobre 2007

Frittelle di melanzane

Frittelle di melanzane

La melanzana è il mio ortaggio preferito. E quello di mia sorella.
Mia nonna, che ha sempre abitato insieme a noi, mi preparava le melanzane alla parmigiana ogni volta che tornavo in visita a Roma. Faceva una parmigiana leggera, asciugava le fette di melanzane una ad una. Era una parmigiana perfetta, come non l'ho mai più mangiata. Se penso quanto tempo mia nonna abbia passato in cucina, a prepararci la verdura più buona, il pesce più fresco, la pasta ammassata , sempre attenta a non abbondare con i grassi, a non abbondare con i fritti. Quando penso a lei, la vedo in cucina, col grembiule sempre bagnato, le mani rosse dall'acqua fredda, a pulire le alici, a lavare i broccoletti. Chissà cosa direbbe del nostro blog? Sicuramente lo pronuncerebbe "BILOGGHE". Per tanti anni non le ho più potuto chiedere nulla, viveva in quel suo mondo in cui non riconosceva più nessuno. Ora che invece non c'è più, la sento di nuovo vicina e le parlo spesso, soprattutto quando sono in cucina. E mi chiedo davvero cosa direbbe del bilogghe ... sicuramente queste frittelle le avrebbe viste con occhio critico. "Non vanno mica bene tanti fritti, cara la mia Sandrocchia". Questo avrebbe detto.

Ingredienti per 4 persone:
  • 1 melanzana (ca. 250 gr)
  • 1 cucchiaio di olive nere denocciolate
  • 1/2 mazzetto di prezzemolo
  • 1 peperoncino fresco
  • 80 gr di pangrattato
  • 100 gr di ricotta fresca
  • 2 uova
  • olio per friggere
  • sale, pepe, limone
Preparazione:
Lavare la melanzana e tagliare il picciolo. Portare a bollore abbastanza acqua salata e far cuocere la melanzana intera per ca. 10 minuti. Togliere la melanzana dall'acqua, asciugarla e farla raffreddare. Tagliarla poi molto finemente fino ad ottenere quasi una polpa.
Tritare finemente le olive, il prezzemolo ed il peperoncino. Aggiungere questi tre ingredienti alla melanzana tritata e mischiare il tutto con il pangrattato, la ricotta e le uova fino ad ottenere un composto consistente. Salare e pepare.
Scaldare l'olio in una padella. Con l'aiuto di due cucchiani formare delle quenelles e friggerle per 3-4 minuti. Far asciugare le frittelle su carta assorbente e servire, calde o fredde, con qualche spruzzata di limone.

Frittelle di melanzane

Deutsche Ecke

Auberginenbällchen

Zutaten für 4 Personen:
  • 1 Aubergine (ca. 250 g)
  • 1 EL schwarze Oliven ohne Stein
  • 1/2 bund Petersilie
  • 1 frischer Peperoncino
  • 80 g Semmelbrösel
  • 100 g frische Ricotta
  • 2 Eier
  • Öl zum Frittieren
  • Salz, Pfeffer, Zitrone
Zubereitung
Die Aubergine waschen und abtrocknen, das Stielende abschneiden. Die Aubergine im Ganzen in kochendem Salzwasser ca. 10 Minuten garen. Rausnehmen, abkühlen lassen und ganz fein würfeln.
Die Oliven, die Petersilie und den Peperoncino sehr fein hacken und mit der Aubergine, den Semmelbröseln, der Ricotta und den Eiern gründlich verrühren. Salzen und pfeffern.
Öl in einem weiten Topf heiß werden lassen. Von der Masse mit zwei Teelöffeln Bällchen abstechen und portionsweise im heißen Öl jeweils 3-4 Min. frittieren. Auf Küchenpapier abtropfen lassen und heiß oder abgekühlt servieren. Mit Zitronensaft beträufeln.
(Quelle: Süditalien - Küche und Kultur / GU-Verlag)

Postato da ALEX

36 commenti:

Acilia ha detto...

Mia nonna somiglia molto alla donna straordinaria che hai descritto. La cura, la dedizione e la passione che tutt'oggi dedica alla cucina sono sorprendenti: credo per lei sia il modo più bello, più giusto, per dimostrare affetto e calore alla sua famiglia.
Le melanzane alla parmigiana sono presenti anche nella tradizione culinaria della mia famiglia: ottime. Le frittelle mi sembrano una valida alternativa :-)

Aiuolik ha detto...

Ciao Alex, non sapevo ti piacessero tanto le melanzane...Ti ricordi le polpettine di zia Shaghy? Sono un po' diverse dalle tue, mi sa che uno di questi giorni le pubblico :-)

Buona giornata,
Aiuolik

nightfairy ha detto...

Mia nonna direbbe la stessa cosa..ma i fritti, ti garantisco che proprio non li sa fare!
Io adoro le melanzane, in tutti i modi!proverò la tua versione con la ricotta e olive, molto sfiziosa!

La maga delle spezie ha detto...

Ma che buone!
La foto è già invitante di suo,figuriamoci le melanzane,saranno ottime!
Tempo fa avevo postato anch'io una ricetta di melanzane fritte speziate,magari ti piacciono!;-)

Viviana ha detto...

Che bello il ricordo della tua nonna, mi hai proprio emozionata! sono sicura che tua nonna andrebbe apzza del vostro bilogghe!!! e magari vorrebbe partecipare anche lei!!! le frittelle sono da svenimento! le farò perchè anche a me le melanzane piacicono tanto e ancora di + quando sono fritte da brava sicula! un bacio grande e grazie! ti ho sentita vicina! smack!

Grissino ha detto...

Vero, molti fritti non vanno bene ma ogni tanto bisogna lasciarsi andare. Poi come rifiutare un fiore di zucca alla romana?

Comunque in casa non friggo mai nulla. Fuori invece ho mangiato diverse volte la Wiener Schnitzel.
:-P

Adrenalina ha detto...

leggere la descrizione della tua nonna mi ha commosso. La mia nonna era molto simile alla tua, sempre in cucina. Sarà anche per questo che forse amiamo cucinare?! un modo come un altro per riuscire ad essere ancora vicine a loro :*

lavaterra ha detto...

Wunderschöner Blog und fantastische Rezepte!
Gruss aus München von lavaterra

k ha detto...

La mia nonna toscana (che è pure l'unica che ho conosciuto) ci andava giù pesante, ma solo con l'olio, che era quello buono :-PP
Bellissime le tue frittele.
baci

k ha detto...

magari "frittelle" con due elle...
ribaci

Alex e Mari ha detto...

*Acilia, hai proprio ragione. La passione in cucina l'ho ereditata proprio da lei ... quella di mangiare da mio padre :-))

*Aiuoik, è vero ... c'erano le polpettine su quella foto!! Pubblica, ti prego

*Night, provale e vedrai che una tira l'altra!

*Maga, sono andata a vedere la ricetta delle tue melanzane. Mi piace! Quando entro nel tuo blog si sente quasi il profumo di tutte le spezie che usi :-)

*Viviana, sicuramente mia nonna sarebbe (anzi so che lo è) la mia fans più accanita! Tu ora pensa a curare il tuo GP ... magari una frittellina toglie l'ammaccatura di torno ;-)) Smack anche a te

*Grissino, ahhhh i fiori di zucca! Al secondo posto dopo le melanzane! Una Wiender Schnitzel fatta come si deve è una gran bella cosa!

*Adre, sai che stamattina mentre iniziavo a scrivere il post l'ho sentita tanto vicina ... non volevo essere troppo sentimentale, ma mi è venuta così, tutta di un getto. Che belle le nonne!

*Lavaterra, freut mich sehr :-) Gruss zurück an die wunderschöne Stadt München :-)

Ciao a tutti, Alex

Alex e Mari ha detto...

*K, ci siamo incrociate! Credo che una delle prime parole che io abbia imparato a pronunciare sia stato "trigliceridi" e mia nonna ha sempre fatto molto attenzione a quello che cucinava per la famiglia, e soprattutto per mio padre!! Le frittelle sono buone anche con una L sola :-)
Baci, Alex

Marika ha detto...

Pensa che la mia di nonna ad 81 anni continua amangiare sardine fritte ... poi se si lamenta che le fanno male esordisce dicendo che "sono solo pesciolini, con giusto un goccetto d'oio" ... Lei frigge anche troppo.
Sai che mi è capitata una ricetta per preparare l'hummus con le melanzane ed era veramente buono?
Marika

Cuocapercaso ha detto...

MA...allora è vero? oggi è il crocchette day? eheheh
Buonissime queste crocchette... che voglia a quest'ora!!

ciao ciao

Grazia

giulia ha detto...

Che bell'immagine hai dato di tua nonna, una donna premurosa e molto dolce...
Anch'io quando penso a mia nonna la rivedo in cucina, mentre prepara gli gnocchi di patate o il sugo o le patate fritte che riusciva a rendere dorate in modo uniforme, quanti ricordi.
Per il blog magari avrebbe fatto come mia mamma che è curiosa di leggere cosa posto, ma guai a lasciare un commento, anche se mi sono offerta più volte di insegnarle, non vuole cedere alla tecnologia :P
Un bacio grande giulia

Alex e Mari ha detto...

*Marika, che forte tua nonna con i pesciolini! L'hummus di melanzane lo conosco ... almeno credo, e mi piace davvero tanto! A volte metto la tahina, altre volte solo olio e prezzemolo.

*CpC, è vero sì! Frittella e crocchetta day :-)

*Giulia, ma lo sai che mia madre ha il terrore di entrare in Internet per paura di hacker e virus ... e c'è una sua amica che vive in America che le racconta dei miei post! Pensa te!! Cmq è così, parenti e amici non commentano quasi mai, leggono in silenzio .

Baci, Alex

Lilith e la Zuccona Stregata.... ha detto...

Mia nonna era un "adoratrice" del fritto, regina indiscussa della tradizionale cucina toscana, mi ha ammorbato l'adolescenza con manicaretti tutt'altro che light. Sono oramai più di dieci anni che non c'è più, ma come mi manca la sua cucina!!!!!!!

elisa ha detto...

Buona questa ricetta Sandrocchia!!Eh eh..La mia nonna quando io ero piccola stava da noi ed era già anziana..era più una compagna di giochi per me..e come me era una golosona!!Che nostalgia..
Baci

adina ha detto...

che buone, che buone, che buone!! melanzane e ricotta, e fritte! una, adesso, la vorrei tanto... ho una fame! che sia il tempo bigio, la stanchezza mista a noia di una giornata così, l'attesa di uscire dall'ufficio... mi sa che esco un tantino prima, stasera, e mi faccio un giro... magari prendo le melanzane! :-)

Alex e Mari ha detto...

*Lilith, benvenuta! Che carino il nome del tuo blog, poi vengo a fare un giro da te. Nulla contro la cucina di mia madre, ma quella di nonna era tutta un'altra cosa :-))

*Elisa, sai quanto mi manca che mi chiamino Sandrocchia. Solo mia nonna e mio padre mi chiamavano così! E mi mancano molto. Già, la nostalgia è tanta. Per fortuna ci sono i bei ricordi

*Adina, hai visto? Una ricettina senza cardamomo, zenzero o coriandolo :-)) Senti un po', oggi è stata l'ennesima volta che ho provato a lasciarti un commento e blogger non me li pubblica, anche se ho inserito le lettere del codice. Ma chissà perchè? Ora riprovo, altrimenti provo a mandarti una mail.

Ciao e buona serata, Alex

Dolcetto ha detto...

Queste me le sono salvate subito! Perchè se c'è una cosa che a casa mia c'è sempre in abbondanza sono le melanzane... so che ci sono ancora le ultime due nell'orto... se riesco a tirarmi in piedi entro fine settimana le provo!
Un baciotto alla sempre bravissima alex!

Morrigan ha detto...

Tua nonna sarebbe stata orgogliosa del tuo bilogghe! ^___^
E delle frittelle!
Gnam!

stelladisale ha detto...

che bello, sono proprio i ricordi che vorrei avere io, una nonna che cucinava e cucinava... ecco chi è che ti suggerisce tutte queste belle ricette!
il fritto non fa mica male se non si esagera e se è fatto con l'olio buono, secondo me
un bacione

maninas: food matters ha detto...

mmmm mi piace molto questa ricettina!

Alex e Mari ha detto...

*Dolcetto, già è vero ... che da te le melanzane crescono sugli alberi in giardino :-))) Stai meglio?

*Morrigan, credo che si sarebbe divertita da matti col bilogghe!! Un bacio

*Stella, quello che so fare in cucina lo devo tutto a lei ... ma non ho mai imparatato a tirare la sfoglia e tagliare le tagliatelle a mano come faceva lei!

*Maninas, una ricetta molto semplice, ma buona come tutte le cose semplici.

Ciao, Alex

lefrancbuveur ha detto...

sempre delle ottime ricette...poi con le melanzane...

fabdo ha detto...

Io te le ho "sentite" preparare! ^_=
Bòòòòòòòòne!

^.^ kusje

Mimmo ha detto...

...che bellissimo ricordo della nonna ai fornelli.
Penso che da qualche parte è fiera di voi e del vostro ottimo....bilogghe! :)

queste delizie alle melanzane sono da provare!!!!
slurp!

lenny ha detto...

Buonissime le frittelle di melanzane dei ricordi!!! E'vero che molti piatti ci ricordano i momenti belli e le persone care della nostra vita. Ciao

sandra ha detto...

che bei ricordi quelli di noi bambine in cucina con le nonne.. manicaretti,coccole e abbracci!!
Queste frittelline di melanzane mi ricordano quelle che faceva mia nonna con i lampascioni!!
bacioni donna!

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

Devo assolutamente provarle.. anche io amo le melanzane in tutti i modi.. queste potrebbero piacere anche al mio capellone a cui non piace la verdura cotta..
Anche la mia mamy fa delle frittelline, tipo polpette ma sono diverse.. mi sa che in settimana ci provo.. oppure sabato, dici che possono andare anche come antipasto sfizioso!?!?

Ciao ciao =)

OtroTango ha detto...

Ho tre melanzane in frigo raccolte una settimana fa... so come utilizzarle. Grazie per la ricetta!!! ciao, OT

Cookie ha detto...

Adoro le melanzane, fritte poi...
Una ricetta davvero succulenta.

Ciao!!

Elisa ha detto...

Un ricordo pieno d'amore quello per tua nonna, una bellissima descrizione che me l'ha fatta materializzare davanti ai miei occhi. Per me, che una non l'ho conosciuta affatto e l'altra l'ho persa da piccola, la figura da emulare e` sempre stata quella di mia madre: anche lei, per me, fa la parmigiana piu' buona che io abbia mai assaggiato, pure lei asciuga le melanzane alla perfezione e fa frittelle di melanzane (ortaggio che adoro pure io) molto simili alle tue.
Non sapevo di quale nome esattamente fosse il diminutivo Alex, avrebbe potuto essere Alessia, ma Alessandra mi piace un sacco...come mia sorella :)

Alex e Mari ha detto...

*Lfb, grazie ;-) Con le melanzane non si sbaglia mai!

*Fabdo, un bacio grande!

*Mimmo, grazie! Spero che da lassù legga tutti i miei post e si diverta insieme a me

*Lenny, la cucina è passione, i sapori sono ricordi, i ricordi sono le persone care. Cosa c'è di più bello?

*Sandra, ne ho talmente tanti di ricordi con nonna in cucina o nell'orto, arrampicate sull'albero di prugne che per poco non ci scapicolliamo entrambe ... ah, meglio che smetto altrimenti torna la lacrimuccia :-)

*Elisa (basilico), si vanno benissimo anche come antipasto, magari servite tiepide e non proprio fredde.

*OT, benvenuta, sono contenta della tua visita qui :-) Se le fai fammi sapere se ti sono piaciute!

*Cookie, credo che ci siano davvero poche persone a cui non piacciono le melanzane!

*Elisa, io sono cresciuta praticamente con questa nonna, nonni invece non ne ho conosciuti. Mia madre odia cucinare, anzi odia anche mangiare ... nonna aveva un bel compito a casa nostra!!
E ora vi svelo il mistero del mio nome:
Per l'anagrafe Alexandra, ma nessuno mi chiama così.
Essendo cresciuta in Italia tutti gli italiani mi hanno sempre chiamata Alessandra, ma in casa (e solo in casa) sono Sandra. Per gli amici sono sempre stata Alex, per alcuni Ale. Altri invece hanno scelto di chiamarmi Alexa.
Un bel casotto di nomi!!

Buona giornata, A. :-)

marzia ha detto...

cercavo giusto una ricetta diversa per cucinare le ultime melanzane del mio orto...